Le migliori frasi di Silvia Nelli

Disccupata, nato giovedì 14 giugno 1973 a Pisa (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione, in Proverbi e in Diario.

Scritta da: Silvia Nelli
Le mani, sono il primo passaggio di molte cose spesso inosservate, ma di grande valore: la stretta di mano, simbolo di conoscenza. Il tendere una mano, sinonimo di aiuto. Una carezza, la dimostrazione di affetto. Tenersi per mano, la paura di perdersi. Battere le mani, simbolo di approvazione. Usiamo le mani per tutto questo ricordandoci di non usarle mai contro qualcun altro, perché quello è l'unico modo negativo che hanno di mostrare qualcosa.
Silvia Nelli
Composta martedì 7 gennaio 2014
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Silvia Nelli
    Mi piacciono i piccoli gesti fatti sottovoce, quelli che restano nell'intimità di un attimo. Si leggono negli sguardi, nelle piccole movenze delle labbra e non si perdono mai, perché chi li sa cogliere li afferra e li trattiene nel cuore. Mi piacciono le piccole promesse, quelle "stupide", quelle che fai anche al mattino, quando dietro un semplice abbraccio dici "a stasera". Mi piace la quotidianità vissuta in una semplicità che fa del mio tempo una splendida certezza.
    Silvia Nelli
    Composta mercoledì 19 novembre 2014
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Silvia Nelli
      Caro uomo, ricorda che una donna ha la grande capacità di capire, ogni tanto prova anche tu magari anche solo ad ascoltare. Ricorda che l'amore che ha per te può essere immenso, ma a lungo andare se non trova concretezza ne riscontri si spegne. Non fare la vittima, tanto meno piangere se dopo avrà trovato tra altre braccia quello che tu le hai negato. Ci sono attenzioni che lei ritiene essenziali, non le basta una bella cena, una bella serata e notti di passione ha bisogno di piccoli gesti, concreti e costanti. Ha bisogno di milioni di piccole cose che possano fare di quel "noi" qualcosa di grande.
      Silvia Nelli
      Composta martedì 17 dicembre 2013
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Silvia Nelli
        Gli stronzi si dividano in due categorie: quelli pessimi e squallidi e quelli di classe. Quelli pessimi e squallidi sono quelli che vivono da stronzi, si nutrono dei dolori altrui, la loro benzina si chiama "cattiveria" e il loro motore di ricerca cerca ininterrottamente persone più fragili, persone più deboli e a volte persone migliori di loro perché gli creano quello strano input chiamato "invidia". Gli stronzi di classe invece sono quelli che girano con un vero sorriso sul volto, un sorriso sarcastico. Sono quelli che non vivono di tutto ciò che sopra ho citato, ma di cose opposte ma se gli vai a scassare le palle sanno essere stronzi con una tale classe che allo stronzo pessimo e squallido gli fanno un culo che nemmeno immagina!
        Silvia Nelli
        Composta giovedì 5 dicembre 2013
        Vota la frase: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di