Post di Silvia Nelli

Disccupata, nato giovedì 14 giugno 1973 a Pisa (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Proverbi.

Scritto da: Silvia Nelli
Spesso hanno perso la strada rincorrendo i loro sogni. Hanno perso il cuore donandolo per amori impossibili. Hanno finito le lacrime superando delusioni. Però non le hai mai viste cadere, non si sono mai mostrate distrutte e non si sono mai dichiarate sconfitte. Hanno la vita dentro, occhi che brillano e sorrisi che spiazzano. Loro non si rendono conto della bellezza che traspaiano, ma hanno la certezza del valore che hanno. Le persone vere non hanno mai un punto di fine per se stesse, loro ricominciano sempre. La parola "fine" la regalano solo a coloro che non vogliono nel loro futuro.
Silvia Nelli
Composto mercoledì 13 luglio 2016
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Silvia Nelli
    Il tempo a te dedicato non è stato tutto sprecato, in fondo molto mi hai tolto e molto mi hai lasciato. Hai creduto di impoverirmi, ma in verità mi hai arricchita di valori e sicurezze che ancora non sapevo di avere. Non ho potuto prenderne nulla da te perché non si può prendere niente dentro un contenitore vuoto. Hai una bellissima "facciata" ornata di colori meravigliosi che vanno a coprire un "grigio" che prima o poi tutti sanno scorgere. No, non ho sprecato il mio tempo. Hai saputo rendermi fiera di essere la persona che sono mostrandomi quanto poco ci sia da guadagnare quando ci si nasconde dietro bugie, falsità e presunzione. Hai saputo insegnarmi che soffrire è qualcosa riservato solo a chi possiede un cuore, a chi con i sentimenti ci costruisce la sua strada e la segue anche a costo di cadere lungo il tragitto. Sai? Dietro le mie debolezze che tu chiami "cazzate", dietro le mie lacrime che tu definisci "stupide" c'era proprio il sentiero che mi legava a te. Era il significato di un sentimento vero che si è scontrato con qualcuno che si muove alla "convenienza", nascondendo la sua povera realtà e facendosi lui stesso vittima dei sui errori. Tu non sei la vittima di nessuno tranne che di te stesso. Della tua vigliaccheria, della tua povertà d'animo e di quell'istinto animale che poco ti fa uomo. No, non è stato sprecato... il tempo a te dedicato.
    Silvia Nelli
    Composto martedì 12 luglio 2016
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Silvia Nelli
      Le vostre bugie nel cuore di chi vi ama hanno il passo lento. Rallentate dall'amore, da un "ci credo" e anche da un "non è possibile non mi mentirebbe mai". Attenzione però, perché le menzogne prima o poi intasano il cuore. Una volta intasato per tornare a funzionare ha bisogno dell'aiuto della mente e quando subentra la ragione essa fotte sentimenti, buona fede, pazienza e vi cancella senza possibilità di appello.
      Silvia Nelli
      Composto domenica 10 luglio 2016
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Silvia Nelli
        Non chiedermi perché sono solo. Sai, le persone "sole" sono quelle che si accontentano della compagnia di chiunque. Quelle che hanno bisogno di avere sempre qualcuno con cui giocare, qualcuno da far sentire "all'altezza". Le persone sole sono quelle "vuote" dentro, prive di amore, quelle che l'unica cosa che sanno regalare sono parole spoglie di sentimento e verità. Chiedimi perché sono "single" e ti risponderò che lo sono perché persone che sanno offrirti qualcosa di diverso da tutto ciò sopra descritto ne sono rimaste ben poche. Ed essendo una persona che non si sente "sola", ma vive benissimo con se stessa. Non si accontenta e non si regala a tutti. Io non ho bisogno di far sentire nessuno all'altezza per sentirmi migliore e non mi servono finte compagnie con cui giocare per sentirmi una persona appagata.
        Silvia Nelli
        Composto domenica 10 luglio 2016
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Silvia Nelli
          Voglio tornare dove sono stato felice. Riassaporare il sapore di un giorno come tanti, ma profondamente diverso. Quei giorni che mentre li vivi sembrano banali e poi nel tempo li ricordi più di altri. Voglio tornare dove le cose più scontate erano felicità, dove anche un sole che sorge era un motivo per ringraziare il cielo di poterlo vedere. Voglio tornare in quel mondo dove sono cresciuto, tra cicatrici, ginocchia sbucciate, corse in bicicletta e il sapore della polvere tra le labbra. Voglio tornare la, dove avevo tutto senza avere niente perché qui non mi piace. Perché qua anche se hai di più ti senti vuoto dentro. Voglio tornare dove le persone si volevano bene e si apprezzavano per ciò che erano e non per ciò che avevano.
          Silvia Nelli
          Composto sabato 9 luglio 2016
          Vota il post: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di