Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Ada Roggio

Acconciatrice, nato giovedì 29 giugno 1961 a Floersheim am Main (Germania)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Indovinelli, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Ada Roggio

Perché!

Perché l'unico vero padrone del mondo è il denaro
Perché non possiamo vivere così come siamo
Perché non c'è legge per tutti i sopprusi
Perché dobbiamo stare zitti
coi pugni chiusi
La schiavitù è abbolita, ma in realtà non è mai finita
Ci sono i ricchi e i meno fortunati
I furbi poi!... ci son sempre stati
Da lontano ti hanno gia segnalata,
sei la loro preda predestinata
Tu ignara ti guardi intorno
nessuno il niente
tu e nulla più
solo loro è basta,
ti confidi a testa bassa
senti il calore,
pensi per un po,
che sia amore
Poi ti accorgi piano,
piano, che ti vedono da lontano
hanno ritirato la loro mano
Perché il tuo conto è prosciugato
Perché per i tuoi mille problemi li hanno stancato
Perché sei diventata incandescente
Perché non credi più alla gente
Si infilano il mantello
ti tolgo tutto,
non ti ridò più niente...
Perché a loro tu così hai pagato
la pacca sulla spalla che ti hanno regalato
Allora mi son detta, Dio ha sbagliato!
Sicuramente lui ogni giorno
si mette le mani in faccia per non guardarsi intorno
guarda scruta e si inquieta
a nulla è valso il suo amore
Sicuramente l'uomo è stato un errore
Perché!
Ada Roggio
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Ada Roggio

    Passano le ore

    Bene,
    ora tutto abbia inizio
    Sai!
    La cosa strana!,

    Devo restare a guardare
    Lancette dell'ora
    andate avanti
    Tutti,
    devono contendersi
    un pezzo della mia vita
    Carte
    carte su carte
    Falsi che non mi hanno mai incontrata
    mano sul cuore
    dicono lo giuro
    lo diranno anche poi

    Per salvare i veri inquisitori
    Loro comprano tutto
    anche le anime
    Tutti pronti,
    vorrei affondare nelle viscere della terra
    non ascoltare,
    non vedere,
    non vedere la gemella mia
    ancora una volta
    una nullità
    Gridai!
    Grido...
    ancora oggi
    grido al mondo
    ma...
    attanagliati dalla vita quotidiana
    chi ha storie complicate
    meglio lasciarle stare
    Passano le ore
    tutto ha un altro sapore.
    Ada Roggio
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Ada Roggio

      Matite

      Matite.
      Matite spezzate.
      Matite violentate.
      Matite estirpate.
      Matite rubate.
      Matite soffocate.
      Matite cancellate.
      Matite massacrate.
      Matite insanguinate.
      Matite silenziose.
      Matite volate in cielo,
      hanno disegnato
      Je suis Charlie.
      Oggi.
      Milioni di matite si uniscono.
      Milioni di matite si abbracciano.
      Milioni di matite rigogliscono.
      Milioni di matite donano.
      Milioni di matite rivivono.
      Milioni di matite hanno perdonato, perdonano.
      Milioni di matite ossigenate.
      Milioni di matite urlano.
      Milioni di matite,
      si uniscono in un unico abbraccio planetario.
      In un unico grido.
      Nous sommes Charlie.
      Ada Roggio
      Composta lunedì 12 gennaio 2015
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Ada Roggio

        Vita

        Vita, di una madre.
        Sì io
        Non sapevo più,
        se credere, o no...
        Mi avvolgevano le fiamme della Vita
        Credere!...
        In quale Dio!...
        Un raggio di sole
        attraversò il cuore
        di quelle ali di angelo,
        ad uno, ad uno, ad uno.
        Giunsero a me
        Accarezzai i loro capelli
        come se fosse la prima volta
        Li abbracciai, stretti, stretti,
        come se fosse la prima volta.
        Li guardavo cresciuti e li ammiravo
        come se fosse la prima volta.
        Quanto tempo, quanto di quanto
        e quanto ancora
        Cancello il silenzio,
        e ritorna il sereno
        Rimettiamo le nostre vite al proprio posto
        Vita.
        Ada Roggio
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Ada Roggio

          Accarezzami

          Accarezzami dolcemente.
          Accarezzami come solo tu sai.
          Dammi il tuo respiro
          fa che sia mio ogni tuo attimo
          Ogni istante con te
          sollevarsi da terra
          toccare il cielo
          camminare sulle nuvole.
          Accarezzami ora.
          Accarezzami come solo tu sai.
          Accarezzami.
          Giorni bui insieme a te hanno il sapore di quiete
          mi doni la serenità
          la pace
          il sorriso
          Appare il sereno
          il buio fa capolino
          il sole ci fa l'occhiolino
          Accarezzami.
          Accarezzami ancora.
          Accarezzami come solo tu sai.
          Ada Roggio
          Composta sabato 1 marzo 2008
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Ada Roggio

            L'uomo

            Strano,
            si proprio strano.
            Noi donne abbiamo il potere magistrale di farci amare.
            Sentirti amata
            gli ormoni fanno festa
            addio malinconia si fa festa.
            Ma guarda un po' l'uomo quanto è strano!
            Prima ti dice ti amo poi si ritira piano, piano.
            L'uomo in realtà a questa età.
            Vorrebbe una donna importante senza problemi,
            che tolga i suoi problemi.
            Ma alla fine cosa resta!
            Se questo non è.
            Niente si è giocati avidamente nuovamente.
            Con una donna ignara che credeva veramente di essere amata
            invece nuovamente è stata usata.
            Amare è una parola
            molto grande, molto importante,
            devi esserne sicuro
            prima di dire ti giuro.
            Ada Roggio
            Vota la poesia: Commenta