Questo sito contribuisce alla audience di

Festività


in Diario (Festività)
I sogni ci sono. Chi non li ha? Chi mi conosce sa che sogno come un bambino. E sperare che un sogno si avveri, a volte, è un problema. Anzi, diventa Il problema! Soprattutto quando sembra impossibile realizzarlo. Sembra, dico "sembra" perché così, stupidamente, posso ancora sperare che si avveri. E sperare che si avveri ciò che "sembra" impossibile è ancora più pericoloso, perché potrebbe illudere, potrebbe far male ancora di più. Però anche se a volte è da stupidi crederci ancora, io continuo a farlo... perché è l'unico legame tra me e quel sogno. Io credo che è proprio non smettere di crederci che a volte realizza i sogni impossibili.
Composto mercoledì 25 settembre 2019
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Laila Ken
    in Diario (Festività)
    Uno dei principali valori della famiglia è il sostegno incondizionato, l'affetto e l'amore che vi si respira. Molto spesso avvolti nei veli intrecciati di una frenetica realtà facciamo fatica a sentirne gli odori. Ma il nostro mare è sempre li, attorno a noi, calmo o agitato pronto ad accogliere le nostre preghiere. È l'atmosfera dolce degli abbracci in cui ci rifugiamo e dei cuori che intendiamo proteggere e dei quali, senza la loro essenza saremmo arcobaleni senza colori.
    Composto sabato 18 maggio 2019
    Vota il post: Commenta
      in Diario (Festività)
      Mamma ora che i tuoi capelli sono bianchi e radi, ora che le tue gambe sono stanche e tremanti, ora che le tue spalle sono curve, non temere ci sarò io al tuo fianco, mi prenderò cura di te con premura e delicatezza,
      guiderò i tuoi passi, lenirò la tua tristezza, renderò i tuoi giorni gioiosi e allegri, ti farò sorridere, ti regalerò il mio tempo come tu hai sempre fatto con me, perché l'amore è presenza, è abbraccio, è conforto, ti terrò la mano, perché io ti amo, me lo hai insegnato tu che l'amore è esserci ed io sarò sempre con te.
      Vota il post: Commenta
        in Diario (Festività)
        Sei sempre nel mio cuore mamma, ma non è più la stessa cosa, niente è più lo stesso da quando sei mancata. Sei una stella in più del firmamento, ti amo mamma, vorrei abbracciarti e stringerti forte a me, vorrei dirti le tante cose che non ti ho mai detto, spero che il mio amore possa arrivare fin lassù e avvolgerti in un caldo abbraccio, e che un soffio di vento possa portarmi un tuo bacio, auguri mamma stella tra le stelle, rosa che più bella non c'è.
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Cetty Cannatella
          in Diario (Festività)
          Buon Natale a te che dormi sulle panchine e sotto i portici con la paura di essere massacrato per pochi euro.
          Buon Natale a te che vieni al mondo su un barcone, sicuramente al freddo e al gelo proprio come Gesù.
          Buon Natale a te bambino Siriano che non sai neanche che è Natale perché la guerra cancella ogni cosa.
          Buon Natale a te che lavori per servire chi festeggia il Natale.
          Buon Natale a chi è venuto a mancare una persona cara, magari uccisa mentre passeggiava perché il kamikaze o il terrorista era proprio lì.
          Buon Natale a chi sta aldilà del Natale, perché il Natale è di tutti ma il Buon Natale è solo una speranza di un domani migliore.
          Buon Natale a tutti.
          Vota il post: Commenta
            Scritto da: Alisia7
            in Diario (Festività)
            Oggi volevo chiamarti per farti gli auguri ma non posso perché non mi risponderesti, il tuo numero non è più attivo.
            Poi non ho il numero del paradiso, nessuno me lo ha mai dato...
            Volevo dirti: "Mi manchi!"
            Volevo dirti: "Non è più la stessa cosa senza di te!".
            Volevo dirti: "Grazie, di avermi cullata tra le tue braccia, senza stancarti mai!".
            Volevo dirti: "Grazie, per quello che mi hai dato e per quello che mi hai tramandato!".
            Volevo dirti: "Grazie, per tutte le volte che mi hai preso per mano e quando sono cresciuta, hai continuato a tenermela più stretta di prima!".
            Volevo dirti: "Ti porterò per sempre con me, perché sei nella mia mente, perché sei nel mio cuore, perché sei nella mia anima e perché non potrei non pensare a te!".
            Volevo dirti: "Ti voglio bene!".
            Volevo dirti: "Buon compleanno mamma!".
            Vota il post: Commenta
              Scritto da: Edmea
              in Diario (Festività)
              Mi è venuto in mente il significato della domenica delle Palme. Gesù che fa il suo ingresso a Gerusalemme in groppa a un asino, mentre la folla lo acclama con rami di ulivo. L'ingresso di un re, che non vuole riconoscimenti su questa terra, se non il trionfo dell'amore e dalla pace. Sembrava che la folla lo avesse capito. Pace e amore, senza nessuna ostentazione, perché il suo regno non era di questo mondo. Eppure, cosa succede? La stessa folla, che lo seguiva, lo acclamava, raccontando i suoi miracoli, ha istigato la sua crocifissione. L'incoerenza della natura umana viene riassunta nell'esperienza su questa terra di Gesù. Prima lo hanno acclamato, invocato, seguito e poi dimenticato, insultato, umiliato, flagellato. Un apostolo lo ha venduto per trenta denari. Pietro, che tanto diceva, non ha esitato a rinnegarlo. Il tornaconto degli uomini è stato vissuto da Gesù nella sua esperienza da uomo. Tornaconto, egoismo ed ipocrisia. Il miracolo della Resurrezione chi lo ha capito? Chi lo seguiva, ma oggi c'è chi parla di religione fallimentare, rifugio e illusione di chi non ha altro da sperare. Dobbiamo rattristarci, o commiserare chi non crede? Forse l'uno e l'altro, con la speranza e la preghiera che l'ultima parola non ce l'abbia il male.
              Composto martedì 23 aprile 2019
              Vota il post: Commenta