Questo sito contribuisce alla audience di

Racconti di Giuseppe Catalfamo

Attendo sempre una nuova passione., nato sabato 6 ottobre 1962 a Genova (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Indovinelli, in Poesie, in Umorismo, in Frasi per ogni occasione, in Proverbi e in Diario.

Scritto da: Giuseppe Catalfamo

AAA Tanti come Bukowski. Rari con onore

Mi citofonò, al seguito due puledre di tante razze,
pensando di farmi cosa gradita.
Effettivamente il primo bagliore fu d "approvazione,
avevano due culi che parlavano,
e ci fu un tempo che comprendevo pure il cirillico stretto.
Lui, Stefano, lo avevo" convocato "svariate volte in quella lunga... [continua a leggere »]
Giuseppe Catalfamo
Composto mercoledì 23 marzo 2011
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Giuseppe Catalfamo

    Adam e l'Har-Mageddon

    Lilith era supina, adornata d'un solo velo che copriva i piccoli seni, occhi sbarrati, le braccia perpendicolari ai fianchi, le coscie, leggermente divaricate, colavano sangue rosa dall'inguine, il frutto del "purificante" stupro dei 4 Bianchi Cavalieri dell'o'Dei Pus.

    Gilgamesh con fare... [continua a leggere »]
    Giuseppe Catalfamo
    Composto sabato 24 ottobre 2009
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Giuseppe Catalfamo

      Amore non mi evoca

      La voglia di scrivere è innata nell'uomo, ricordo quando quindicenne scrivevo favole e fantascienza, mai abbandonato la penna, periodi particolarmente grafomani misti a momenti anche lunghi di sterilità, la penna sempre in tasca. Finestra chiusa, scrivania, posacenere, un'abat-jour sul lato del... [continua a leggere »]
      Giuseppe Catalfamo
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Giuseppe Catalfamo

        Andò così

        Anno 16740 A. N. (avanti Noè)
        Karzhomolok, la sua compagna Fijiasekka e il loro piccolo Rinkotodo
        decidono di partire per una breve vacanza
        è 2 fantastilioni d'anni luce che non evadono un po'.
        La meta è la cintura di Kuiper,
        non è molto lontana, 5 anni luce poco più,
        il viaggio sarà comodo... [continua a leggere »]
        Giuseppe Catalfamo
        Composto lunedì 15 giugno 2009
        Vota il racconto: Commenta

          Andò così.

          Anno 16740 a. N. (avanti Noè) Karzhomolok, la sua compagna Fijiasekka e il loro piccolo Rinkotodo, decidono di partire per una breve vacanza, è 2 fantastilioni d'anni luce che non evadono un po'... La meta è la cintura di Kuiper, non è molto lontana, 5 anni luce poco più, il viaggio sarà comodo... [continua a leggere »]
          Giuseppe Catalfamo
          Composto lunedì 27 gennaio 2014
          Vota il racconto: Commenta
            Scritto da: Giuseppe Catalfamo

            Assassina con la c

            Gli apparve repentinamente, immane figura,
            avvolta completamente da un drappo nero.
            Ve n'erano un'infinità, ma quella fu chiaro, gli apparteneva.
            Lo comprese all'istante per come gli si propose,
            arrogante e sinuosa, quasi comunicando telepaticamente.
            Non aveva occhi né corpo, sembrava un... [continua a leggere »]
            Giuseppe Catalfamo
            Composto venerdì 16 ottobre 2009
            Vota il racconto: Commenta
              Scritto da: Giuseppe Catalfamo

              Danisa (nome di fantasia)

              Quanto bene hai voluto alla tua bimba,
              quanto amore gli hai dato in assenza della mamma,
              la accudivi, la cambiavi come fosse una bambola,
              non la volevi abbandonare mai,
              sempre tu volevi starle a fianco.

              Neanche ai nonni,
              che pure erano così amorevoli e disponibili la concedevi,
              troppo amore per... [continua a leggere »]
              Giuseppe Catalfamo
              Vota il racconto: Commenta
                Scritto da: Giuseppe Catalfamo

                Fiaba e realtà

                Una sera d'estate, un sogno che si materializza in momento di vita, io e lei mano nella mano passeggiamo... una spiaggia, grigia, un colore cupo, sì, noi impavidi calpestiamo la sabbia quasi a voler schiacciare tutto il cupore del quotidiano... barche... evocano pescatori, gente sana, umile e... [continua a leggere »]
                Giuseppe Catalfamo
                Vota il racconto: Commenta
                  Scritto da: Giuseppe Catalfamo

                  Gioco

                  Gioco fanciullescamente col mio cagnetto, un ridente rincorrersi, gioco con mio figlio, piccole pacche e spintarelle d'amore, gioco con voi, una maniera dissacrante per urlare che esisto, gioco edonisticamente con la vita, la mia, tanti giochi in compagnia di molti altri concorrenti che spesso... [continua a leggere »]
                  Giuseppe Catalfamo
                  Vota il racconto: Commenta