Post di Silvia Nelli

Disccupata, nato giovedì 14 giugno 1973 a Pisa (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Umorismo, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritto da: Silvia Nelli
"Perdona e sarai perdonato". "Fai del bene e riceverai del bene". "La sincerità paga sempre". Non so se queste frasi siano una delle più grandi prese in giro che la vita ci riserva. Perché sarà anche vero e giusto che si deve far del bene, si deve comprendere, perdonare, ecc... Ma io ho vissuto troppo spesso sulla mia pelle: "perdona chi, quando sbaglierai, non si ricorderà dei suoi errori e condannerà i tuoi". "Fai del bene, che quando avrai bisogno tu saranno tutti troppo impegnati anche per ricordarsi quello ricevuto". "La sincerità paga sempre, perché alla fine paghi il conto per essere una di quelle persone che dice sempre ciò che pensa anche a costo di rimetterci".
Silvia Nelli
Composto lunedì 19 ottobre 2015
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Silvia Nelli
    Quando credi in qualcuno riponi in lui fiducia e tempo. Confidi a questa persona parti di te che non confidi mai a nessuno o quasi. Avvenimenti, pensieri, paure e debolezze. Metti da parte la tua fragilità per donargli la tua forza qualora ne avesse bisogno. Sarai trasparente e tutto solo perché ti fidi. La rabbia e il dolore che si prova quando si capisce che non era meritevole di conoscere il tuo passato, i tuoi pensieri più intimi è qualcosa di davvero difficile da mandare giù... però ricorda: tu resti la stessa persona pulita e sincera, quella che ha aperto se stessa in buona fede. Quindi sappi che fidarsi di qualcuno, se fatto in buona fede, non è mai sbagliato. Sbagliato è chi permette tutto questo pur sapendo che del tuo dolore, delle tue paure e della tua persona non gli interessa niente.
    Silvia Nelli
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Silvia Nelli
      Quando sei vicino a qualcuno che cambia il tuo stato d'animo, che cancella il tempo e immobilizza il tuo corpo. Non riflettere, ma ascolta. Ogni piccolo battito, le mani che quasi tremano, gli occhi che si osservano e i corpi che si avvicinano mentre le labbra si cercano. Questi momenti sono rari, ma unici e non puoi lasciarli andare. Quando qualcuno ti fa sentire tutto questo... vivilo e non farti domande.
      Silvia Nelli
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Silvia Nelli
        Tu ti senti superiore, ma in realtà non sei nessuno. Tu ti senti migliore e più "grande", ma in realtà sei indifferente agli occhi del mondo. Almeno del mondo che frequento io, quel mondo onesto, coerente dove le persone che leccano non hanno considerazione e attenzioni. Non lisciarmi fingendoti amico perché io ti colpirò confermandoti che sono nemico.
        Silvia Nelli
        Composto martedì 10 novembre 2015
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Silvia Nelli
          Ho provato per te ogni sentimento possibile: amore, odio, rabbia, schifo, pena. Dietro tutti i tuoi difetti, dentro tutti i tuoi pregi ti ho amato e odiato quasi fino a renderti l'unico "elemento" essenziale per continuare a vivere. Ho fatto tutto questo senza riuscire mai ad arrivare a l'unico sentimento che mi avrebbe davvero salvata: "l'indifferenza"! Oggi cammino da sola, sulle mie gambe e ogni giorno sono più forte, più distante da quei sentimenti. La rabbia diminuisce, lo schifo e la compassione svanisce. L'amore si trasforma in un affetto che giusto o sbagliato che sia, rimane immutato nel mio cuore.
          Silvia Nelli
          Composto martedì 27 ottobre 2015
          Vota il post: Commenta
            Scritto da: Silvia Nelli
            Ti hanno fatto male? Non fa niente. Ti hanno mentito? Non importa. Ti hanno usato? Che vuoi che sia! Certo, sempre avanti si deve andare. Sempre più in alto si deve volare. Non è vero che non fa niente, che non è niente e che non importa! Importa e come. Chi si vuol divertire deve andare da chi ama giocare... l'altra parte di mondo deve lasciarla stare. Si dice che in parte ci sono servite queste persone, ci sono servite le lacrime e c'è servito il dolore. A cosa!? A me l'unica cosa che mi hanno dato è stato il riuscire a capire che mai vorrei essere come loro e mai li vorrei vicino a me! Per il resto non capirò mai e non giustificherò mai cuori illusi, anime usate, persone trattate come oggetti, parole dette per pararsi il culo, no. Non ci sono giustificazioni a tali atti tanto meno chi li ha subiti può concedervi perdono. Restate ciò che siete, fate esperienza anche di tutto questo, ma non scordate mai che a volte il perdono è solo un modo per permettere a chi vi ha ferito di ferirvi ancora, e ancora e ancora. Fino a quando non gli servirete più! Togliete loro il coltello di mano, afferratelo forte dalla parte del manico e ferite voi voltandovi e andandovene senza ripensarci mai.
            Silvia Nelli
            Composto domenica 18 ottobre 2015
            Vota il post: Commenta
              Scritto da: Silvia Nelli
              Si dice che l'indifferenza uccide. Io credo che ancora di più possa uccidere "una falsa presenza". Scoprire nei momenti peggiori di essere soli, di aver portato con sé persone sbagliate, persone che ci hanno chiamato "amici" fino all'ultimo giorno in cui eravamo felici, spensierati e senza problemi. Quelle stesse persone che nel momento del dolore, nei giorni di difficoltà si disintegrano dentro un silenzio fatto di assenza, di menefreghismo e di un'atroce insensibilità. Questo uccide. Scoprire di essere stato solo sempre quando in realtà credevi di non esserlo. Scoprire di non aver mai conosciuto veramente chi camminava al tuo fianco.
              Silvia Nelli
              Composto venerdì 30 ottobre 2015
              Vota il post: Commenta
                Scritto da: Silvia Nelli
                Noi, che abbiamo imparato a vedere il mondo a modo nostro. Noi, che non sottostiamo alle regole, alle masse e alle mode. Noi, che ci amiamo nonostante tutto e ce ne sbattiamo dei pregiudizi, delle differenze sociali e di ciò che dice la gente. Noi, che ci affianchiamo solo a chi sentiamo affine, complice e parte di noi anche se profondamente diverso. Perché per quelli come noi, contano i valori che si portano dentro. Quei valori che ti guidano e ti fanno essere ciò che sei con gli altri. Noi, che non rinunceremo mai ad essere diversi da quello che siamo; ce ne freghiamo di chi ci chiama pazzi, incoscienti o folli. Noi ce ne freghiamo dell'opinione mediocre di un mondo che non ha una propria personalità, ma solo un copione di massa che a noi non va né di imparare né di recitare! Il nostro palcoscenico si chiama libertà!
                Silvia Nelli
                Composto domenica 25 ottobre 2015
                Vota il post: Commenta