Scritta da: Silvana Stremiz

Fantasia

Vedo nei tuoi quadri
Il profumo della musica,
pennellate che descrivono
gli aromi delle sensazioni,
fiuto nell'aria il fresco
odore della verde primavera,
le focose rosse
estive passioni,
il bianco odore
del vuoto invernale,
il nero
putrido e tenebroso
nero
m'avvolge.
Vedo violaceo il Martedì,
Saturno azzurro intenso
Il marcio arancio
del Mercoledì.
Ascolto gli odori
rimescolati nella tua arte
e m'affascino della mia
Fantasia.
Anonimo
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz

    Someone's final song

    Dolcemente odo piangere silente e baciato al canto delle cadenti
    fronde tenerissimo il bambino, l'occhietto impaurito ed il pianto
    infinito nel suo cuore angosciato, e immenso dolor si dipinge sul
    viso e nel canto d'augello al fiorir del mattino.
    Passato immortale d'incantevole cuore, muta il pianto in sorriso.
    Anonimo
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Silvana Stremiz

      Ricordi che rodono dentro

      Ricordi che rodono dentro,
      parole dette, parole dimenticate.
      Promesse fatte, promesse tradite.

      Ricordi che rodono dentro.
      Carezze, baci, sospiri.
      Amore eterno, Amore finito.

      Solo resta l'Amore bambino,
      che crescer non può.
      Viziato, amato, cullato, futuro non ha.
      Si nutre di sguardi rubati, passioni represse,
      di baci e carezze furtivi: futuro non ha.

      Rimpianti, dolore, passione e furore.
      Ricordi che rodono dentro.

      Altri giorni verranno,
      ma l'Amore bambino
      futuro non ha.
      Anonimo
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di