Questo sito contribuisce alla audience di

Delusioni


Scritto da: Sabrina La Rosa
in Diario (Delusioni)
Nel corso del tempo, mi sto rendendo conto di essere diventata intollerante, se prima sopportavo gli ignoranti e gli strafottenti, ora non li reggo più, non ho più voglia di lasciar correre e, se per questo qualcuno esce dalla mia vita, sappiate che la porta è spalancata e che ne sono sempre più convinta, certa gente è sempre meglio perderla.
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Silvia Nelli
    in Diario (Delusioni)
    Si dice che l'indifferenza uccide. Io credo che ancora di più possa uccidere "una falsa presenza". Scoprire nei momenti peggiori di essere soli, di aver portato con sé persone sbagliate, persone che ci hanno chiamato "amici" fino all'ultimo giorno in cui eravamo felici, spensierati e senza problemi. Quelle stesse persone che nel momento del dolore, nei giorni di difficoltà si disintegrano dentro un silenzio fatto di assenza, di menefreghismo e di un'atroce insensibilità. Questo uccide. Scoprire di essere stato solo sempre quando in realtà credevi di non esserlo. Scoprire di non aver mai conosciuto veramente chi camminava al tuo fianco.
    Composto venerdì 30 ottobre 2015
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: fefé
      in Diario (Delusioni)
      Certe giornate ti devastano il cervello, proprio come quei temporali che si accaniscono contro l'asfalto e tu, dietro il vetro della finestra, accecata da quei lampi all'orizzonte e dalla rabbia verso il mondo, sospiri. I brividi dati dalla brezza fresca che si posa sulle braccia scoperte, come quei brividi di nostalgia e tristezza che senti dentro. Sono quelle le giornate in cui i fantasmi del passato e i tormenti del presente, ti circondano come un branco di lupi affamati e, affamati, ti divorano la carne e le ossa, non avendo di te nessuna pietà.
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Carla Compierchio
        in Diario (Delusioni)
        Non mi va più di sprecare le mie energie a spiegare le cose preziose che ho nel cuore a chi sembra che gli stia elencando una ricetta di cucina; a chi pensa che sempre prima di tutto conta l'esteriorità e non l'essenza; a chi dà valore alle cose e non alle persone. Non tenderò più la mano per elemosinare un sentimento a chi è "ignorante del cuore", perché ho imparato che queste persone sanno solo "rubarti" ogni luce, ogni spiraglio di speranza. Da oggi in poi mi metterò a "distanza di protezione". Perché credo, anzi ne sono sicura, di meritare anche io un alito di tenerezza e di una carezza al cuore.
        Composto mercoledì 30 settembre 2015
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Cecilia
          in Diario (Delusioni)
          Ci sono giorni in cui la monotonia mi assale, la routine diventa un meccanismo dal quale non si può uscire. Preoccupazioni e gioie iniziano a girare in un vortice, diventano un unico minestrone. Ed è proprio in quei momenti che il desiderio mi mangia, il desiderio di cambiare, di diventare qualcuno che riesca a fare le cose che io non riesco a fare, qualcuno che riuscirebbe dove io fallirei, qualcuno che non deluda le persone come le deludo io. Vorrei essere qualcuno io non posso essere.
          Vota il post: Commenta
            Scritto da: Cooper944
            in Diario (Delusioni)
            Sono una persona che pensa così tanto che mi definiscono paranoica, ma cavolo che posso farci? I pensieri sono irrazionali come la vita ed ogni volta, quando la mia mente è satura di pensieri, mi sembra quasi di annullarmi e che i brutti pensieri vengano fuori come mostri malvagi. Non c'è via di scampo, perché oramai la mia mente e la mia vita è nelle loro mani.
            Vota il post: Commenta