Le migliori poesie di Ada Roggio

Acconciatrice, nato giovedì 29 giugno 1961 a Floersheim am Main (Germania)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Indovinelli, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Ada Roggio

Amore ovunque

Amore ovunque,
dovunque amore mio.
Amore ovunque,
dovunque resterai nel mio cuore,
nella mia mente.
Amore ovunque,
dovunque per sempre.
Amore ovunque,
dovunque anche se tu con un'altra me.
Amore ovunque,
dovunque per sempre.
Amore ovunque,
dovunque resterai nel mio cuore,
nella mia anima.
Amore ovunque,
dovunque Buon Natale.
Ada Roggio
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Ada Roggio

    Che strana la vita

    Che strana la Vita.
    Ci porta a fare dei giri immensi
    Fiumi di parole
    Fiumi di lacrime
    Fiumi, interminabili.
    Parole, sentite, dette, ridette
    Parole.
    Abbracci, strette di mano
    Abbracci
    Commozione, ci portano a riflettere
    Il grande valore "la vita"
    Il dolore si può superare attraverso varie forme d'amore
    La solidarietà, il ricordo.
    Il dolore resta.
    Ma...
    Ma si riesce a sopravvivere, grazie all'immenso lavoro che svolge la nostra anima, ricca di valori
    Ieri, ci ha unito la forza della Vita
    Grande famiglia, uniti tutti dallo stesso dolore
    Ma il calore sprigionato, ci ha accompagnato a casa, con una grande ricchezza interiore
    Ricchezza di cui noi siamo testimoni
    Affronteremo l'oggi, il domani testimoniando il valore della Vita.
    Ada Roggio
    Composta mercoledì 22 dicembre 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Ada Roggio

      Caro Papà

      Caro Papà,
      ti scrivo questa lettera,
      che forse mai riceverai.
      Vorrei riuscire a dirtelo di persona
      ora ancora
      non riesco

      Questo è il mio cuore
      si apre stamane a te
      ha voglia di dirti
      quanto amore io provo per te
      Tu sei la forza
      tu sei la roccia
      tu sei quel amore che ogni figlio vuole con se
      tu sei l'esempio
      tu sei la ragione
      tu sei la mano che io chiedo
      tu sei il pilastro della famiglia
      tu sei tutto l'amore che vuole una figlia
      tu sei il passato, il presente, il futuro
      tu sei stato il rifugio di quand'ero piccolina
      tu sei stato la figura al di sopra di tutte da rispettare
      tu sei oggi il silenzio attonito, da voler coccolare
      Padre mio, perdonami per quanti affanni
      Stringimi a te,
      ancora in questi pochi anni
      Spero altri cento,
      senza danni
      Scrolliamo di dosso,
      tutto il paradosso
      Questo è il mio cuore
      papà,
      che parla con amore
      Perdono Papà
      per non averlo mai detto prima
      Fiorisca una rosa
      si estirpa la spina
      ricominciamo tutto da quand'ero bambina.
      Ada Roggio
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di