Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie anonime migliori


Scritta da: Nastjia
in Poesie (Poesie anonime)

Viaggio nel buio

Pensi che il sole illumini la vita,
non è vero, esiste un sole nero.

Pensi che un fiore rallegri la vita,
non è vero, esiste un fiore nero.

Pensi che un sorriso sollevi la vita,
non è vero, esiste un ghigno nero.

Ci vuole coraggio per guardare nel buio.
Perdono il tuo oltraggio, mosso dalla paura,
mi allontano da chi non potrà avere di me buona cura.

Ma ricorda:

Non teme il nero chi conosce la via,
ti avrei tenuto per mano
mostrandoti la luminosa scia.
Vota la poesia: Commenta
    in Poesie (Poesie anonime)

    Da solo

    Nell'oscuro cielo dell'infinito
    ci guardiamo allo specchio e più lo facciamo
    più ci rendiamo conto di quanto sbagliamo.
    Più lo facciamo, più capiamo quanto nella
    vita, nella grossa valle di lacrime che nello spazio
    acceso aggrada, abbiamo fallito e spensierati cerchiamo
    una soluzione.
    Mentre altri non se ne rendono conto, invano cerchiamo
    di risolvere i nostri errori.

    Invano cerchiamo ci mettere un punto a dolori incontenibili,
    che dentro di noi accendono il fuoco di una riluttanza
    immane.
    Più siamo soli, più ci sentiamo soli, e gli altri non capiscono
    il dolore che proviamo.
    Gli altri non sentono, non perché non hanno orecchie
    per farlo, ma perché guardano, senza sentire.

    Si sentono diversi, isolati, nel mondo esclusi, e nell'universo
    superiori.
    Feriscono, e velocemente fuggono, senza lasciare tempo a noi
    di reagire, di pensare, di chiedere scusa, di provare a
    stare bene.
    Perché tu hai voluto così, perché tu ci hai creati così.
    Forse per vivere, forse per farci soffrire.
    Nell'oscuro cielo dell'infinito io ci sono.
    E sono solo, nato piangendo con già l'immagine di questa
    vita impressa negli occhi rossi dalle lacrime.
    E tu altro invece, giaci nelle nuvole sognando, dormendo, anche te
    ferito, ma incapace di guardare anche gli altri, senza capire
    che chi tiene a te sta lentamente morendo.
    Composta domenica 11 maggio 2014
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Danza di Venere
      in Poesie (Poesie anonime)

      Time to sax

      Sono qui non so se senti,
      Voltati guardami ascoltami
      Sono quel sibilo quel rullante quella foglia
      Eccomi guarda in alto
      Sono nuvola vento rondine
      Fermati guarda in basso
      Cosa vedi riflesso in quel piccolo specchio d'acqua?
      Dentro te esiste la bellezza del mondo il suono dell'universo ed il cuore di madre terra...
      Io qui buono buono mi limito a saperti!
      Composta lunedì 1 ottobre 2018
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Peace-Maker
        in Poesie (Poesie anonime)

        Ho imparato

        Ho imparato... che nessuno è perfetto.
        Finché non ti innamori.
        Ho imparato... che la vita è dura...
        Ma io di più!
        Ho imparato...
        che le opportunità non vanno mai perse.
        Quelle che lasci andare tu...
        le prende qualcun altro.
        Ho imparato... che quando serbi rancore e amarezza la felicità va da
        un'altra parte.
        Ho imparato...
        Che bisognerebbe sempre usare parole
        buone... Perché
        domani forse si dovranno rimangiare.
        Ho imparato... che un sorriso
        è un modo economico per migliorare il tuo aspetto.
        Ho imparato...
        che non posso scegliere come mi sento...
        Ma posso sempre farci qualcosa.
        Ho imparato... che
        quando tuo figlio
        appena nato tiene il tuo dito nel suo piccolo pugno... ti ha agganciato per
        la vita.
        Ho imparato... che tutti
        vogliono vivere in cima
        alla montagna... Ma tutta la felicità e la crescita avvengono mentre la
        scali.
        Ho imparato... che bisogna godersi
        il viaggio e non pensare solo alla meta.
        Ho imparato...
        che è meglio dare consigli solo in due
        circostanze...
        Quando sono richiesti e quando ne dipende la vita.
        Ho imparato...
        che meno tempo spreco...
        più cose faccio.
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Elena D'Andrea
          in Poesie (Poesie anonime)

          Innamorarsi

          Ti innamori così, per caso,
          di un tipo qualunque,
          che ti era
          addirittura antipatico.

          Ti innamori così: imparando
          a volergli bene, parlandogli,
          sorridendogli da amica;
          e accorgendoti di star male,
          se un giorno non lo vedi.

          Ti innamori così: stando
          ore e ore insieme a lui,
          sentendo il cuore che
          batte forte se si avvicina;
          e una voglia tremenda
          di baciarlo
          se dolcemente ti sfiora.

          Ti innamori così: sentendoti
          morire al solo pensiero
          che lui stia con un'altra...
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Silvana Stremiz
            in Poesie (Poesie anonime)
            Il canto allegro della Vita si fa sempre più lento nel mio cuore.
            Una ninna nanna portata dalla freschezza lo avvolge, cullandolo dolcemente nella gioia dei suoi sogni.
            Piano piano, il colori spariscono, coperti da una morbida coperta bianca che scende lieve, dono dal cielo, sopra di loro.
            Li prega di tranquilizzarsi, perché per loro è arrivato il momento di dormire.
            Dormire... i miei occhi si chiudono pesanti, lasciandomi fluttuare nella fantasia del mondo.
            Com'è meravigliosa la pace.
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Celeste Fiore
              in Poesie (Poesie anonime)

              Amarti

              Amarti come forse non ho mai saputo fare,
              di un amore grande e infinito come il mare.
              Amarti senza fine,
              in ogni attimo della mia vita...
              con tutto il cuore,
              con tutta l'anima
              che di te si è ormai invaghita.
              Amarti senza più liti,
              senza silenzi,
              senza più orgoglio,
              perché tu,
              mio solo amore
              sei tutto ciò che voglio.
              Amarti senza limiti,
              senza problemi,
              senza peccato,
              di un amore semplice,
              puro e sconfinato.
              Amarti oltre vita,
              perché senza te...
              la mia stessa, sarebbe finita!
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: A B
                in Poesie (Poesie anonime)
                Come foglie...
                agitate dal sopraggiungere del vento,
                malinconiche in quest'ultima danza di vita,
                sono i miei pensieri.
                Nell'attesa di staccarsi dal loro sicuro ancoraggio,
                un brivido muto le fa svolazzare sbarazzine
                per planare silenziosamente a coprire la terra.
                Come foglie i miei pensieri...
                si adagiano su questo foglio
                nell'attesa di ingiallire
                come antica sapienza.
                Vota la poesia: Commenta
                  Scritta da: Glael
                  in Poesie (Poesie anonime)
                  Ascolto il tuo respiro
                  che labile e distrutto
                  del mio cuore sempre farà parte,
                  che della mia anima
                  sarà sempre il punto più nascosto,
                  il mio pensiero più proibito,
                  il mio sogno ormai infranto.
                  Ascoltando il tuo respiro io muoio
                  e pensando a te sorrido,
                  nel dolore atroce della morte
                  Vota la poesia: Commenta
                    Scritta da: Anonimo Me
                    in Poesie (Poesie anonime)

                    Numeri dispari

                    Adoro i numeri dispari
                    così individualisti
                    da dare l'impressione
                    di bastare a se stessi.

                    Alle volte sono numeri primi,
                    alle volte lo diventano
                    se incontrano un altro numero dispari.

                    Adoro come il loro incontro
                    crei un equilibrio perfetto,
                    senza che nessuno dei due
                    perda la propria natura incompleta.
                    Composta mercoledì 30 gennaio 2013
                    Vota la poesia: Commenta