Le migliori poesie di Ada Roggio

Acconciatrice, nato giovedì 29 giugno 1961 a Floersheim am Main (Germania)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Indovinelli, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Ada Roggio

Sposa

Già ti vedo

Già ti vedo vestita di bianco
piccoli passi lenti
promessa sposa.
Accostarti a colui che ti prometterà, a cui tu prometterai Amore
due cerchi dorati infilerete per consolidare questo grande amore.
Non accettata io...
accettata solo per la forza di un'etica!
Non importa...
Forse non sarò presente
ma se il coraggio
mi porta
se la vita
fa grandi giri immensi dandomi la forza
ci sarò
Sarò nascosta
Sono i miei occhi che cercano il regalo della vita
e il mio cuore che cerca disperatamente quell'amore
di un cordone ombelicale che non si può spezzare
chiamato
forza dell'amore di una madre.
Ada Roggio
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Ada Roggio

    Prima o poi finirà questo tormento

    Prima o poi finirà questo tormento,
    questo momento,
    fatto di ricordi,
    pieno di errori,
    pieno di lacrime,
    anni amari,
    anni senza... Te.
    A mani vuote,
    solitudine, tormento.
    Oggi,
    il passato è nel presente,
    nel futuro,
    non va via ti assicuro.
    Picchia come un martello nella mia testa.
    Virgole del passato riaffiorano come falce nella testa,.
    dopo anni di buio,
    cancellati dal tanto dolore.
    Ora cerco di cancellarne le tracce che riaffiorano lentamente,
    ma presto,
    dopo qualche momento tutto riappare,
    tutto quel dolore che sa di sale,
    parole amare,
    parole senza confine,
    il dolore non ha mai fine.
    Corro in cerca di pace,
    ascolto la musica per ritrovarmi,
    ma mi perdo nei ricordi,
    nel tormento ogni momento.
    Sorrido, al mondo.
    Sorrido a me stessa.
    Prima o poi finirà.
    Ada Roggio
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Ada Roggio

      Figlio non rinnegare tua madre

      Lacrime.
      Lacrime di una madre.
      Figlio non rinnegare tua madre.
      Non rinnegare il tuo stesso sangue.
      Lei che ti ha donato la vita a costo della sua stessa vita
      Non rinnegare l'amore che ti ha donato
      Rinnegando lei, rinneghi te stesso
      Lei madre di chi lo ha rinnegato
      Non sarà così liberata la tua anima
      Rinnegando lei, rinneghi la tua stessa vita
      Ama tua madre come lui ama la sua
      Non rinnegare tua madre, lei che ti ha insegnato a camminare a vivere bene
      Rinnegare tua madre, una menzogna sulle tue labbra
      Il Comandamento "Onora tuo padre e tua madre"
      Figlio non rinnegare tua madre
      Tu che vorresti ritornare nel suo grembo e nascere una seconda volta
      Non rinnegare quanto tu hai vissuto, le tue paure, le tue gioie.
      Tua madre è li che aspetta, non si potrà mai arrendere a questo immenso dolore
      Non aspettare che lei un giorno muoia, per gettare le braccia intorno al collo, e gridarle il tuo amore
      Figlio ama tua madre.
      Ada Roggio
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di