Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie anonime migliori


Scritta da: Silvana Stremiz
in Poesie (Poesie anonime)

Ti amo

Ti amo
come il sole ama la terra
e con la stessa forza la riscalda,
ti amo come una farfalla
ama un fiore in un giorno di primavera,
ti amo
come un gabbiano ama il mare
in una sera d'estate,
ti amo
come il fuoco ama la brace
e riscalda i nostri corpi
in una notte d'inverno...
Ti amo come il tempo ci ama,
come il destino ci ama
e se il tempo e il destino
lo vorranno
ti amerò per sempre.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz
    in Poesie (Poesie anonime)
    Amarti è piangerti,
    non c'è amore che non viva un pianto!
    ... amarti è guardarti,
    per perdermi nei tuoi occhi e non far più ritorno!
    ... amarti è sognarti,
    per stare con te anche nella fantasia!
    ... amarti è parlarti,
    per dirti in poche parole ciò che il cuore mi sussurra!
    ... amarti è toccarti,
    per capire se sei un sogno o realtà!
    ... amarti è baciarti,
    per essere catapultata in paradiso!
    ... amarti è onorarti,
    per i miracoli che hai fatto alla mia vita!
    ... amarti è fidarmi,
    per lasciarmi andare a occhi chiusi restando sempre a alta quota!
    ... amarti è tutto,
    tutto mi riconduce a te!
    ... amarti è viverti,
    per dare un senso alla mia vita!
    E per me amore mio amarti
    vuol dire infinito...
    ti amo con tutta me stessa.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Blondgirl Sweet
      in Poesie (Poesie anonime)

      Non capisco

      Non capisco
      non capisco più niente
      non capisco come funziona questo mondo
      non capisco le persone di questo mondo
      non capisco te...
      era tutto così perfetto, ma poi...
      tutto è cambiato
      tu sei cambiato...
      così... senza una spiegazione
      no... non capisco.
      Non posso...
      non posso sopportare tutto questo
      io ti ho dato tutta me stessa
      ma... forse questo non lo hai capito
      o forse sì...
      forse è come dicono gli altri
      forse vuoi qualcosa di diverso
      forse...
      non lo so...
      Non capisco...
      Vota la poesia: Commenta
        in Poesie (Poesie anonime)
        E so già,
        che io dimenticherò,
        i tuoi occhi azzurri
        che mi ricordano
        quel bacio nel mare
        le bocche salate
        e io
        io cheke ero li in braccio a te
        come in trappola dal mare
        e da un sogno che compare
        e dimenticherò
        i tuoi capelli
        di quel biondo bagnato
        non ho capito ancora
        non ho capito come fai a volermi tu
        tu cosi perfetto
        cosi amato da tutte
        cosi odiato da tutti
        tu tu
        che non riesco ad amare
        per paura di dimenticare
        per paura dell'amore
        troppo forte troppo assurdo
        per paura di sapere
        di notare i tuoi difetti
        ma di essere acciecata dall'amore
        cosi grande per te
        così oscuro per me
        per paura dell'amore di quello
        vero io
        non ti amo
        io non ti voglio amare mai
        lo sai lo so
        che tu credi di amarmi
        ma so anche che tra un po crederai che sia stata un illusione
        troppo grande troppo vera
        troppo per noi
        noi che non siamo un noi
        noi che voliamo solo
        poter dire di avere amato
        quando in realtà
        pure io so
        che sara solo un illusione
        vera e specifica di amore
        e allora non mi amare mai
        non confondermi ma non mi dimenticare
        almeno fingi di ricordare
        e non mi lasciare mai
        perche non voglio essere sola
        io voglio che tu sia qui per darmi l'ultimo bacio
        l'ultima falsa speranza di amore
        ultima falsa
        amore mio.
        Vota la poesia: Commenta
          in Poesie (Poesie anonime)

          Ti voglio bene

          Ti voglio bene non solo per quello che sei, ma per quello che sono io quando sto con te.
          Ti voglio bene non solo per quello che hai fatto di te stesso, ma per ciò che stai facendo di me.
          Ti voglio bene perché tu hai fatto più di quanto abbia fatto qualsiasi fede per rendermi migliore,
          e più di quanto abbia fatto qualsiasi destino per rendermi felice.
          L'hai fatto senza un tocco, senza una parola, senza un cenno.
          L'hai fatto essendo te stesso.
          Forse, dopo tutto, questo vuol dire essere un amico.
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: GoldenPoet
            in Poesie (Poesie anonime)
            O Padre di infinita grazia, come
            potrei conoscere ciò che vorresti
            che per noi sciocchi uomini preparasti?

            Ognun creasti e, messi in terra per nome,
            imperfetti fummo e saremo perché
            da te ci pensasti diversi, nonché
            a tua immagine c'hai creati e animati.

            Ormai non più consci che siam amati.
            Composta martedì 13 ottobre 2009
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Assia & Niki
              in Poesie (Poesie anonime)
              Non piangere, sorridi
              Non essere triste, sii allegra
              Non preoccuparti, sii serena
              non smettere di parlarmi, io ti ascolto
              non smettere di ascoltarmi, io ti parlo
              chiamami nel silenzio dei tuoi sogni, io arriverò
              e sostituirò il dolore con un dolcissimo ricordo.
              Composta lunedì 28 maggio 2012
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Hannele
                in Poesie (Poesie anonime)
                Non sei ma rimani
                Non puoi ma ti tengo
                Non vuoi ma ti spingo
                Non ti ho ma ti voglio.

                Non sei ma ti sento
                Non sei ma ti vedo
                Non sei ma ti odo
                Non ti ho ma ti voglio.

                Un'illusione perenne:
                ti silenzio, ti reprimo
                ma resti inerme e solenne.
                Non sei ma batti.

                Batti feroce fugace
                improvviso disarmante
                tenue sorprendente
                dolce devastante.

                Batti in un cuore freddo
                Batti in un corpo steso
                Batti in un sogno caldo
                Batti in un fuoco acceso.
                Vota la poesia: Commenta
                  Scritta da: Danza di Venere
                  in Poesie (Poesie anonime)

                  Esiste o non esiste

                  È un caso vedere le foglie volare spinte dal vento,
                  È un caso vedere un frutto cadere al suolo,
                  È un caso piantare un pesco e scoprire che nascerà un albero di pesche,
                  È un caso se le correnti marine si infrangono sugli scogli,
                  È un caso che il sole sorga ogni mattina,
                  È un caso pensare ad una rosa rossa come simbolo d'amore e passione,
                  È un caso incontrarti e pensarti intensamente,
                  È un caso vederti e conoscerti da sempre,
                  È un caso averti in mente continuamente,
                  È un caso apprezzare i silenzi in cui ci fissiamo,
                  È un caso, solo un caso.
                  Composta giovedì 9 marzo 2017
                  Vota la poesia: Commenta
                    in Poesie (Poesie anonime)

                    Plasma

                    Capita a volte che
                    sensazioni ed emozioni vengano assorbite dall'intorno di te stesso
                    c'è talmente tanto che urla dentro di te che diventi il centro dell'universo
                    un attimo che diventa l'infinito, l'inizio e la fine di tutto.
                    E ci sei tu, ed è lì in quel preciso istante che il tuo io si annulla
                    come l'amore più forte, come il dolore più atroce
                    tutto attorno sembra raccontarti la stessa storia, suonare la stessa musica, emanare gli stessi profumi.
                    Ma non è la dissociazione. È l'esatto contrario, è come un vortice di plasma in cui non si distingue la materia.
                    Uno e tutto.
                    Fuoco e ghiaccio.
                    Rumorosa solitudine.
                    Ma non ti uccide: è il puro e semplice non senso della vita.
                    E allora, languido e spossato, cedo.
                    Che il plasma mi prenda e mi affoghi come vuole, è inutile dimenarsi
                    tanto una via sempre ci sta
                    tanto il resto già si sa
                    prima o poi una luce apparirà.
                    Composta sabato 30 novembre 2013
                    Vota la poesia: Commenta