Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori frasi di Giuseppe Catalfamo

Attendo sempre una nuova passione., nato sabato 6 ottobre 1962 a Genova (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Indovinelli, in Poesie, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione, in Proverbi e in Diario.

Scritta da: Giuseppe Catalfamo
Se nel nostro tempo un falegname trentenne si professasse il Messia, come d'altronde gli Avventisti del settimo Giorno auspicano, andasse in piazza, ci dicesse parole d'amore, narrasse novelle, indicasse una nuova vita di povertà volta al bene spirituale, volesse che lo seguissimo diventando pescatori di anime e in ultimo impeto di vocazione divina si facesse crocifiggere dicendo che è per la nostra salvezza... Bhè, non v'è la pallida titubanza che sarebbe considerato un emerito imbecille.
Giuseppe Catalfamo
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Giuseppe Catalfamo
    Capita a volte che nella giornata non posso portare il mio Sato ad espletare i suoi bisogni all'aperto.
    Quindi ho adibito in casa, non avendo giardino, una stanza per lui,
    dove può "sporcare" in un angolo dove metto dei giornali.

    Il problema è che quando usciamo se non trovo un'edicola non fa pipì.
    Giuseppe Catalfamo
    Composta sabato 20 febbraio 2010
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Giuseppe Catalfamo
      Adoro filosofeggiare sul senso della vita, su quel che potrebbe esser l'uomo nell'ambito dell'universo, sulla nostra presunta intelligenza.

      Analizzandomi all'eccesso dell'iperbole confesso a me stesso che questa è una voglia atavica del mio 'es'ma anche un più terreno sogno d'esser ascoltato per poter non fare un cazzo...
      come i veri filosofi.

      Mi sento comunque "bene" e "meglio" di chi per non fare un cazzo ha inventato religione e politica.
      Giuseppe Catalfamo
      Composta lunedì 24 maggio 2010
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Giuseppe Catalfamo
        Il Big Bang, la teoria della creazione, certamente affascina.
        Pur spiegando raffazzonando e rabberciardo accomodanti chiose
        sulla formazione dell'universo.
        Fosse diverso?
        Se l'universo fosse l'utero d'un Entità d'inimmaginabile
        gargantuesca colossità?
        L'universo sarebbe un feto, dovrebbe ancora nascere.
        Affascinante.
        Certamente teoria migliore che dell'Entità fossimo l'intestino.
        Giuseppe Catalfamo
        Composta giovedì 16 giugno 2011
        Vota la frase: Commenta