Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Dora Pergolizzi

Insegnante scuola infanzia, nato martedì 5 novembre 1963 a Messina (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Dora

Atto d'amore

Ho inalato il tuo respiro
mentre il mio sguardo rifletteva
il ceruleo specchio
dei tuoi occhi.
Ho confuso palpiti di cuori
che battevano all'unisono
fra affannati sussurri.
Ho intrecciato le mie mani alle tue
in catene indissolubili
e membra e corpi avvinghiati
mentre nella mia anima affondavi.
Ho sfamato il tuo bisogno
cibandomi di te
mentre il chiaror della luna
che curiosa ci spiava
le nostre ombre mischiava
nel sottofondo di note
e sospiri d'amore.
Dora Pergolizzi
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Dora

    Noia

    Noia, noia mortale, che fare?
    Mi uccidi in queste estati amare
    devono infin passare
    le lunghe ore
    sprecate, atipiche, bruciate
    da un sole impazzito e dall'apatia
    come colmare questi giorni
    lungi dalla quotidiana frenesia?
    Intrappolate in un tempo che non vivo,
    questo tempo che sa di eternità,
    le giornate scorrono lentamente
    su di un treno ad alta velocità.
    Dora Pergolizzi
    Composta giovedì 23 luglio 2015
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Dora

      Serenate d'estate

      Serenate d'estate
      gioiose, festose, chiassose
      fanno da sottofondo a notti afose
      notte... nottata incantata
      nottambuli i grilli
      che accordano
      strumenti stonati
      Pomeriggi assolati
      cantano le cicale
      con stridenti suoni
      le ali affilano
      su corpi accaldati
      ignaro colui che ode
      un canto di addio.
      Dora Pergolizzi
      Composta giovedì 9 luglio 2015
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Dora

        Cristalli di inquietudine

        Immergo le mani
        a trovar refrigerio
        nel cristallo
        di acque inquiete
        Breve è il sollievo
        tornano a bruciar
        le mie membra,
        illusione è attimo
        delusione è eterno
        come sperar di trovare
        momenti di equilibrio
        nell'agitato esistere
        Mentre barcollo
        su fili invisibili
        sospesi a mezz'aria
        fra sogni e realtà,
        traccio la strada
        all'incerto futuro
        immergendo il cuore
        in opachi cristalli
        di acque irrequiete.
        Dora Pergolizzi
        Composta lunedì 6 luglio 2015
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Dora

          Paura di essere felice

          Non nasce la felicità
          ma spesso muore
          contrita mi rende la vita
          questa morsa al cuore.
          Colpe non ignoro
          sorelle dei rimorsi
          sfuggo dal loro abbraccio
          allorché l'anima a morsi
          mi feriscon i ricordi.
          Adesso di struggente timore
          piena è la mia mente
          voglio indifferenza ad amore
          prigioniera eternamente
          di una felicità latente.
          Dora Pergolizzi
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Dora

            Sulle rive del tuo mare

            Ho imparato a camminare
            sulle rive del tuo mare
            a gustare sulle labbra
            il sapore del suo sale
            respirando il vento
            che soffiava sui campi
            aridi di sole e di abbandono
            Ho imparato ad amarti
            mentre in fretta crescevo
            odiandoti quando lentamente morivo
            a fingere di poter fare a meno
            di stare bene qui, dove mi trovo
            Ma basta un'immagine
            che riaccende memorie
            a far rinascere la nostalgia
            Tornerò, passati luoghi di un'infanzia
            nei miei ricordi o forse nei miei sogni
            con la mia ostentata indifferenza
            per alleviare al cuor la sofferenza.
            Dora Pergolizzi
            Composta venerdì 24 aprile 2015
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Dora

              Profumo di sole

              C'è il profumo del sole sulle onde del mare
              su una spiaggia abbandonata
              sul muro scrostato
              sul bollente selciato
              c'è l'odore del sole
              sulle scale di casa
              su lenzuola stropicciate
              sui panni stesi, attorcigliati
              abbracciati dal vento
              c'è l'aroma del sole sulle tue mani screpolate
              sul tuo viso abbronzato
              sulle tue labbra arricciate
              c'è il profumo del sole
              sul mio gatto addormentato
              sopra quel raggio che penetra
              da una finestra socchiusa
              C'è il profumo del sole
              nelle mie sere, affacciata
              mentre guardo la strada
              e respiro inebriata
              l'ultimo sospiro
              di quel sole che muore.
              Dora Pergolizzi
              Composta mercoledì 22 aprile 2015
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Dora

                Di ombre e di luce

                Siamo ombre
                di un passato senza luce
                visi senza sorrisi
                forme oscure
                proiettate su percorsi vissuti
                ritratti evanescenti
                che si nutrono di sole
                ma bagliore non hanno.
                Voglio distendermi
                all'ombra della vita
                di immagini fatte di buio
                che mi vivono accanto
                ombre che precedono
                chi le ha generate
                oscurandone i passi
                togliendo luminosità
                riflettendone l'anima.
                Avanzo calpestando
                la mia presenza oscura
                proseguendo insieme
                finché il mondo avrà chiarore
                fino a quando la notte
                entrambe inghiottirà.
                Dora Pergolizzi
                Vota la poesia: Commenta
                  Scritta da: Dora

                  Magia di una notte

                  Quando il cielo con il mare si fonde
                  e la luna danza sulle sue onde
                  vedo stelle, luminose, infinite
                  ad illuminar le acque nere e profonde.
                  È tutto un manto di raso scuro
                  trapuntato di luci sfavillanti
                  piccole sfere come diamanti
                  ed è lì che lo sguardo si perde
                  mi sento piccola, inutile, inerme.
                  L'universo mi circonda e mi avvolge
                  in un abbraccio di luci e di ombre.
                  Nella notte fra magia e mistero
                  l'anima mia si tinge di nero
                  in questo mondo fra la vita e la morte
                  che all'ignoto apre le porte
                  racchiusa sto, in una sfera ovattata,
                  fra pareti di cielo di questa calda nottata.
                  Dora Pergolizzi
                  Vota la poesia: Commenta