Questo sito contribuisce alla audience di

Racconti di Mariella Buscemi

Psicologa/Autrice, nato domenica 3 gennaio 1982 a Enna (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritto da: Mariella Buscemi
Corriamo a bagnarci le mani e ad inumidirci la pelle come se volessimo battezzarci e consacrarci l'un l'altra sul letto, nostro altare, sulla voglia, nostro sacramento, su un "ancora" che è la nostra religione professata tra l'impercettibile fessura che si schiude tra le nostre labbra che si... [continua a leggere »]
Mariella Buscemi
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Mariella Buscemi
    Non credo alle sporadicità, non sono fatalista e non mi lascio influenzare dalle coincidenze; non ero brava in matematica, i quadretti, costrittivi ed asfissianti, non perdonano, i righi neppure, ma vuoi mettere lo scorrere fluido di una bella bic nuova di zecca, rigorosamente nera che fa un... [continua a leggere »]
    Mariella Buscemi
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Mariella Buscemi
      Parto dagli occhi ed arrivo alle dita. M'è rimasta questa fessura bislacca sull'orlo del dentro/fuori e le ciglia sono porte a scrigno sull'uscio di uno spiraglio con la serratura rotta ed ospiti immaginari che entrano ed escono, quasi, sfrattandomi. Attraverso la soglia con questa mia scrittura... [continua a leggere »]
      Mariella Buscemi
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Mariella Buscemi
        Ho le dita tremanti, adesso, come tremante è il cuore, come la voce in questo contenuta, come le emozioni dentro ai miei occhi che t'immaginano leggere le mie parole. Per te. Trovami tra gli spazi, facciamo questo gioco, è il mio modo per prendere tempo e tenerti fissato ad un foglio di carta... [continua a leggere »]
        Mariella Buscemi
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Mariella Buscemi
          Ho questo brutto vizio di contare i passi dentro alle mie scarpe e sono stati sempre il doppio di quelli battuti sul terreno, ché la stanchezza mi vien tutta da me e non dalle cose del mondo. Ho imparato, così, a contare prima che a parlare, poi, mentre gli altri si sporcavano di fango, io mi... [continua a leggere »]
          Mariella Buscemi
          Vota il racconto: Commenta
            Scritto da: Mariella Buscemi
            Snodo pensieri come frutti maturi quando l'acqua mi prende le narici con il suo salmastro che mi ristagna entro le pareti dell'ascolto di me. Aggroviglio raggi per stemperare il caldo estivo a contatto con il mio eterno autunno, ché mi sto imponendo di viverla quest'estate, togliendomi da dentro... [continua a leggere »]
            Mariella Buscemi
            Vota il racconto: Commenta
              Scritto da: Mariella Buscemi
              Ho un sogno e mezzo. L'altro mezzo se ne va in giro per il mondo e mi tiene schiava anche senza catene, per via di quell'irrisolto e di quell'incompiutezza che si porta dietro e mi gravita sopra, scendendo perpendicolare e fissandosi dentro. Stabilmente. Sono prigioniera - consenziente - di... [continua a leggere »]
              Mariella Buscemi
              Vota il racconto: Commenta
                Scritto da: Mariella Buscemi
                Avevo messo una manciata di monetine nella tasca bucata di una vecchia giacca e, strada facendo, le ho perse tutte, formando un sentiero allettante per le gazze ladre così attratte da ciò che luccica e le mie monetine, come i miei sogni luccicavano, sì! Mi sono svegliata anche io un po' gazza ed... [continua a leggere »]
                Mariella Buscemi
                Vota il racconto: Commenta