Le migliori poesie di Giorgio De Luca

Nato giovedì 27 luglio 1950 a Chieti (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Giorgio De Luca

Nel tempio della cultura (Il Vittoriale)

Ho camminato a piedi nudi
tra i cunicoli del Tempio.
I passi avevano paura di svegliarti...

Titubante ho bussato alla porta.
Mi seguivi silenzioso,
ne avvertivo la presenza...

Ti sei accostato al mio fianco
con espressione serena,
amichevole.

Ridiscendo lentamente
il fiume di emozioni.

Silenziosamente...

Senza far rumore...
Giorgio De Luca
Composta domenica 21 aprile 2002
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Giorgio De Luca

    L'estate il temporale portò via

    Tra le sue braccia soffocai,
    bambino,
    il disperato pianto.

    Stagioni di piogge
    l'alma ferisce,
    speranze tradisce.

    Più sognar potei,
    né luci vedere,
    voci ascoltare.

    S'aprì la porta...

    L'estate
    il temporale portò via.

    Vidi il mare,
    un bianco airone volare,
    gli occhi suoi brillare.
    Giorgio De Luca
    Composta domenica 13 ottobre 2002
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Giorgio De Luca

      Un attimo per capire

      Ho camminato sopra
      una crosta di terra
      senza trovare
      quel che cercavo.

      Ho chiesto a un bambino
      se sapeva di un posto
      nascosto nel cielo,
      è bastato un attimo
      per capire.

      Ha scritto una lettera
      di ghiaccio,
      si è sciolta sotto
      un tiepido raggio.

      Una luce mi fa strada
      nell'immensa valle del sole.

      Mi sono fermato:

      finalmente ho trovato
      quello che cercavo.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Giorgio De Luca

        Il dolore

        Punge al mattino,
        morde a mezzogiorno,
        divora la notte.

        Non s'accheta un solo istante.

        Piange l'usignolo...

        La recita sta per finire,
        cala il sipario.

        Non ci sono applausi,
        fiori, confetti.

        Silenziosa scende solitaria lacrima...
        Giorgio De Luca
        Composta sabato 6 ottobre 2007
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di