I sicuri

Quelli che fanno proprie le urla degli altri,
sputate da un palco.
Quelli che pensano di far cambiare
ma non di cambiare.
Quelli che vedono
ma non si vedono.
Quelli che vanno al seggio
convinti di contare.
Io non li invidio,
proprio non li capisco.
Ma capisco perché da tempo
viaggio con le braccia alzate.
Alexandre Cuissardes
Composta lunedì 25 novembre 2013
Vota la poesia: Commenta

    Cinque minuti in silenzio

    È calata la luna
    sopra un giorno di festa
    che è servito soltanto
    ai più vecchi
    e ai bambini
    per sentirsi diversi,
    e mangiare i biscotti.
    È calata la luna
    a raffrescare le ore
    a cambiare gli sguardi
    o far chiudere gli occhi.
    A far dire a qualcuno
    imprudenti – ti amo-.
    Ed intanto che penso,
    sul mio muro perfetto,
    è scomparsa la luna,
    è scomparsa la festa.
    Apro gli occhi,
    si è alzato il sole
    da una notte di luna.
    Alexandre Cuissardes
    Composta lunedì 18 novembre 2013
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di