Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Dora Pergolizzi

Insegnante scuola infanzia, nato martedì 5 novembre 1963 a Messina (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Dora
Sono andata a letto che ero una bambina
mi son destata un'adolescente
sono uscita percorrendo la mia strada
e mi sono ritrovata adulta
mi sono fermata a riposare ed ero già
una donna matura
adesso torno a casa che ho quasi 50 anni
ho paura di addormentarmi e svegliarmi anziana

La vita passa i n fretta e non te ne accorgi
solo ieri ero piena di sogni
adesso nella mia vita solo incubi
e la paura di assopirmi
e non riuscire a risvegliarmi.
Dora Pergolizzi
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Dora
    E ti rivedo ancora
    e stai li ad osservarmi muta
    come ogni notte
    triste, senza occhi e senza forme
    contorta, bianca evanescente
    e stai sempre lì dall'inizio del mondo
    a far compagnia alle stelle
    alla terra tua compagna d'avventura
    giri giri e mai ti giri ad ascoltarmi
    mi rivolgo a te quando sei storta
    , ti cerco se sei buia
    e piena di te a volte ti stagli
    che ore sono, è quasi l'una
    pietra vuota e senza vita
    ma che appari come dea
    nell'infinito solo se luce non c'è
    e rubi luce all'astro di fuoco
    e da lui ti lasci argentare
    bugiarda, tu oscura
    ti mostri lucente ma non lo sei di natura
    e io ti guardo da anni
    e non so se davvero ci sei
    o se solo inganni... ed io ti voglio.
    Dora Pergolizzi
    Composta domenica 14 marzo 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Dora
      E errando in cerca di me stessa,
      spesso mi perdo
      ma a che serve perdersi
      se non posso ritrovarmi
      a che serve ritrovarmi
      se ancora mi sento persa
      e in cerca di un passato che non ricordo
      in cerca di un futuro che non vedo
      e di un presente annebbiato
      vago, vago, vago...
      Dora Pergolizzi
      Composta domenica 14 marzo 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Dora

        La parola più bella...

        La prima parola che ho pronunciato
        quella che urlo se sono spaventata
        che sussurro se sono felice
        che invoco se sto male
        nella quale cerco conforto se sono scoraggiata
        che ascolto tutti i giorni
        perché così vengo chiamata
        la parola con cui mi rivolgo
        alla persona da me più amata
        Due sillabe facili da dire
        in tutte le lingue del mondo quasi uguale
        la parola più dolce da pronunciare...
        mamma, sinonimo di vita.
        Dora Pergolizzi
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Dora

          Caro papà

          Caro papà che da lassù mi guardi
          a te mi rivolgo quando sto male
          come mai ho fatto quando stavi quaggiù
          forse perché adesso so che vedi in me
          quell'anima che nascondevo per paura
          di sembrarti troppo debole
          ma che traspare quando tu da una stella
          osservi dentro di me
          e leggi i miei pensieri
          adesso che puoi farlo
          Ti auguro per questa festa
          in cui non ci sarai
          che il tuo ricordo
          rimanga sempre in me
          finché sarò del mondo
          e quando da te verrò
          potrò di nuovo dirti:
          Ti voglio bene!
          Dora Pergolizzi
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Dora

            Donna

            Donna che non ti lamenti
            che piangi quando nessuno ti vede
            e sorridi anche se vorresti gridare
            che curi figli, marito e e genitori
            che lavori fuori e dentro casa
            che non ti lasci andare anche quando vorresti farlo
            e resti anche se vorresti fuggire
            che curi il tuo aspetto per te e gli altri
            che perdoni chi ti fa del male
            che prendi sulle tue spalle tutte le fatiche
            che sei molestata, insultata, violentata
            che sei temuta per la tua forza
            e la tua intelligenza
            e per questo con la violenza tenuta a bada
            che anche con la febbre ti alzi la mattina
            e affronti una giornata piena
            che soffri per le persone che ami
            Donna sei come un fiore
            che nasce in una discarica
            la discarica è la terra
            fiore strappato e calpestato
            Donne, nemiche, rivali, solidali
            donne amiche, madri, sorelle, figlie
            donne evoluzione della specie umana
            Buona festa delle donne
            che non sia solo una data nel calendario
            ma tutto l'anno festeggiata e amata.
            Dora Pergolizzi
            Vota la poesia: Commenta