Scritta da: Giancarlo Modarelli
Che cosa dire se non interferire e riflettere di fronte alla morte che tutto tace e circola e gira intorno a essa la vita. La vita e la fatica di vivere senza considerare ed elaborare la morte come conoscenza e innocenza di vita. Predisporsi alla morte quotidianamente è normale; mentre resistere senza insistere prevale alla negazione. Tutto si cancella come nebbia, ospita foschia, ed evapora per riflettere luce.
Giancarlo Modarelli
Composta sabato 17 giugno 2017
Vota la frase: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di