Le migliori frasi di Silvia Nelli

Disccupata, nato giovedì 14 giugno 1973 a Pisa (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Poesie, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Silvia Nelli
Mi capita di vedere persone che si arrendono, si lamentano di tutto. Lamentarsi, piangersi addosso a niente
serve. Lottare, migliorarsi, cercare di cambiare e di riuscire... Questo è quello che si dovrebbe fare. Anch'io ho camminato su terreni impraticabili, ma ho sempre lottato per ritrovare terreno solido e fertile per i miei sogni!
Silvia Nelli
Composta sabato 17 giugno 2000
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Silvia Nelli
    Nella vita ho imparato a voltare le spalle a chi reale faccia non ha. Ho imparato a non darmi pene che non mi riguardano, soprattutto per chi per me mai se le è date. Ho imparato che spesso più dai e meno ricevi e che il peso delle parole ha un'importanza limitata a seconda della bocca dalle quali escono. Ho imparato a vivere meglio e per chi merita. A dare il massimo e a togliere tutto se lo ritengo sprecato.
    Silvia Nelli
    Composta lunedì 7 novembre 2011
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Silvia Nelli
      I lecca culo non li ho mai tollerati e nemmeno quelli che sembrano fatti con lo stampino. Hanno le stesse frasette per tutti. Lo stesso smielato sorrisino, il cuoricino e la parolina di convenienza! Nauseante questa cosa, credo che nemmeno a quindici anni una persona intelligente si comporti così. Povera gente, questa è gente che prova a dare fregature a raffica ma l'unica cosa che sa fare è prendere tanti calci in culo!
      Silvia Nelli
      Composta giovedì 28 novembre 2013
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Silvia Nelli
        Ogni tanto prova a chiudere gli occhi e a tornare indietro nel tempo. A tornare bambino. A ricordarti quanto facile era superare i dolori, i litigi e le incomprensioni. Ricordati che amare e rispettare erano le cose principali, anche dietro bizze e dispetti. Era facile allontanarsi e altrettanto facile riavvicinarsi. Era spensieratezza e l'unico pensiero era giocare. Erano belli quei momenti e dovremmo ogni tanto ricordarli, riassaporarli e rimetterli in atto. Mentre oggi si rispettano le cose e si usano le persone. Si perdona chi ci conviene e si calpesta chi ci vuol bene. A parole siamo tutti grandi persone, ma la maggioranza poi pecca di assoluta assenza di fatti.
        Silvia Nelli
        Composta venerdì 9 ottobre 2015
        Vota la frase: Commenta