Questo sito contribuisce alla audience di

Racconti di Giuseppe Catalfamo

Attendo sempre una nuova passione., nato sabato 6 ottobre 1962 a Genova (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Indovinelli, in Poesie, in Umorismo, in Frasi per ogni occasione, in Proverbi e in Diario.

Scritto da: Giuseppe Catalfamo

Ho creduto anch'io nel futuro

Ricordo la prima volta che vidi la luna nel suo splendore, la luna vista da un prato, una canadese, un'arancia e uno spinello, nelle vene il senso dell'immortalità, la voglia di fuggire (da cosa non si sapeva) il candore dell'anima fiduciosa del prossimo. C'era un mondo da scoprire, decine di... [continua a leggere »]
Giuseppe Catalfamo
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Giuseppe Catalfamo

    Il piccolo Cat

    Il piccolo Cat non aveva mai sognato, un'infanzia tranquilla ma tetra e scialba, solo i sogni avrebbero potuto dar colore, ma come detto, a differenza dei suoi coetanei lui non sognava e loro per questo lo deridevano, lo ghettizzavano. Probabilmente tutto era creato dalla sua mente, ma vedeva in... [continua a leggere »]
    Giuseppe Catalfamo
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Giuseppe Catalfamo

      Il primo attacco di panico

      È una bella giornata di primavera come tante altre,
      anzi forse più bella, ho 23 anni sono bello e forte,
      il passo fiero, l'incedere da "padrino",
      petto in fuori, occhi puntati verso l'orizzonte.
      Sono le 9 del mattino, percorro in discesa l'inizio di via Sturla,
      sinuosa strada signorile che... [continua a leggere »]
      Giuseppe Catalfamo
      Composto domenica 26 luglio 2009
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Giuseppe Catalfamo

        L'orco e il ragazzino

        Pino, Paolo e Claudio, tre bei glabri mocciosetti 11enni,
        per loro il mondo pesa 420 grammi ed è una sfera di cuoio,
        quando va bene,
        più di frequente pesa 270 grammi e si chiama Tango.

        Il loro Maracanà si chiama piazza Barrili,
        anni dopo scopriranno che piazza Barrili non esiste, lo slargo che... [continua a leggere »]
        Giuseppe Catalfamo
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Giuseppe Catalfamo

          La vita dura un istante

          Bizzarro, questa brezza mi fa desiderare di amare, vivere, ridere e far progetti per il futuro... futuro? La nostra vita durerà un istante. Il tempo passa e nonostante la sua relatività al cospetto dell'universo, ci calpesta inesorabilmente, fortunatamente le difese cerebrali non ci fanno render... [continua a leggere »]
          Giuseppe Catalfamo
          Vota il racconto: Commenta
            Scritto da: Giuseppe Catalfamo

            La voglia di uccidere

            Gustarsi la morte togliendo la vita, eleggersi a Dio Giudice dispensando la falce.
            Luciano, detto "Ombra di neve", dall'adolescenza nei meandri della psiche covava il desiderio di provare cosa volesse dire uccidere.
            Forse lo shock per desiderare tale cosa lo ebbe quando il padre gli raccontò un... [continua a leggere »]
            Giuseppe Catalfamo
            Composto domenica 28 giugno 2009
            Vota il racconto: Commenta
              Scritto da: Giuseppe Catalfamo

              Le 22 di 22 anni fa. Una sera unica.

              Svengo, la fronte perlata di sudore brucia, il sangue scorre veloce, troppo, stupido e inconsapevole il mio corpo non sa che ora è la mente che comanda. Veloce sfreccia il mezzo meccanico fra strade sconosciute "hopital, hopital, hopital" sento gridare da indistinte voci nell'altro emisfero... [continua a leggere »]
              Giuseppe Catalfamo
              Vota il racconto: Commenta
                Scritto da: Giuseppe Catalfamo

                Lettera aperta alla redazione di Sky sport 24

                Mi sento prima di tutto di farvi i miei complimenti per il vostro servizio certamente dettagliato e competente.
                Metto le mani avanti, visto che avete il monopolio e in quanto tale dittatura di sorta, non vorrei trovarmi alla porta vostri agenti in divisa grigia e stivali neri, nel caso spero d... [continua a leggere »]
                Giuseppe Catalfamo
                Composto mercoledì 21 luglio 2010
                Vota il racconto: Commenta
                  Scritto da: Giuseppe Catalfamo

                  Mamma orsa

                  Questo non è un saggio, un capitolo di un romanzo, né un thriller, tantomeno una fiaba e lungi da me voler essere un narratore; questo è un mio pianto di ieri davanti ai pixel del televisore, solo la voglia di descrivere perché ho pianto, esternazione che vivo molto raramente. Stavo stancamente... [continua a leggere »]
                  Giuseppe Catalfamo
                  Vota il racconto: Commenta
                    Scritto da: Giuseppe Catalfamo

                    Mutazioni

                    Frugale la cena, divorata famelicamente, da Lupo, vesto i miei jeans, la felpa, le scarpe da tennis che diventano per incanto artigli, uscendo nel mondo divento Tigre... le chiavi nel cruscotto, luci che non distinguo, persone che pascolano in giardini di plastica brucando cenere... sono nella... [continua a leggere »]
                    Giuseppe Catalfamo
                    Vota il racconto: Commenta