Questo sito contribuisce alla audience di

Post di Silvia Nelli

Disccupata, nato giovedì 14 giugno 1973 a Pisa (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Umorismo, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritto da: Silvia Nelli
La festa del papà... Il mio papà... Che io chiamo Babbo... Colui che mi ha insegnato a camminare e a vivere. Colui che con tanti calci nel sedere (e non scherzo) mi ha insegnato e imposto i valori che oggi ancora porto con orgoglio e fierezza. Mi ha insegnato il rispetto e la sincerità. Mi ha insegnato che anche se per molti uomini le donne sono tutte "Troie" io non dovevo esserlo. Mi ha difesa a denti stretti e salvata milioni di volte. Questo piccolo grande uomo mi somiglia tanto, non solo il suo volto, ma il suo carattere identico al mio. Due caratteri simili, che ci porta spesso a scannarci, ma il bene che ci unisce è immenso. Lui lo sa, io glielo dico spesso che lo amo e non smetterò mai di dirglielo. Così un giorno, spero lontanissimo, quando non ci sarà più, ricorderò i suoi occhi diventare lucidi ogni volta che lo abbraccio dicendogli: "Il mio babbino"! Auguri Babbo... Perché mi hai dato la vita e mi hai dimostrato in ogni giorno di essa che eri pronto a darmela ancora e ancora... e ancora.
Silvia Nelli
Composto venerdì 18 marzo 2016
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Silvia Nelli
    Quando nasci come una persona che sceglie di esserci per gli altri, la vita non è mai facile. Vivi ascoltando, capendo e aiutando chi ha bisogno. Rispondi anche la notte solo per tendere una mano. Metti da parte te stessa, i tuoi pensieri, problemi e dolori per aiutare le persone che ami a risolvere i propri. Poi quando proprio qualcuno di loro ti ferisce e vedi che sei stata usata, gettata capendo che se ci fossi tu o un'altra persona differenza non c'era ti senti svuotata. Non sarò mai la donna "giusta" di nessuno e nemmeno la "scelta" certa di qualcuno. Sono sicuramente stata una buona amica per molti, alcuni ancora mi restano accanto mentre altri hanno scelto che non gli convenivo più. Io invece oggi credo che non solo sono fiera della persona che sono, ma so anche che se l'amore è ciò che il mondo mi ha mostrato più volte. Io sono fierissima di non averlo. Vivo in un mondo tutto mio e per il tempo che ancora mi rimane da vivere non intendo cambiare.
    Silvia Nelli
    Composto giovedì 17 marzo 2016
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Silvia Nelli
      La vita mi ha insegnato che trattenere nel cuore persone che mi hanno fatto male è il modo per non tornare a stare bene. Sono poche le persone che anche se mi hanno ferite, sono rimaste immutate e sono quelle che anche se mi hanno ferito, lo hanno fatto con la verità. Il resto, quelle che mentono, usano e feriscono subiscono un processo ormai naturale in me stessa. È come se l'angelo custode del mio cuore afferrasse tutto ciò che le riguarda, facesse un bel fagotto e lo sbattesse fuori dalla porta. Gente, questa è libertà, la libertà di sorridere subito... perché credetemi; c'è più fierezza in una persona che subisce con umiltà che in qualcuno che ferisce con coscienza.
      Silvia Nelli
      Composto giovedì 17 marzo 2016
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Silvia Nelli
        Lo so che non sono perfetta, ne ho di difetti, ma dentro la mia imperfetta semplicità si nasconde una perfezione che pochi possono permettersi. Sono una donna dall'animo semplice, di quelle che hanno solo voglia di sentirsi bene. Sono una donna che non ha pezzi lasciati qua e la, ma sono tra quelle che ogni volta li ha raccolti tutti, con fatica e con forza li ha rimessi insieme. E credetemi ogni volta che ero di nuovo in piedi ero una donna migliore. Per questo mi amo a tal punto che prima di lasciare un pezzo di me a qualcuno valuto non una ma milioni di volte.
        Silvia Nelli
        Composto mercoledì 16 marzo 2016
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Silvia Nelli
          Non ho mai capito bene le persone che prima sparlano addosso a qualcuno, poi ogni tanto gli fanno certe sviolinate che a Romeo e Giulietta farebbero un baffo. Poi dichiarano di avere le palle. Sinceramente per me se sei nero oggi, sei nero domani e il violino piuttosto me lo mangio. Per me questo è avere le palle! Non confondiamo le palle con le balle. Grazie.
          Silvia Nelli
          Composto giovedì 17 marzo 2016
          Vota il post: Commenta
            Scritto da: Silvia Nelli
            Vedo persone predicare bene e razzolare male e mi viene di dire: "Azz"! Vedo donne che si offrono come pere sul banco del mercato e ribadisco: "Azz"! Vedo uomini di 45 anni comportarsi come ragazzetti di 15 e mi scappa ancora un: "Azz"! Insomma gente in questo mondo ci fosse qualcosa che va come deve andare... è un po tutto alla "Azz"... e mi esce un bel: "Azz! Bei miei tempi ormai andati"!
            Silvia Nelli
            Composto mercoledì 16 marzo 2016
            Vota il post: Commenta
              Scritto da: Silvia Nelli
              Ho visto muri crollare sotto i colpi del "volere". Erano muri altissimi e apparentemente invalicabili. Erano indistruttibili per tutti. Per chiunque ci provasse erano muri alti, spessi e di puro acciaio. Ma il "volere" oltrepassa e distrugge tutto. Il "volere" spiazza e fa piazza pulita sulla sua strada, perché quando la meta vale. Il "volere" diventa invincibile!
              Silvia Nelli
              Composto mercoledì 16 marzo 2016
              Vota il post: Commenta
                Scritto da: Silvia Nelli
                La cattiveria non la trovate mai nelle persone che proseguono decise per la loro strada, essa non si nasconde dentro le persone sicure di sé. La cattiveria è la voce degli insicuri, dei titubanti. Chi è certo di ciò che è non avrà mai bisogno di urlare per farlo vedere agli altri quanto vale. Chi urla per mostrarlo è colui che si accorge che ovunque va, il mondo resta indifferente al suo passaggio.
                Silvia Nelli
                Composto martedì 15 marzo 2016
                Vota il post: Commenta
                  Scritto da: Silvia Nelli
                  Non sono il tipo che si vendica, credo e confido nella vita. Nei "premi" che prima o poi dona a chi merita e ai "castighi" che regala a chi ha castigato. Non sono quella persona che cerca vendetta, la mia vendetta più grande è avere sempre la forza nelle gambe, nel cuore e nell'anima di cercare la mia felicità. Soprattutto continuare a sentire nel petto quell'enorme voglia di vita che non mi abbandona mai.
                  Silvia Nelli
                  Composto martedì 15 marzo 2016
                  Vota il post: Commenta
                    Scritto da: Silvia Nelli
                    Avete presente quella sensazione che vi scorre nelle vene quando camminate, sotto ai primi soli di primavera, quelli che si cominciano a sentire sulla pelle, quelli dove cominci a sentire che anche il "giubbino" comincia ad essere di troppo. Conoscete quella sensazione? Quella che vi fa spuntare il sorriso e respirare forte. Come se quel tepore oltrepassasse la pelle e vi entrasse dentro, non solo il suo calore, ma anche la sua luce. Io mi sento così. Con il sorriso a mille, il sole dentro e una fierezza indescrivibile. Cammino con la testa alta perché la vita anche quando mi ha colpito, mi ha insegnato a difendermi, ma io sono stata una persona in gamba perché non ho imparato a "colpire" gratuitamente a mia volta. Ho visto la mia fiducia tradita, ma mai ho avuto voglia di tradire chi l'aveva riposta in me da molto. Ho visto il cuore andarmi in pezzi, ma non ho mai avuto la voglia di spezzarne uno gratuitamente. Quando "incassi" e incassi bene, capisci il male che fa e la fatica e la forza che serve per ricostruirsi... impari a difenderti sicuramente, ma la voglia di causare in altre persone, che arrivano nella tua vita, ciò che hanno causato in te non l'avrai mai. Questi sono i motivi per cui si può essere fieri di se stessi... non perché siamo migliori o peggiori, ma perché sappiamo cosa vuol dire "metterci il cuore" e non solo a parole.
                    Silvia Nelli
                    Composto martedì 15 marzo 2016
                    Vota il post: Commenta