Questo sito contribuisce alla audience di

Post di Silvia Nelli

Disccupata, nato giovedì 14 giugno 1973 a Pisa (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Umorismo, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritto da: Silvia Nelli
Non ho spazio per altre ferite, ormai sono piena di cicatrici. Nel poco spazio rimasto riesco ancora a sentire il suono della serenità che ha saputo suonare in me "il ritrovarmi". È troppo chiedermi di metterla nuovamente a rischio, troppo presto credere che ancora possa concedere "il meglio" che ho dentro. Mi sento come se non avessi più niente da dare agli altri, ma quel poco che mi resta me lo tengo stretto al cuore. Amando ci ho perso le cose più belle che una persona possiede: la capacità di sognare, di credere e di sperare. Ho perso un lato di me infinitamente romantico, la voglia di guardare un orizzonte lontano con gli occhi di qualcun altro. Ho perso la dolcezza di un gesto, le parole rassicuranti e la calma di chi pazienta. Amando me stessa e ritrovandomi, ho guadagnato la mia stima, il sapermi difendere e non dimenticare chi ero! Ed è proprio perché so chi ero, per tornare ad esserlo devo avere di fronte a me qualcuno di decisamente straordinario e meritevole di ciò che gli viene concesso e mostrato. Sono tornata alla luce per me stessa e non perché qualcuno possa trascinarmi ancora nell'oscurità.
Silvia Nelli
Composto domenica 27 agosto 2017
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Silvia Nelli
    Ho camminato spesso in base a cosa volevano gli altri. Ho percorso la mia vita condizionata dal pensiero della gente, dal fatto che dare "Cattivo esempio" era qualcosa che ti segnava a vita. Ho vissuto terrorizzata da un giudizio non consono nei miei confronti, un giudizio che nasce da occhi invidiosi, da anime piene di pregiudizio verso chi ragiona leggermente diverso da loro e da bocce superficiali. Non ho ricevuto del bene nemmeno in questo caso. Anzi, essere buona, disponibile, educata mi ha solo penalizzata. La mia disponibilità veniva usata e sfruttata. La mia dolcezza e fragilità usata contro di me. La mia educazione a farmi piangere quando mi imbattevo in arroganza e cattiveria. Ecco che ad un certo punto sono esplosa. Ho alzato le mie braccia al cielo e con tutta la voce che avevo in gola ho detto "Basta! Adesso basta"! L'ho gridato così forte che me lo sono sentito scendere nell'anima e cominciare a scorrere fin dentro alle vene! Ho voltato pagina, ma l'ho voltata veramente! Ho preso la prima parte del libro della vita e l'ho strappata, scegliendo di proseguire il mio cammino, stringendo tra le mani solo le pagine bianche ancora da scrivere. Ho alzato muri, mi sono imposta regole e non rimuovo nulla di ciò che l'esperienza mi ha donato! Tutti bravi a dire che hanno l'animo sensibile, ma poi non sono disposti a rispettare la sensibilità altrui. Tutti perfetti nel dire che sono "Chiusi" e stanchi di sbagliare e che non si deve giudicare i loro atteggiamenti, modi e ragionamenti... Ma quanti di loro sono disposti a capire che anche dietro ai tuoi di modi e atteggiamenti, dietro al tuo fare un po distaccato, al tuo esprimerti duro e quasi aggressivo si nasconde un bisogno disperato di non far più capire a nessuno che un dolore, un piccolo dubbio e una paura ti sta attraversando. La verità è che quella "Me" ancora esiste e credetemi è più bella di prima, ha solo imparato a difendersi, a mostrare certe cose di se stessa solo a chi dimostra di non fermarsi a ciò che vede in superficie, ma prova a capirne il senso e la ragione. Purtroppo ogni volta che qualcuno non lo fa e se ne va per "Apparenza" mi indurisco ancora di più. L'esperienza cambia dentro, modifica, addormenta alcuni lati di te perché nessuno possa giocarci più, ma non muoiono. Loro restano vivi sotto chili di cocci, di parole sbagliate, pensieri non giusti, ma la sotto a tutto questo tu ancora esisti. Il meglio di te ancora esiste e mentre ne sei cosciente, speri che qualcuno prima o poi sappia vederlo e tu possa di nuovo dargli luce e splendore come merita. Perché te lo meriti!
    Silvia Nelli
    Composto sabato 26 agosto 2017
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Silvia Nelli
      Te lo dirò domani se eri importante oppure no. Te lo dirò domani, quando al mio risveglio, anche la rabbia e la forza che ho indossato oggi mi avrà lasciata sola. Te lo dirò domani se percorrerei strade sconosciute per venirti a cercare e a riprendere. Te lo dirò domani se la tua assenza potrà portarmi alla pazzia. Tu intanto dimmi: Cosa ero per te!? Un momento diverso? Un attimo di pace nella tua tempesta interiore? Oppure un punto interrogativo a cui non hai più voluto rispondere. Magari, me lo dirai domani, ma io domani non ci sarò... Io te lo dirò domani il peso che il nostro distaccarci ha procurato... Domani... Si! Domani avrò nuovi occhi, forse bagnati di lacrime. Avrò un sorriso in meno, ma non sarò priva di coraggio... Domani, domani è un nuovo giorno... Il primo senza te.
      Silvia Nelli
      Composto venerdì 25 agosto 2017
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Silvia Nelli
        Comincio a guardare molte cose in modo diverso: cose, situazioni, atteggiamenti e persone. Comincio a non cadere più molto in basso nemmeno quando ci tengo veramente perché se chi ho di fronte ci tiene a me non mi permetterebbe mai di scendere sotto a quel limite consentito alla mia dignità. Ho cominciato a non perdermi dietro corse impossibili. Ho imparato a non spiegare troppe volte qualcosa che qualcuno aveva deciso fin dall'inizio di non capire. Ho scelto di lasciare a ognuno le sue conclusioni, perché chi ci tiene e ha capito qualcosa di te a quelle conclusioni non arriva mai da solo. Comincio a vedere finalmente più spazio attorno a me, a respirare aria più pulita e mi sento soffocare meno da presenze negative che rabbuiavano la mia giornata. Sensazioni e stati d'animo che a lungo andare incupivano la mia vita. Ho cominciato a non voltarmi più indietro. Indietro ci sono pezzi di me lasciati appesi a cuori superficiali e menti ottuse. Dietro di me ci sono strade sbagliate e persone indifferenti. Ho imparato ad avere solo una direzione e quella direzione si chiama "avanti". Non seguo più, tanto meno inseguo... nessuna pretesa di essere seguito o inseguito, ma chi mi ama solo non mi lascia, chi cambia direzione con futili motivi non mi ha mai amato. Ho conosciuto il male e l'ho stretto tra i denti per anni... ho conosciuto la cattiveria e me la sono sentita come un abito per molto tempo, ma non ho mai scelto di indossarla. Poi... ho conosciuto il bene ed ho imparato ad apprezzarlo. Mi ha insegnato cosa significasse amarsi e scegliersi ogni giorno per poter essere sereni e in pace con se stessi ed ho imparato a non farne più a meno. Ecco perché nessuno mai mi toccherà nel dirmi "chi sono e come sono" perché solo io so chi sono e come sono veramente. Chi "crede di sapere" sarà sempre solo una presenza di passaggio nella mia vita. La mia vita non sarà mai più fatta di chi crede di sapere chi sono, ma di chi sa chi sono perché ha voluto conoscermi veramente.
        Silvia Nelli
        Composto domenica 20 agosto 2017
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Silvia Nelli
          Chissà dove si trova il luogo in cui veramente voglio andare. Quel luogo che nella mia mente è disegnato in modo così chiaro. Sapete, è un mondo semplice. Di quei mondi non troppo luccicanti e vanitosi. Un mondo dove si ama e a volte anche si litiga. Dove ci sono giorni di sole e gioia alternati a giorni un po bui e poco sereni. Un mondo dove un sorriso ti riempie lo stomaco a tal punto da non farti desiderare altro. Un mondo dove una birra su una spiaggia lascia un sapore diverso. Quel sapore che ti fa credere che se certe sensazioni esistono allora quel mio mondo sconosciuto non è poi così irreale. Io lo so che quel mondo esiste... Mi è capitato di visitare mondi simili e crederli all'altezza. Ho conosciuto mondi che non gli assomigliavano nemmeno un po e altri che sembravano perfetti... Sembravano. Prima o poi, questo mio vagare e attendere mi porterà nel posto giusto dove quel mondo che tanto ho sognato, specchiandosi dentro due occhi sconosciuti, prenderà vita.
          Silvia Nelli
          Composto venerdì 18 agosto 2017
          Vota il post: Commenta
            Scritto da: Silvia Nelli
            Ricordatemi quanto bello sia sorridere. Anche poco, anche con difficoltà, ma il prezzo di un sorriso non è ancora stato stabilito e questo perché probabilmente un prezzo non lo ha. Ricordatemi quante volte la vita mi abbia messo in ginocchio e quante volte io abbia trovato modo, tempo e forza per rialzarmi. Ricordatemi che il sole è qualcosa che sorge sempre e solo dopo la notte, quindi per ogni momento buio saprò farne sorgere uno pieno di luce. Ricordatemi che il tempo non mi viene restituito, così laddove mi rendo conto che lo sto "perdendo" saprò riprendermelo e dedicarmelo. Ricordatemi che la vita è amarsi e solo dopo trovare qualcuno da amare e che ci ami.
            Silvia Nelli
            Composto giovedì 10 agosto 2017
            Vota il post: Commenta
              Scritto da: Silvia Nelli
              Il percorso che facciamo, la vita, le esperienze ed ogni cosa che viviamo ci porta a nascondere molte cose di noi. Ci porta a sotterrare quei lati con cui troppo spesso le persone hanno giocato. Sotterriamo nel posto più nascosto di noi tutto ciò che potrebbe diventare gioco e arma nelle mani di chi abbiamo di fronte. Malgrado quella parte di te ti manca e ti manca in modo pesante, la lasci là... in quell'angolo perché adesso per te "proteggerti" sentirti al sicuro è più importante. Poi... un giorno qualcuno ti guarda in un modo un po diverso, sorride in un modo unico e quel qualcosa comincia a ballarti di nuovo dentro, ma tendi a non ascoltarlo. La verità è che solo chi davvero sa guadagnarsi ciò "che eri" potrà goderne, facendo in modo che "ciò che eri" possa tornare ad essere "ciò che sei"!
              Silvia Nelli
              Composto martedì 8 agosto 2017
              Vota il post: Commenta
                Scritto da: Silvia Nelli
                Sì! Io sono una di quelle persone che si arrabbia. Non posso farci nulla. Quando qualcosa mi tocca dentro e mi ferisce io lo dico. Non penso ai modi e ai toni, semplicemente esce! La vera natura di una persona, nel bene e nel male è bene vederla subito. Io amo sapere con chi ho a che fare, per questo cerco la stessa cosa in chi ho di fronte!
                Silvia Nelli
                Composto giovedì 3 agosto 2017
                Vota il post: Commenta
                  Scritto da: Silvia Nelli
                  Sono la prima a piangere per una cazzata, ad isolarmi se non capita o ad arrabbiarmi per una sciocchezza. Sono la prima a sentire rabbia per un gesto mancato, per una parola di troppo e sono sempre pronta ad alzare muri e stati d'animo difensivi. Sono la prima ad avere un carattere difficile e spesso incomprensibile. Ma c'è una cosa di me che non cambierei mai ed è quella mia capacità di capire i modi "sbagliati" di altri. A cercare di capire da dove nascono e ad andare loro incontro. Fino a quando il mio "comprendere" loro non diventa un "dimenticarmi" di me.
                  Silvia Nelli
                  Composto giovedì 3 agosto 2017
                  Vota il post: Commenta