Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie d'amore


in Poesie (Poesie d'amore)

Semplicemente Tu

Mi capita spesso di pensare a te
mentre in viaggio aspetto l'alba
o aspettando un tramonto
ti ricordo bella, fragile, dolcemente complicata
lo sguardo un po' perso... a tratti malizioso
la tua dolcezza trattenuta, un po' nascosta
ma evidente, vera.
Ricordo il tuo sguardo
il tuo fascino antico, la voce calda... ovattata
compagna di lunghe conversazioni, che speravo non finissero mai.
E credimi era bello perdersi nella tua voce, che cambiava ad ogni frase detta, si animava ad ogni piccola emozione... si, ti ricordo semplicemente così.
A volte penso e mi chiedo dove sei, come vivi le tue giornate... se sei davvero felice
se ti emozioni ancora guardando un film di Truffaut.
Se ascoltando la tua musica da sola, canti e balli ad occhi chiusi... semplicemente così.
Provo una strana sensazione in me
mentre penso e scrivo mi rendo conto che
ogni volta che provo a dimenticarti ti ritrovo nei miei pensieri.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Asianne Merisi
    in Poesie (Poesie d'amore)
    Lei non mutò, nei silenzi... mille parole, i suoi sguardi... abbracci di vita e nei suoi passi la passione. Lei non cambiò, apri le vie segrete, si tramutò in passione, e nei suoi pensieri cuori segreti e lenti desideri. Lei non cercò, passati decifrati si incammino nei momenti vissuti e ti dedicò tempi infiniti.
    E tu, zingaro ambivi al cuore suo tu, pagliaccio cercavi il suoi sorrisi. Nel finale abbandono, ti perdevi dove lei, padrona e delirio, beneficiava del calore che ti scorre nelle vene. Furia e padrona, ti travolge e ti appaga, e il suo respiro è un'estasi che non ha crudele memoria.
    Composta martedì 21 gennaio 2020
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: djfmp3
      in Poesie (Poesie d'amore)

      Il silenzio del tempo

      Per troppo tempo sono rimasto in silenzio ad ascoltare
      quella musica
      del mare, che sogni lasciava volare
      per troppo tempo ho sogno l'infinito oltre i tramonti dei cieli
      stellati immaginando di chiudere gli occhi e risvegliarmi al tuo fianco con mani ancorati a sabbie colorate.
      Che il mare bagnava e il sole asciugava, lacrime
      e sorrisi su labbra di rosso candore come le ciliegi che baci
      e pensieri lasciano andare
      ci sono giornate così. Giornate sospese, interrotte, filtrate. Giornate in attesa. Ad esempio di un temporale. Di nubi gonfie di pioggia. Di acqua a catinelle. Perché a volte la pioggia aiuta a meditare,.
      Composta domenica 19 gennaio 2020
      Vota la poesia: Commenta
        in Poesie (Poesie d'amore)

        La nostra emozione

        Di nulla i sogni odorano,
        di un profumo unico ed irripetibile
        che sta tra il dono e la speranza.
        E nello spazio assoluto avverti
        le stelle e la luna i loro movimenti
        e le fasi, la luci, l'emozione.
        E quel nulla si colora di sentimento
        di risposte
        alle tante domande che ci opprimono.
        E allora ho percezione di ciò che sento
        ed odoro il cielo e non scorgo differenze
        perché la nostra emozione è infinita.
        Composta domenica 19 gennaio 2020
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Asianne Merisi
          in Poesie (Poesie d'amore)
          Fare l'amore è spogliare il cuore.
          In un letto, in un vascello
          in balia delle onde.
          A quale fine artifizio pittorico
          possiamo assomigliare due corpi in amore?
          Sono sospiri su ritmi infiniti,
          movenze su campi fioriti,
          che allungano braccia per sentirsi e nutrirsi,
          rubano raggi di sole per riscaldarsi,
          e pregano in un atto d'amore
          che sa di sacro e profano.
          Porta via il freddo dal cuore,
          verso uno spazio temporale
          che conquista la quiete.
          Nelle vene, nella mente
          in un'ultimo slancio di passione.
          Non solo apparente è questo
          sentimento chiamato amore,
          che di due corpi, diventa l'invasore.
          Composta domenica 19 gennaio 2020
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Sergio Bissoli
            in Poesie (Poesie d'amore)
            Ragazza con le lunghe trecce, che guarda la luna, stesa sull'erba, in gonna bianca. Ragazza che attinge l'acqua dal pozzo; o culla una bambola sotto le stelle. Ragazza che si pettina davanti allo specchio, si dà la cipria o il rossetto. Che legge la fortuna nelle carte o gioca con gli spilli, nascosta dietro le tendine. Ragazza che chiacchiera, ma racchiude i segreti. Ragazza bella e misteriosa.
            Composta mercoledì 30 novembre 1910
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Walter Girardi
              in Poesie (Poesie d'amore)
              Ti tengo qui, tra le mie braccia, accanto al cuore. Con i miei battiti, con i miei occhi, ti grido tutto il mio amore. Lacrime disegnano sul mio volto la gioia più pura e incontenibile. Ti proteggerò, ti guiderò, affinché sul tuo viso ci sia sempre il sorriso. Non ti posso promettere che non sarai mai triste, che tutto andrà sempre bene. Posso solo garantirti che farò tutto il possibile perché niente cancelli quel sorriso, per darti la forza e il coraggio per affrontare questo mondo, che troppo spesso indurisce i cuori.
              Composta domenica 24 novembre 2019
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Walter Girardi
                in Poesie (Poesie d'amore)

                Amore eterno

                E ti amavo, Dio quanto ti amavo. Dal primo istante in cui ti ho visto non ho mai smesso un solo secondi di amarti con tutto me stesso. Amavo il tuo sorriso, quel sorriso che illuminava le mie giornate come nemmeno l'estivo sole nelle più limpide giornate avrebbe mai potuto fare. Ho amato i tuoi occhi, nei quali mi perdevo, nei quali camminavo, ammirando estasiato quel intero mondo in uno sguardo. Ero innamorato della tua voce, ogni parola una nota meravigliosa, una splendida melodia. Amavo il tuo profumo, che era la tua essenza che era parte di te. Non importa cosa facessimo, dove andassimo. Con te il tempo non esisteva, contava solo l'essere insieme. E poi il buio. Invidioso il tristo mietitore ti volle per se, privandomi di ciò che per me era indispensabile, ciò che per me era vita. Ora il tempo scorre lento, osservo e conosco ogni minuto. Sento ancora il tuo profumo. Nella tiepida aria del mattino nella frizzante brezza della sera. Ascolto ancora la tua voce, discorsi incomprensibili che narrano di un noi che non c'è più, ma che è stato e che sarà per sempre. Vago ancora errante nei tuoi occhi, perso in quei luoghi che tanto mi sono cari e che ormai non riconosco più come mie, ma che mai lascerei per un solo istante. Ancora mi fermo a bearmi nel caldo torpore del tuo sorriso, che continua a riscaldarmi il cuore. Non c'è tristezza più dolce. Solitario, ma mai solo. Ancora qui, ogni istante qui, accanto a me.
                Composta venerdì 15 novembre 2019
                Vota la poesia: Commenta