Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: ODIOSA

Fragile violetta

Fragile cresceva
ma di insolita dolcezza
gioiva e danzava
per ogni piccola carezza

Ma se il vento soffiava
lo stelo tremava

Chi la vedeva
la sua lode cantava
e profumo soave
da sempre emanava

Ma se il vento soffiava
lo stelo tremava

La vide estasiato
il fato, affamato,
la volle per sé
e il fiore ha spezzato.
Tindara Cannistrà
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: ODIOSA

    A Pietro pescatore

    Pesca nel profondo del mare
    estirpa le erbe cattive
    che ne intorbidiscono il fondo
    spargi la polvere di stelle
    che illumina le lucciole
    sentinelle dell'Universo

    Pesca nell'oscurità della mia anima
    fà che nasca corallo
    e sboccino le gemme
    dal buio dei miei tormenti
    lascia che l'arcobaleno
    sia il sorriso del mio domani.
    Tindara Cannistrà
    Composta martedì 7 settembre 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: ODIOSA

      Avrei voluto

      Avrei voluto che ogni alito di vento
      fosse la tua voce
      che piano sussurra il mio nome

      Avrei voluto respirare
      del tuo respiro
      la tua vita

      Avrei voluto essere energia
      che scorre nelle pareti
      del tuo cuore

      Avrei voluto essere sogno, sorriso, speranza
      che dolcemente
      t'accarezzano l'anima

      Avrei voluto e mille volte ancora
      avrei voluto, essere in te e per te
      quello che tu sei dentro di me.
      Tindara Cannistrà
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: ODIOSA

        Il mio pensiero

        Lui percorrerà le nuvole
        navigherà gli oceani
        e giungerà più veloce della luce

        lui sarà ebbro di te
        ne sentirai il profumo
        e in brezza ti accarezzerà

        lui vivrà del tuo
        respiro e sorriderà
        della tua vita

        lui sarà ombra
        sarà luce
        per sempre lui ci sarà.
        Tindara Cannistrà
        Composta martedì 17 novembre 2009
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: ODIOSA

          A mio figlio

          Quando sentirai una brezza
          che ti sfiora le guance
          sarò io a farti una carezza

          Quando sentirai il sole
          che ti scalda le braccia
          sarò io a darti un forte abbraccio

          Quando sentirai un profumo
          che conosci tanto
          sarò io a camminarti accanto

          Perché una mamma
          non ti lascia mai e

          quando inizierai la salita
          la mamma ti aprirà
          la strada della vita

          quando troverà il coraggio
          sarà la mamma a
          dirti "buon viaggio".
          Tindara Cannistrà
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: ODIOSA
            Leggi tra le righe
            dei miei pensieri
            Dona il sole al temporale
            delle mie lacrime
            Ascolta i battiti
            del mio cuore inquieto
            Come schizzi
            di un ritratto incompleto
            riempio i contorni
            di un paesaggio sognato
            e quella mano che incerta
            dipinge il tramonto
            di un giorno ormai spento
            Son io
            che non trovo colori
            in un mondo
            che mi ha dato solo dolori.
            Tindara Cannistrà
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: ODIOSA

              Non ho

              Vorrei donarti tutto ciò
              che vedo
              vorrei donarti tutto ciò
              che sento
              vorrei donarti tutto ciò
              che ho dentro

              Ma i miei occhi non riescono
              a vedere al di là del mare
              ma le mie orecchie non riescono
              a sentire al di là del vento
              ma il cuore, dentro, tutte
              le luci ha ormai spento

              Non ho più favole
              da raccontarti
              non ho più sorrisi
              da regalarti
              non ho più lacrime
              da dedicarti

              Non ho più sogni
              per amarti.
              Tindara Cannistrà
              Vota la poesia: Commenta