Post di Silvia Nelli

Disccupata, nato giovedì 14 giugno 1973 a Pisa (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Umorismo, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritto da: Silvia Nelli
Ho sempre affrontato la vita in modo diretto. Non mi sono mai permessa di sputare su qualcuno se non avevo le basi per farlo e soprattutto non ho mai scaricato i miei problemi e le mie frustrazioni sugli altri. I miei errori erano i miei errori. I miei limiti erano i miei limiti. Le mie problematiche erano le mie problematiche. Io non ho mai fatto finta di non vederle per non affrontarle, ma le ho guardate dritte in faccia in modo molto più duro di quanto loro si fossero presentate di fronte a me! Le ho affrontate, combattute e superate. Facile!? Non c'è nulla di facile nella vita cazzo!? È tutta una battaglia, dove devi restare in piedi per forza se non vuoi morire e io di morire non ne ho mai avuto la voglia. Non mi sono mai permessa di sputare cattiveria, veleno, frasi di merda verso altre persone solo perché non volevo ammettere i miei errori, perché non volevo riconoscere i miei problemi! Questo è il modo più stupido e banale di far finta di non vedere. Questo è il modo più infantile di negare a se stessi il problema e ne attribuiamo la colpa agli altri. Ma agli altri chi!? Credete che chi ha affrontato e superato non abbia avuto una vita difficile? Che tutto gli sia stato regalato!? I problemi non li avete avuti solo voi!? "Una vita di merda" è spesso qualcosa che rispecchia tutti, me per prima... ne ho fatte di scalate cazzo! Ne ho buttate giù di barriere per fare le guerre più importanti, quelle con me stessa! Io mi sono distrutta per ricostruirmi migliore e l'ho fatto con le mie forze, con le mie capacità senza piangermi addosso, senza dare agli altri le colpe dei miei fallimenti! Perché se siamo falliti nella vita è perché abbiamo usato troppo la lingua e poco il cervello! Pensateci prima di sparare a zero su qualcuno che nemmeno conoscete... pensateci. Perché mentre voi sparate a raffica credendo di colpire, quelle come me sparano una sola volta e credetemi... non vi rialzereste più! Non provocate mai persone che non conoscete, occhio... potreste imbattervi in una verità scomoda... come il capire che c'è chi nella vita ha affrontato cose peggiori delle vostre e le ha sapute superare alla grande! Stateci lontani da quelle come me, perché vi faranno sentire ancora più! Piccoli".
Silvia Nelli
Composto sabato 4 marzo 2017
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Silvia Nelli
    Ricordati di me anche quando sarai distratto dal corri corri quotidiano. Ricorda di darmi un bacio appena rientri a casa, perché sicuramente lo attendo da quando sei uscito. Ricordati di me anche quando non hai fame, quando non ci sarà da stirare nessuna maglietta e anche quando i pensieri si addenseranno a tal punto da riempirti la mente. Ricordati che prima di cercarmi non dovrai mai smettere di sentirmi dentro, perché in questo modo saprai sempre come raggiungermi. Non dimenticarti di me quando sarò più silenziosa, distratta e magari nervosa... mi basterà un silenzioso abbraccio per sentirmi capita. Tu ricorda sempre che saper "ascoltare" è la strada giusta per potersi "capire".
    Silvia Nelli
    Composto giovedì 2 marzo 2017
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Silvia Nelli
      Ti ho visto andartene poco a poco. In modo leggero e lento, ma uniforme ti sei spento sul mio volto. Non mi sono nemmeno resa conto di ciò che stava accadendo. Non ricordo l'esatto momento in cui hai iniziato a morire, ma mi sono accorta della tua assenza. Era buia la mia strada, senza luce il mio volto e poche le capacità di reagire. Poi un giorno mi sono domandata "Perché"! ? Ho trovato milioni di risposte, ma nessuna di esse ne valeva la pena, nessuna di loro poteva valere "Perderti"! È in quel preciso istante, proprio sentendomi "Stupida" che sei affiorato di nuovo sul mio volto. Con ironia e tra le lacrime, quello è stato l'esatto momento in cui ho cominciato a riappropriarmi di te. Ben tornato a casa sorriso.
      Silvia Nelli
      Composto mercoledì 1 marzo 2017
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Silvia Nelli
        Mi fate un po' pena. Quante storie inventate solo perché non avete le palle e il coraggio di chiedere le cose ai diretti interessati. Perché siete codardi nell'ammettere le vostre "seghe mentali" e i "maniacali film" che vi create. Siete marci dentro a tal punto da leccarvi il culo davanti e infamarvi dietro. Ma non vi fate mai un po' pena!? A me ne fate tanta... soprattutto quando vi vedo così "piccoli" cercar di screditare e distruggere i "grandi"! Guardatevi per voi e smettetela di criticare chi anche sbagliando rimane pulito a differenza di voi che sbagliate volutamente e poi pretendete di sporcare gli altri con i vostri errori!
        Silvia Nelli
        Composto mercoledì 1 marzo 2017
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Silvia Nelli
          Ho odiato i pazzi e i folli e pazza e folle sono diventata. Ho criticato i solitari per poi finire ad amare la solitudine. Ho vissuto per ciò che potevano pensare gli altri, per poi capire che l'unica cosa che conta era il mio di pensiero. Ho rinunciato a milioni di cose per non ferire nessuno, ma poi ho capito che se ciò che voglio mi è lecito devo prendermelo. Ho vissuto anni interi a riflettere... Adesso vivo seguendo l'istinto, il cuore e tutto ciò che la mia persona sceglie di seguire. Il resto del mondo può anche guardare e criticare alle mie spalle... Tanto niente mi sfiora più!
          Silvia Nelli
          Composto martedì 28 febbraio 2017
          Vota il post: Commenta
            Scritto da: Silvia Nelli
            La vita ti ha trascinato via come un fiume in piena e ti ha fatto sbattere contro rive e sponde che non avevi mai né visto né conosciuto. Le hai esplorate comunque e malgrado le difficoltà hai saputo adattarti ad esse, trovando il modo di sopravviverci. Pur sapendo che non era la meta definitiva, ci hai vissuto così a lungo da arrivare quasi a sentirle tue. Ora, in alcuni tuoi lati non sai riconoscerti, ti cerchi, ma non trovi più quelle porte che un tempo bastava riaprire, varcare e rispolverarne il contenuto. Quelle porte sembrano sparite e tu devi fare i conti con ciò che al loro posto hai plasmato, lasciato crescere e diventare parte di te.
            Silvia Nelli
            Composto lunedì 27 febbraio 2017
            Vota il post: Commenta
              Scritto da: Silvia Nelli
              Quando la vita ti fa a pezzi, non tornerai mai come prima. Ci sono cose che cambiano dentro a tal punto che indietro non si torna. Puoi sforzarti fino ad ucciderti quasi, lo vuoi, ci credi... ma ciò che di te è morto non rinasce. Quando fatti e persone si portano via i lati più belli di te, puoi solo far tesoro di ciò che di te resta e cercare di usarlo al meglio per essere almeno una "bella persona". Un giorno forse troverò la mia pace, per adesso mi tengo il mio "inferno". In fondo in esso io ho imparato a viver bene... non voglio paradisi, non li merito. Non cerco compassione e nemmeno perdono. Io devo solo accettare che sono una persona diversa da ciò che ero un tempo e da ciò che tutti ricordano.
              Silvia Nelli
              Composto domenica 26 febbraio 2017
              Vota il post: Commenta
                Scritto da: Silvia Nelli
                Ne hai passate tante. Così tante che se guardi dietro quasi stenti a credere di essere tu quella persona che oggi sorride spensierata. Avevi così paura di uscire di nuovo allo scoperto... Chiunque avrebbe potuto notarti e ferirti di nuovo e ogni piccolo passo fatto i avanti sarebbe andato perso. Sei sempre stata una persona in gamba e una testa calda con una fortissima personalità. Oggi senti che ogni cosa è più leggera e tutto ciò che pesava è come scomparso nel niente. I fantasmi, i ricordi dolorosi, i falsi amori e le persone ipocrite non fanno più parte quasi nemmeno dei tuoi ricordi. Adesso hai qualcosa di bello da sognare, qualcuno di meraviglioso a cui pensare e una vita che è finalmente cambiata in meglio. Hai aspettato fiduciosa/o che la ruota girasse anche per te e adesso che ha girato un po' nel verso giusto non vuoi più spendere energie per trattenerti, nasconderti e pensare a ciò che ti ha ferito. Sarebbe continuare a trascinarsi dietro momenti e pensieri sbagliati che rallenterebbero solo ciò che adesso merita di prendere il volo... Tu compreso.
                Silvia Nelli
                Composto venerdì 24 febbraio 2017
                Vota il post: Commenta
                  Scritto da: Silvia Nelli
                  Ci siamo sentiti dire che "non valiamo niente"! Che siamo perdenti e falliti! Ci siamo sentiti dire che rosicavamo di brutto e ci siamo sentiti caricare sulle spalle colpe e storie che non ci sono mai appartenute! Ci siamo arenati a momenti, increduli di tanta vigliaccheria e cattiveria. Ci siamo un po persi e a volte anche arresi nell'attesa che i finti "grandi" si dimenticassero di noi. Peccato però che non abbiamo saputo aspettare a lungo e ci siamo rialzati. Incattiviti, ma decisi a proseguire. Guardateci! Guardateci adesso dal vostro "basso" trono quanto stiamo volando in alto. Pieni di luce, di gioia e di serenità. Guardateci, mentre tornando a vivere nemmeno ricordiamo di avervi incrociato nel cammino e se mai ci tornaste alla mente, potremo solo dirvi "grazie! Ci avete reso più forti e migliori"!
                  Silvia Nelli
                  Composto giovedì 23 febbraio 2017
                  Vota il post: Commenta
                    Scritto da: Silvia Nelli
                    Sono una specie di scoglio, di quelli che restano inermi di fronte al mare impetuoso. Assorbo il salmastro della vita che s'imbatte su di me, il freddo delle acque che hanno gelato il mio cuore e lascio che il bagnato delle lacrime mi scivoli addosso per tornare da dove è venuto. Pochi quelli che lasciano qualcosa, che sanno trattenere e fare in modo che io abbia voglia di trattenerli. Alla fine, solo una persona ha saputo essere l'onda maestra in grado di spostare anche di poco lo scoglio... penetrarvi all'interno e restare.
                    Silvia Nelli
                    Composto martedì 21 febbraio 2017
                    Vota il post: Commenta