Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie anonime migliori


Scritta da: Andrea Manfrè
in Poesie (Poesie anonime)

Sogno di libertà

Sogno spesso un luogo
privo di barriere e di confini,
senza gabbie, sbarre o catene.
Un luogo dov'è assente la tradizione
e la vita al presente si vive,
senza ancore nel passato,
con ogni ora, ogni giorno agli altri non uguali.
Un luogo nel quale, per il futuro, sono ignoti desiderio e bramosie.
Sì, quello che sogno è un posto dove si ama
senza condizioni e senza possedere,
dove non ci schiavizzano leggi, famiglia o riti,
idoli, miti o dei.
Già, sogno sovente un mondo dove gli umani sono liberi:
Liberi di stare da soli o tra la folla,
di abitare in mezzo al deserto,
in collina o sulla montagna,
senza chiedere il permesso o grazia
né rendere conto a chicchessia.
Liberi di solidarizzare con ciascun sofferente
o di stringere al petto tutti,
proprio tutti i viventi,
senza traccia di scelta né distinzione.
Liberi di fare l'amore
con chi ci piace e a cui piaci.
Liberi di volare con la mente,
senza impedimenti di sorta,
sul concreto e sull'astratto,
sulla terra, lassù in cielo
o nell'Infinito senza tempo.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anonimo Anonimo
    in Poesie (Poesie anonime)

    Manuale per dimenticare

    Odiala, odia tutto ciò che c'è stato. Odia tutti i bei momenti, odia i tuoi sentimenti, odia tutto il contorno e l'essenza di quello che accade. Odia i suoi ragionamenti, i suoi modi di fare, il modo di dirti le cose senza pietà... odia tutto quell'affetto che c'è stato, odia la delusione, odia ciò che per te è stato. I sorrisi buttali giù da una rupe, pensa al suo modo meschino e infame che parla di te, che ti sputtana, che sputa dove ha ben mangiato. Impara a esserle estraneo, impara a seguire gli amici che sono una delle poche sicurezze, dimentica il suo modo di consolarti e impara a gestire il tuo pensiero... guidalo verso nuove mete, nuovi tempi in cui tutto tornerà ad essere magico. Ricordi? Ricordi i momenti in cui eri felice? Con o senza lei, la felicità è lì dietro l'angolo lontano dai ricordi.
    Sappi che lei non apprezza nulla di ciò che è stato, sappi che lei ti odia più di quanto non lo stai facendo tu. Porta la tua vita, il tuo diamante al vecchio splendore... non mostrarti sporco, purificati da tutto quel letame e vedrai che inizierai a sorridere ancora. E poi il destino è meschino per tutti... non potrà sempre andarti male, anche tu avrai la tua occasione per farti odiare ancora di più. Non vivere con questa speranza però... dato che la vendetta può arrivare anche non dalle tue mani, sappi vivere con questo ricordo imparandolo a dimenticare e forse un domani anche la tua voce avrà il rispetto che merita.
    I segreti che conservi, i bei momenti che lei ha completamente cancellato, tienili ben nascosti e mostrali solo ai tuoi sogni, perché è lì che devi iniziare a costruire le fondamenta di tutto ciò che ci sarà. Segui la tua strada, rafforzati di questa esperienza e vedrai che tutto risplenderà.
    Vota la poesia: Commenta
      in Poesie (Poesie anonime)
      Io che scrivo queste righe
      Io che nascondo le mie vergogne
      nel baule dorato che ho di fronte
      Io che viaggio,
      viaggio ma non arrivo mai alla meta
      Io che scrollo le spalle e mi innalzo in volo
      Io che mi specchio nell'egoismo degli altri
      e nell'altruismo dei pochi
      e non so cosa scegliere
      Io che conto poco
      Io che non so contare
      Io che cucio le asole a vecchi ricordi
      Io che cerco e seguo le ragnatele
      sul soffitto della mia mente
      Io che mi addormento alla loro ombra
      sottile e leggera
      Io vita
      Io morte
      Io presente, passato, futuro.
      Io tutto io niente.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Angela Fanizza
        in Poesie (Poesie anonime)
        Primo passo

        Speri che tutto sia cambiato...
        speri di incontrare quella persona che non hai mai conosciuto
        o che almeno non ricordi più,
        ma sono speranze buttate al vento,
        hai di fronte la persona di sempre, insensibile ed indifferente.
        Ti fa soffrire ma non ci puoi fare niente...
        E troppo per te, è tutto inutile.
        La sofferenza è sempre in agguato e tu non puoi evitarla,
        ma ecco che ti ha raggiunta e ti salta sulle spalle
        è insopportabile eppure ci devi convivere...
        devi imparare ad amarla...
        devi essere coraggiosa
        altrimenti la paura si impossesserà di te...
        Fai tu il primo passo.
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Giuseppe Canfora
          in Poesie (Poesie anonime)

          Tramonto negli occhi

          Quando, solo, in riva al mare,
          in una quasi divina contemplazione,
          osservi l'orizzonte, dove in un unica linea,
          il mare termina, per dare spazio a tutta la
          grandezza della volta celeste;
          ed il sole,
          ormai stanco di un'altra giornata di vita,
          sembra quasi adagiarsi
          su una superficie fatta di niente,
          ti senti stregato da un tramonto marino,
          misto sensuale di colori,
          erotica unione di eventi indomabili.
          La gioia di questa visione affascina
          e conquista...
          Eppure il tuo cuore è saturo di tristezza,
          inspiegabilmente, sei avvolto da un alone di amarezza,
          che solo le cose grandiose
          possono offrirti.
          Ed è per questo motivo che vederti,
          con occhi iniettati di sangue,
          pieni di lacrime,
          di un colore molto più marino del mare stesso,
          e udire la voce tremante, quasi a rendere
          sonora una pigra superficie marina
          mossa solo da una leggera brezza,
          c'è tutta l'essenza di un tramonto,
          in un'unica e sincrona danza di luci e colori.
          Questo è solo un modo per dare senso a tutte le proprie giornate...
          Aspettare pazientemente un nuovo, romantico,
          ma ahimè triste,
          incontro tra luce e tenebre,
          ed avere la certezza che ogni nuovo imbrunire sarà diverso,
          diverso da ogni altro.
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: PAOLO PASSAROTTO
            in Poesie (Poesie anonime)

            100

            100... sono... 100
            100 sono le maschere di cera
            Mi guardano con i loro occhi vuoti
            Mi osservano silenti con il loro sguardi finti
            Sono sempre in attesa di un'anima da catturare
            Aspettano silenziose, appese al lungo corridoio dalle pareti color porpora

            100... sono... 100
            100 sone le maschere di cera
            Silenziose mi guardano ogni giorno
            silenzioso le guardo ogni giorno

            è difficile la scelta

            Oggi chi voglio essere
            il timoroso, il burlone, l'assassino
            l'ultima decisione e sempre la migliore
            La prendo e mi preparo. Lo specchio rivela il mio essere
            Cupo, insensibile, senza moralità
            Stasera il mondo è mio
            stasera il mondo sono io.
            Composta domenica 17 maggio 2009
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Nastjia
              in Poesie (Poesie anonime)

              A te

              La verità
              È che ti starò accanto
              fino all'ultimo respiro.
              Da lontano veglierò il tuo sonno irrequieto.
              Amerò i tuoi tramonti
              e nelle aurore del giorno
              Raccoglierò la tua immagine
              Ormai impressa nei miei occhi.
              La verità è che ti sarò accanto
              Fino all'ultimo battito del mio cuore,
              Separata da te ma in te racchiusa
              Lontana da te ma con te indivisa.
              La verità è che ovunque vada
              A te tornerò
              A te sarò legata
              A te, solo.
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Bamby85
                in Poesie (Poesie anonime)

                Ricordi

                Cos'è per me un ricordo?
                È un pensiero custodito nei cassetti della mente
                È un ordigno pronto a esplodere in un angolo del cuore
                È un aliante che prende il volo quando l'anima si arrende
                È un filo, un appiglio a te legato quando lasci via libera al passato.
                Un ricordo è un'emozione che vive ancora sulla pelle
                e ti invade
                ti sorprende
                fino a coglierti di spalle.
                Composta sabato 18 gennaio 2014
                Vota la poesia: Commenta
                  in Poesie (Poesie anonime)
                  Ed io guardavo il mare dietro al profilo del tuo viso ed i tuoi neri capelli ondeggiavano al vento e coprivano i tuoi occhi. Quegli occhi che teneri scrutavano l'orizzonte come cercassero chissà cosa, forse proprio ciò che in quel momento guardava il tuo profilo.
                  Vota la poesia: Commenta