Questo sito contribuisce alla audience di

Diario


Scritto da: Beppe Tardito
Alla mia età ho imparato a perdonare le persone che mi hanno fatto del male, magari anche inconsciamente forse solo per la loro stupidità di non capire alcune cose, o anche in malafede, perché mi hanno usato per i loro scopi, e anche quelle persone che mi sono entrate dentro nonostante le perdoni mi cadono dal cuore come le foglie secche quando si staccano dai rami, e a volte l'impulso di trattarle come mi hanno trattato prende il sopravvento, ma poi capisco che ognuno di noi ha i suoi problemi, il suo carattere e le sue ragioni che le portano magari a giocare con i sentimenti per i loro tornaconti, per cui in ogni caso alla fine le perdono, anche se per loro non capiterò più una seconda volta.
Composto giovedì 28 maggio 2020
Vota il post: Commenta