Scritto da: Luca Dongu
in Racconti (Biografia)

Abitudini

Due come loro potevano stare bene ovunque, a loro agio in mezzo a chiunque, ma preferivano stare in solitaria nella loro casa, quella piccola casa era tutto il loro mondo, un mondo fatto di luci soffuse incastri perfetti e abitudini, avevano la loro ineguagliabile routine, solitamente quest... [continua a leggere »]
Composto giovedì 14 febbraio 2019
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: MaryRosa Amico
    in Racconti (Biografia)

    Amore

    Era la creatura più pura che avessi mai incontrato, un angelo.
    E tutte le volte mi pareva di vederla in tutti quelli che incontravo. Mi illudevo, nulla di lei negli altri trovavo. Non la vidi più per molto tempo e solo nei mie pensieri passeggiava. Dio quanto ci camminava dentro il mio cuore e... [continua a leggere »]
    Composto mercoledì 26 dicembre 2018
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: GENNY CAIAZZO
      in Racconti (Biografia)

      Amano quella donna che vedono in me, ignorando il mio essere etero

      La mia vita è stata sempre vissuta portando addosso un ambiguità che mi attribuivano da ragazzo pur non avendo avuto storie omosessuali, pur avendo avuto compagne da etero mi corteggiavano uomini esponendo desideri e sentimenti che mi stravolgevano la vita, incassavo e andavo avanti tra lavoro e... [continua a leggere »]
      Composto sabato 19 maggio 2018
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Carlo Tracco
        in Racconti (Biografia)

        Binario Stigma

        Capitolo: Gaia 1999
        I nostri silenzi le sue smancerie Le ricordo vivi e bene... quei chiari giorni estivi, le partite a calcio nel giardino della scuola, i barbecue, il ghost tour; tipica inglese la passione per i fantasmi come in Scozia (Loch Ness ) e i folletti irlandesi.; quando andammo a Bath (2) e lei in... [continua a leggere »]
        Composto venerdì 10 maggio 2013
        Vota il racconto: Commenta
          in Racconti (Biografia)

          Resoconto di famiglia (per non passare pure per pazzo!)

          Con la coscienza a fior di pelle e la mente a pieni giri, in veste di dottor Maiello, di notte scrivo di morale mentre di giorno, nei panni di signor Maiquello, me la prendo, sempre per questioni morali, con i miei integerrimi familiari, proprio a mò di dottor Jeckill e mister Hyde.
          A questo... [continua a leggere »]
          Vota il racconto: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di