Questo sito contribuisce alla audience di

Horror


Scritto da: Ejay Ivan Lac
in Racconti (Horror)

Jessica

Capitolo: 1
Capitolo 1
Fuori dalla porta

Jessica era seduta al banco, nella sua aula insieme ai suoi compagni di corso, il test
di letteratura era difficile, ma lei era sicura di se quel giorno, sapeva perfettamente
che avrebbe superato il compito con ottimi voti, ogni tanto il suo sguardo si
spostava sull... [continua a leggere »]
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Lorenzo Bazzoni
    in Racconti (Horror)

    One year from now

    Uscì di casa per la prima volta in un anno, socchiudendo dolorosamente gli occhi invasi dagli ultimi raggi d'un sole morente che affogava piano piano nell'orizzonte.
    Tutto le parve mostruosamente irreale dato che, nel suo isolamento, aveva obliato il concetto di colore.
    Ai suoi occhi disabituati... [continua a leggere »]
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Cristallina
      in Racconti (Horror)

      Il sogno premonitore

      Salgo di corsa una scala per andare a prendere un bambino che veniva sgridato e maltrattato. Con lui in braccio ridiscendo la stessa scala, ma ad un tratto non vedo più i gradini davanti a me. L'ansia e la paura di cadere m'avvolge in un tremito; la paura di non riuscire a portare in salvo il... [continua a leggere »]
      Composto venerdì 5 febbraio 2016
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Azazel
        in Racconti (Horror)

        Notte cremisi

        Fu svegliata dal rumore della pioggia che, incessantemente batteva sulla finestra della loro camera. Guardò la sveglia e si accorse che erano solo le quattro del mattino, accanto a lei lui dormiva ancora profondamente. Cercando di non svegliarlo, lo scavalcò e scese dal letto. La flebile luce di... [continua a leggere »]
        Composto domenica 8 febbraio 2015
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Tap72
          in Racconti (Horror)

          Il pendente

          Il mio tempo è giunto alla fine e non avendo più neppure la forza di stringere una biro tra le dita, ho chiesto di scrivere a un'altra persona sotto mia dettatura, questa confessione. Poiché una cosa è scrivere e correggere mentre lo si fa, mentre un'altra è dettare senza la possibilità di porre... [continua a leggere »]
          Composto sabato 1 novembre 2014
          Vota il racconto: Commenta
            Scritto da: M. Ruvini
            in Racconti (Horror)

            Odor di prossimo

            La puzza che sento intorno è nauseante! Da dove proviene? Arriva a zaffate rancide che tolgono il respiro,altalena come un bimbo che pare pulito e sorridente e invece è sporco delle sue feci. Mi dicevano che quella dei neonati è santa,ma quella di chi cresce è sempre la stessa cosa. Continua ad... [continua a leggere »]
            Vota il racconto: Commenta
              Scritto da: Maurizio Ferrante
              in Racconti (Horror)

              Malika

              Di fronte al bar c'era quella nera che chiedeva l'elemosina. Era seduta su di una pietra al bordo del marciapiede, la donna ci aveva steso un giornale sopra come se temesse di sporcarsi. Ma poi cosa, i suoi vestiti già sporchi?
              La nera aveva la testa china, e da sotto il lungo cappotto, di... [continua a leggere »]
              Composto giovedì 29 maggio 2014
              Vota il racconto: Commenta
                Scritto da: Alfredo Canovi
                in Racconti (Horror)

                Rimorsi

                È ancora una volta notte a New York, la città che non dorme mai, intensa come il mio dolore, che non ha mai pace. Le mie gengive sembrano due pezzi di carne putrefatta schiacciata in una morsa. L'attaccatura con i denti sanguina copiosamente. Un cocente liquido mi cola dal naso e, immagino... [continua a leggere »]
                Composto venerdì 1 marzo 2013
                Vota il racconto: Commenta
                  Scritto da: Roberta Soncini
                  in Racconti (Horror)

                  Doris la Vampira

                  C'è una cosa che non ho, che non avrò mai. L'appartenenza a qualcosa. Dove si nasce ma per lo più dove si cresce.
                  Quando si cresce in una casa e si rimane li per anni essa diventa parte di te, quando entri dalla porta e metti il tuo piede al suo interno lei si fonde con te e ti accompagna in... [continua a leggere »]
                  Vota il racconto: Commenta
                    Scritto da: Luvgar
                    in Racconti (Horror)

                    L'Apocalisse di Moloch

                    Nota, Per coloro che leggono: Chi pensa che sia più scandalosa la merda delle radiazioni di Cernobyl... o delle Bombe Atomiche, le Picche rispondono: picche
                    Prendi un pacco: se pensi che i tuoi escrementi rechino danni all'ecosistema ed alla Terra (pianeta) maggiori di quelli di una Centrale... [continua a leggere »]
                    Composto mercoledì 28 dicembre 2011
                    Vota il racconto: Commenta