Poesie inserite da Antonino Gatto

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione, in Proverbi e in Diario.

Scritta da: Antonino Gatto

Ebola

Ti ho seguito da lontano
Mi eri quasi indifferente
Ma hai turbato l'attenzione
Mia e di molta altra gente.
Sei riuscito a penetrare
Senza chiedere il permesso
Le regioni e i continenti
Con lo stupro del tuo sesso.
Mi hai mostrato i tuoi cimeli
Le vittorie di una guerra
Che tu stesso hai dichiarato
Sulla nostra madre terra.
Ora bussi alla mia porta
E mi sento come in gabbia
Ma riflessa nei tuoi occhi
Vedo tutta la mia rabbia,
Che nascondo in un sospiro
Per velarti la cortesia
Se devi prendere una vita
Della mia famiglia prendi la mia.
Composta venerdì 10 ottobre 2014
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Antonino Gatto

    Padre mio

    Padre mio, che con gioia mi hai portato alla vita,
    e nel tuo triste dolore mi hai dovuto lasciare,
    ogni giorno il mio specchio mi parla di te
    del tuo volto che porto e che invecchia con me.
    Il tuo amore è una piaga che mi porto nel cuore
    ogni tanto nel sogno, con un grande dolore.,
    per sentirti vicino, per vedermi con te,
    nei momenti più belli di quando eri con me.
    Mi mancano le tue braccia, il calore del tuo petto
    il conforto di un problema non ancora risolto,
    mi manca quel tempo che non ti ho dedicato
    il vuoto che ho dentro, quel che tu mi hai lasciato.
    Ma come nel cielo, vedo sempre i tuoi occhi,
    così accanto a me sento ancora i tuoi passi,
    e so che mi parli, e mi stai sempre accanto,
    come in queste parole, come dentro il mio pianto!
    Composta domenica 13 luglio 2014
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Antonino Gatto

      Aspettando l'amore

      Quando il silenzio del cielo
      ti strapperà una lacrima.
      Quando nel riflesso del tuo specchio
      troverai i miei occhi.
      Quando il freddo della solitudine
      ti farà un po' paura.
      Quando dentro nessuno troverai
      Ciò che era dentro me e non hai visto mai.
      Io sarò lì ancora ad aspettarti,
      ti basterà cercarmi e verrò a scaldarti.
      Poserò le mie mani sul tuo volto,
      sfiorando le tue labbra,
      e cancellerò ogni tuo dolore
      in un brivido, sotto un velo di stelle.
      Così capirai...
      che il vero amore
      non lo hai perso mai!
      Composta sabato 14 giugno 2014
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Antonino Gatto

        Percorrendo il tuo sentiero

        Camminando sui sentieri che tu stesso hai calpestato
        rilassandomi ogni tanto, con la nuca su di un prato,
        ho ascoltato il cinguettio in questa magica armonia,
        che hai udito tu per primo, percorrendo questa via.
        Passeggiando lentamente, osservando la natura,
        respirando i profumi di questa splendida pianura,
        ho capito che la pace, non è mai così lontana,
        se hai la forza di cercarla, e il coraggio di ammirarla.
        È per questo che ogni tanto, ripercorro questa strada,
        che tu stesso mi hai indicato, e continuo a calpestarla,
        per rivivere quei brividi, come fossi accanto a me,
        osservando questi posti che ora parlano di te!
        Composta sabato 10 maggio 2014
        Vota la poesia: Commenta