Questo sito contribuisce alla audience di

Post di Silvia Nelli

Disccupata, nato giovedì 14 giugno 1973 a Pisa (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Umorismo, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritto da: Silvia Nelli
Avrai da guardarti dentro milioni di volte durante il cammino. Esaminarti a fondo, correggerti, spronarti e a volte violentarti l'anima per non soccombere, ma reagire. Avrai gli occhi stanchi, affaticati dalla monotonia di un mondo che sembra girare tutto per lo stesso verso e li sentirai bruciare per quelle lacrime che a volte non sei capace di fermare. Avrai l'anima e il cuore provato, amareggiato, dolente e un sorriso imbalsamato, ormai anche lui ha imparato a stare al suo posto anche quando vorrebbe lasciarsi morire. Avrai le braccia riposate, morbide sui fianchi, rassegnate da abbracci che non sono mai arrivati e labbra aride di baci di cui non ricordi né la dolcezza... Né il sapore.
Non finisce qui...
Non finiscono qui le speranze, i sogni e la vita.
Fin quando sarai in piedi niente è finito.
Hai solo nascosto dentro di te quella luce che un tempo ti rappresentava... Stai solo riposando l'anima in attesa di un nuovo raggio di sole.
Silvia Nelli
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Silvia Nelli
    Non t'innamori perché devi, perché è giusto e allo stesso tempo non si smette di amare perché chi ami è "Sbagliato". T'innamori con incoscienza, perché qualcosa di sottile ed invisibile ti trascina sempre di più dentro a quella persona. La voglia di mischiare il tuo mondo con il suo e mischiare la tua vita alla sua ti rende cosciente e allo stesso tempo ingenuo. L'amore rende vulnerabili, tanto... a volte troppo. Questo rende essenziale innamorarsi di qualcuno che non usi le tue debolezze per ferirti, sminuirti e schiacciarti... Ma di qualcuno che le prenda con cura tra le dita e con amore le plasmi fino a renderle i tuoi più grandi punti di forza.
    Silvia Nelli
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Silvia Nelli
      Ci sono persone che sanno tirar fuori il meglio di me, altre solo il peggio... ho nascosto il "meglio" dietro una corazza per non essere più ferita, ma adesso voglio solo persone che il peggio di me lo mandano in letargo e riportano alla luce tutto ciò che di bello sono. Il resto... scivola, passa e si annulla.
      Silvia Nelli
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Silvia Nelli
        Ho sempre messo cuore e sincerità in ogni cosa, in ogni gesto e in ogni parola. Mai ho parlato dicendo cose che non pensavo, mai mi sono vendicata di gesti e azioni che non meritavo. Ho promesso a me stessa che niente mi avrebbe più pilotata, comando io adesso su di me e non più coloro che provano a ferirmi. A loro, sorrido comunque augurando il meglio... Ciò che mi viene fatto, io lo subisco per un periodo, ma chi me lo infligge se lo porta dietro come lo specchio di ciò che è... Preferisco essere ferita, ma camminare a testa alta con una coscienza pulita, in fondo la vita è solo un passaggio che prima o poi giunge al termine. Un passaggio, dove alla fine ognuno raccoglierà ciò che ha seminato.
        Silvia Nelli
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Silvia Nelli
          Mi guardo e dico che vado fiera delle piccole rughe che si stanno intensificando ai lati degli occhi. Amo le mie occhiaie che arrivano dalla stanchezza di chi si fa il "culo"! Adoro i 7/8 kg di troppo che l'età o la vita diversa mi addossa... amo tutto ciò che sono nel bene e nel male... e amo anche i miei anni, che per fortuna passano e dico per fortuna perché al mondo c'è anche chi non li ha visti passare! Quindi ben venga invecchiare... significa soltanto aver avuto la possibilità di vivere!
          Silvia Nelli
          Vota il post: Commenta
            Scritto da: Silvia Nelli
            Inizia tutto con una brusca frenata, una di quelle che sembrano la "Fine". Intontito e smarrito scuoti il capo, a fatica e incredulo ti rialzi, pensi di essere morto, ma non è così...
            Hai fatto molta strada e senza guardare le difficoltà che bastardamente ti ha messo di fronte, hai avanzato comunque, certo che quella fosse la strada giusta. Malgrado le voci esterne, il tuo sesto senso e la paura ti dicessero: "Fermati, stai sbagliando"... Tu, non ti sei fermato.
            Sei stupido?
            No, hai semplicemente creduto in qualcosa che non esisteva affatto, se non nei tuoi "Volere". Purtroppo, come ogni cosa inesistente, tenuta in piedi solo da un sentimento a senso unico, prima o poi, con crudeltà, ti mostrerà la verità e scomparendo, ti farà aprire bruscamente gli occhi gridandoti: "alt"!
            Ecco che smetti di lottare con tutto ciò che ti circonda dando inizio ad una dura lotta con te stesso. Non contano più gli ostacoli, non c'è più una meta e tu sei completamente scarico, privo di energie e colmo di rabbia verso te stesso. Non hai capito, non sei stato capace di vedere e non hai saputo proteggerti. Provi dolore, delusione e ti domandi come ci sei arrivato fino a lì...
            Ti dico subito che non sarà facile riprendere il cammino, lasciare veramente in modo definitivo quella strada, ma senza rendertene conto inizierai a muoverti. Passo dopo passo collocherai ogni cosa al suo posto e per ognuna che dovrai estirpare da te stesso proverai un grande dolore.
            È proprio qui che tutto prende forma...
            Comincerai ad amarti davvero...
            a rispettarti come devi...
            a capirti, ascoltarti e a non commiserarti più.
            Ora conosci il prezzo della libertà e il diritto di essere se stessi!
            Qui comincia il tuo vero cammino...
            Ogni dolore, ogni sconfitta, ogni fallimento fa di te una persona maggiormente ricca e consapevole.
            Non rincorrerai più nessuno e sarai talmente veloce che per raggiungerti saranno gli altri a dover correre.
            Non ti scuserai più per errori che non ti appartengono e non aspetterai più le scuse di coloro che sono incapaci di capire il male che causano.
            Non aspetterai più nessuno e sarai talmente sfuggente che in molti ti aspetteranno invano.
            No... Non sei diventato insensibile, hai solo dato il giusto valore a te stesso!
            È qui che inizi a crescere...
            Sai cosa non accetterai più...
            Sai difenderti, proteggerti...
            e con una consapevolezza immensa di chi sei e cosa meriti, senza nemmeno accorgertene, con il sorriso, hai già intrapreso una nuova strada... Magari quella giusta!
            In bocca al lupo a tutti i guerrieri!
            Silvia Nelli
            Vota il post: Commenta
              Scritto da: Silvia Nelli
              Avessi capito prima cosa è la felicità, avrei perso meno tempo. Avrei capito che correre dietro l'impossibile era correre nella direzione opposta; perché la felicità è fatta di piccoli attimi, che seppur brevi sanno lasciare un segno dentro capace di restare infinito nel tempo. Avessi capito in tempo, avrei chiuso le mie mani per stringere più forte a me quelle piccole cose che invece mi sono sfuggite per trattenere il "niente". Avrei amato in modo diverso e più naturale non solo chi meritava, ma per prima me stessa. Se avessi capito che la felicità non è qualcosa che trovi, ma qualcosa che hai dentro... qualcosa che parte principalmente da te stesso e cresce grazie ai piccolissimi gesti, quelli costanti e veri... se solo avessi capito prima...
              Silvia Nelli
              Vota il post: Commenta
                Scritto da: Silvia Nelli
                Amo le sere d'estate... quelle dove seduta in disparte ti fermi a pensare e guardando le stelle le focalizzi come punti essenziali di te stessa. Quelle che sanno di salmastro che fa bruciare le ferite, quelle ferite ancora un po' aperte. Quelle sere dove non fai niente di eccezionale, ma dove niente sembra essere impossibile. Amo il bianco della luna perché mentre mi guarda pallida io dipingo in me i colori più belli e mentre il buio della notte mi circonda il mio dolore è sempre più lontano.
                Silvia Nelli
                Vota il post: Commenta
                  Scritto da: Silvia Nelli
                  Non resto più dove si aspettano che io resti. Da quando sono libera, ma libera veramente non mi fermo più al fianco di nessuno, amo camminare da sola. Il dolore, il male che mi hanno fatto ha sciolto tutta la dolcezza che era in me come acido, rendendo "crosta" indistruttibile il mio animo. Non sono cattiva, non ti tocco, non ti calpesto, non mi vendico... però nemmeno dimentico. Oggi sono una persona libera al 100% che non si mischierà mai più a nessuno. Io e la mia armatura abbiamo stretto alleanza e tu sei un "debole" e con i deboli non vogliamo avere a che fare mai più! Un tempo ci hanno distrutti... oggi con l'indifferenza e il distacco... distruggiamo!
                  Silvia Nelli
                  Vota il post: Commenta