Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Dora Pergolizzi

Insegnante scuola infanzia, nato martedì 5 novembre 1963 a Messina (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Dora

A mia madre

Non voglio pensarti vecchia
tu non lo sarai mai
non voglio sapere che soffri
tu sei una roccia
se crolli tu crollo anche io
a chi mi aggrapperei
a chi mi rivolgerei
se tu cadessi?
Forte è una madre
agli occhi dei figli
ma adesso so,
che son madre anche io,
che questa forza
altro non è
che amore.
Dora Pergolizzi
Composta domenica 11 maggio 2014
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Dora

    Papaveri

    Guardo, dal finestrino
    di un treno in corsa
    il susseguirsi di prati fioriti
    Sparsi oltre i binari,
    tocchi di porpora,
    punteggiano distese
    di campi inariditi,
    fra i resti di una fortezza o dietro cancelli arrugginiti,
    con le dolci margherite e gli azzurri fiordalisi,
    rossi papaveri incendiano verdi sbiaditi
    donando al grigio dell'abbandono
    i loro accesi sorrisi.
    Dora Pergolizzi
    Composta martedì 20 maggio 2014
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Dora

      Mente e cuore

      Un giorno cervello e cuore discussero molto
      a chi di loro è meglio dare ascolto

      Il cuore disse: Tu sei troppo sensato
      ragioni sempre e non ti lasci andare

      Sei freddo, calcolato e misurato
      io invece mi lascio trasportare

      da emozioni, da forti sentimenti
      seguo l'istinto, vivo di attimi e momenti
      tu ti lasci sfuggire le occasioni

      con mille e più ragionamenti
      e poi alla fine non ne fai di niente.

      Il cervello rispose calmo e attento:
      tu si, cogli l'attimo e il momento
      ma poi ti trovi sempre a raccattare

      i pezzi, delusioni e illusioni

      che immancabilmente devo cancellare
      dai tuoi ricordi per ricominciare
      devo frenar le lacrime e incoraggiare
      cercare un motivo per continuare.
      Il cuor rispose allora dolcemente:
      la soluzione c'è sicuramente
      se io e te andassimo a braccetto

      un po' d'amore, un poco d'intelletto

      daremmo agli uomini la giusta proporzione
      che tanto quel che vince è sempre il cuore...
      Dora Pergolizzi
      Composta domenica 23 marzo 2014
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Dora

        Amarti

        Amarti e non potertelo dire
        nascondere i miei sentimenti dietro una falsa indifferenza
        tacere per paura di sbagliare
        amarti e non potertelo dimostrare
        zittire il mio cuore
        render muta la mia bocca
        Amarti e per questo sentimento
        sentirmi viva mentre lentamente muoio.
        Dora Pergolizzi
        Composta venerdì 11 gennaio 2013
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Dora

          Ad un attimo dal cielo

          Voglio accorciare la distanza che ci separa,
          volgo lo sguardo al cielo
          non ci sono strade da percorrere, spazio o tempo
          ...
          guardiamo le stesse stelle
          la luna è là... nel medesimo istante
          che i tuoi occhi la osservano
          seguiamo l'identica direzione
          e vedo ciò che vedi tu
          e ti sento accanto
          complice di questo incanto

          mentre nell'infinito mi perdo
          e so che tu farai lo stesso
          Ascolto il tuo pensiero
          che in parole si traduce
          mentre intanto la luce
          rischiara l'orizzonte
          e nasce un nuovo giorno e insieme, noi,
          distanti ma vicini
          ad un attimo dal cielo.
          Dora Pergolizzi
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Dora

            L'età più bella

            Piccoli pugni stretti
            occhi che annegano nel pianto
            bocche che chiedono
            è forse questa l'età più bella?
            Fragili e insicuri
            gocce che diventano oceani
            e soffi... uragani
            e forse questa la spensieratezza?
            No, non ti invidio tempo acerbo
            verde età dell'innocenza
            dove ogni sasso è monte
            e ogni passo fatica
            un distacco abbandono
            e una parola ferita
            Costano le cristalline risate
            per un piccolo premio
            Siete voi mondi incompiuti
            persi in spazi indefiniti
            sofferti vissuti
            che incideranno il passato
            in un tempo che verrà.
            Dora Pergolizzi
            Vota la poesia: Commenta