Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Daniela Cesta
Libera il tuo spirito, nell'aroma del vento d'autunno,
ascolta il sussurro, dei tuoi pensieri,
nel passeggiare, tra campi e boschi,

penso a un tocco, di romanticismo, questo voglio,
il sesso è solo un elemento nei rapporti tra l'uomo e donna
la poesia è un elemento essenziale, tra il rapporto di me e la natura,

dono una sguardo tenero, alle ultime farfalle svolazzanti,
mentre le prime foglie, cadono leggere, come lacrime malinconiche,
forte, appassionante, affascinante, irresistibile, trascinante, irruente,

il cielo terso e fresco, avvolge la mia tranquillità, nel giorno
che scivola via, come il mio sguardo, verso l'orizzonte,
che lentamente, si offusca, nelle prime ombre della sera.
Daniela Cesta
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Daniela Cesta

    Francesco (di Assisi)

    Se vuoi sentire, il profumo, del suo cuore
    ama senza essere amato, non fare rumore,
    diventa piccolo e umile, ama il cielo pieno di stelle

    se desideri lo spirito di Francesco, offri il bene del tuo cuore
    non volere essere capito, ma capisci tu, gli altri,
    non portare odio, ma porta sorrisi e gioia,

    ama il creato, e tutte le sue creature,
    perché Dio è la luce di amore di questo mondo,
    la salvezza, per tutta l'umanità,

    facciamoci illuminare, dall'esempio di Francesco
    mite e umile di cuore, semplice e puro, come un bambino,
    ascoltiamo l'armonia, della sua anima

    donata da Dio, come esempio per l'intera umanità,
    francesco, roccia di questa terra,
    strumento di amore, di pace, di speranza, di perdono e di luce.
    Daniela Cesta
    Composta sabato 3 ottobre 2015
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Daniela Cesta

      Il mio angelo custode

      Il mio angelo custode è meraviglioso
      ogni suo passo è un lampo di luce,

      sorride con suono cristallino, la sua voce è dolce,
      gioca con la brezza della sera, profuma di fiori bianchi,

      vola sul tramonto, con ghirigori maestosi
      la sua veste è candida, e sta accanto a me, quando prego,

      il mio angelo ama l'acqua, scivola sulle onde,
      con dolcezza incontenibile, gioca con me tra il silenzio e il cielo,

      quando arriva il Natale, la sua veste diventa d'oro,
      con mille luci colorate, il suo sorriso scintilla come le stelle

      mette nel mio cuore la sua gioia e il suo amore.
      Come so tutto questo? Io lo so perché l'ho sempre saputo.
      Daniela Cesta
      Composta venerdì 2 ottobre 2015
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Daniela Cesta

        Angeli custodi

        Gli angeli custodi sono dietro
        la nostra spalla, dalla nascita alla morte,

        loro seguono noi continuamente
        piangono quando noi piangiamo

        ridono quando noi ridiamo,
        amano noi follemente,

        quando siamo malati, donano a noi
        bolle brillanti, di speranza e coraggio,

        questa celeste creatura è il pensiero di Dio
        miliardi di angeli, di stupefacente bellezza,

        teneri, attenti, silenziosi, fenomenali,
        incredibili, meravigliosi, sbalorditivi,

        colmi di bontà infinita,
        l'angelo custode piange quando

        nessuno lo prega, quando nessuno si ricorda
        che questo spirito beato è sempre accanto a noi.
        Daniela Cesta
        Composta venerdì 2 ottobre 2015
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Daniela Cesta

          I tre arcangeli

          Michele, Gabriele, Raffaele, loro sono
          i grandi arcangeli di Dio, principi del firmamento
          appartenenti alla corte celeste, con gradi diversi.

          Michele, difensore del popolo di Dio,
          Gabriele, messaggero di Dio,
          Raffaele, guaritore dei mali della terra,

          i tre amati arcangeli, gli spiriti più elevati
          della gerarchia angelica, sfere di bellezza,
          preservano la trascendenza e il mistero di Dio,

          giorno e notte essi servono Dio e, contemplando
          il suo volto, lo glorificano incessantemente.
          tra la gioia e la luce del paradiso,

          in una dimensione che non ha eguali,
          nell'amore del cuore dell'eterno,
          attraverso questi principi celesti

          è percepibile la vicinanza salvifica
          del Signore, per noi che viviamo sulla terra,
          Il bene del Signore è infinito e

          gli angeli sono i suoi esecutori.
          Daniela Cesta
          Composta martedì 29 settembre 2015
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Daniela Cesta

            La luna rossa

            Lei è lassù, più affascinante che mai!
            Nel silenzio gelido, ha cambiato look!
            Si è tinta di rosso, per una notte di fuoco!

            Rossa e affascinante, nel cielo stellato!
            Brilla come una lingua di fuoco, nel firmamento,
            eterea risplende, come stella infuocata,

            chiude pensieri e angustie, nel profondo firmamento,
            dona gioia, stupore, meraviglia, sorpresa, incredulità, sbalordimento, disorientamento, confusione, sbigottimento!

            La luna rossa, magia che appartiene alla terra.
            Daniela Cesta
            Composta lunedì 28 settembre 2015
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Daniela Cesta

              Lassù la luna

              Scende la notte di autunno,
              la luna fa capolino tra una nuvola e l'altra,

              gioca nel cielo, pallida e argentea,
              nasconde i segreti del cuore,

              aspetta l'ululato del lupo, il suo canto di amore
              inafferrabile ed enigmatica, non conosce il tempo,

              intorno alla luna, storie e leggende che volano nel cielo,
              fascino immortale e infinito, che la fanno contemplare da secoli e secoli,

              intriga e ammalia il nostro spirito, da quel suo angolo gelido,
              incurante degli affanni della terra.
              Daniela Cesta
              Composta venerdì 25 settembre 2015
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Daniela Cesta

                La natura e me

                Osservare la natura, o gli alberi,
                o i prati, o semplicemente, un giardino,
                è per me sollievo dell'anima,

                riscalda il mio cuore, e lo travolge,
                trasporta il mio spirito, nel mondo dei sogni,
                accendendo la mia fantasia infinita,

                vibra la mia anima, di gioia incontenibile,
                energia, vigore, amore, luce, dona la natura a me,
                fluttua nell'aria, come farfalle scintillanti,

                mi avvolge con carezza dolce,
                come sfere, trasparenti piene di luce
                donano al mio essere fresche beatitudini,

                gli ultimi petali di rose, cadono silenziosi e delicati
                nel loro antico fascino profumato
                l'addio dell'estate che se ne va.
                Daniela Cesta
                Composta sabato 19 settembre 2015
                Vota la poesia: Commenta
                  Scritta da: Daniela Cesta

                  Nella notte

                  Le parole che, non ti ho detto, sono scritte nel mio cuore,
                  nell'intimo profondo, dentro la pace e nel sogno,
                  nel rispetto e nella sincerità, nella cortesia e nella gentilezza,

                  nei tremiti, sospiri, emozioni, quando la luce della notte,
                  copre il cielo, tutto esce dal mio cuore,
                  e raggiungono le stelle, tra sogno e realtà.

                  Mentre gli occhi si chiudono nel sonno.
                  Daniela Cesta
                  Composta mercoledì 16 settembre 2015
                  Vota la poesia: Commenta
                    Scritta da: Daniela Cesta

                    Le lacrime

                    Le lacrime sono gocce salate,
                    benefiche e liberatorie, da dentro di noi,
                    piangere dona umiltà, al nostro spirito ribelle,

                    Dio conta le nostre lacrime, di tutta l'intera nostra vita!
                    Guai per coloro che, provocano lacrime,
                    Dio tiene tutte per se, le lacrime del mondo,

                    ama tutte le lacrime, come amò, le lacrime di Cristo, suo figlio,
                    nessuna lacrima, si perde in questo universo,
                    le prende il creatore, e le chiude nello scrigno, del suo cuore.
                    Daniela Cesta
                    Composta mercoledì 16 settembre 2015
                    Vota la poesia: Commenta