Questo sito contribuisce alla audience di

Scritto da: Edoardo Grimoldi

"Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare", Ed. Salani, 1996

Capitolo: Capitolo sesto, parte seconda "Fortunata, davvero Fortunata"
Fortunata crebbe in fretta, circondata dall'affetto dei gatti. Dopo un mese che si era trasferita nel bazar di Harry, era una giovane e snella gabbiana dalle setose piume color argento. Quando qualche raro turista visitava il bazar, lei seguiva le istruzioni di Colonnello e se ne stava buona... [continua a leggere »]
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Edoardo Grimoldi

    Brevi interviste con uomini schifosi

    Capitolo: Una storia ridotta all'osso della vita post-industriale.
    Quando vennero presentati, lui fece una battuta, sperando di piacere. Lei rise a crepapelle, sperando di piacere. Poi se ne tornarono a casa in macchina, ognuno per conto suo, lo sguardo fisso davanti a sé, la stessa identica smorfia sul viso. A quello che li aveva presentati nessuno dei due... [continua a leggere »]
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Edoardo Grimoldi

      Buddha e il bandito

      Un giorno Buddha si trovava in una foresta quando venne aggredito da un bandito. Questi lo avrebbe certamente ucciso, ma prima concesse un ultimo favore al saggio. Questi gli disse: "Per prima cosa taglia un ramo da quell'albero". L'altro eseguì: "E adesso?". Buddha gli rispose: "Ora rimettilo a... [continua a leggere »]
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Edoardo Grimoldi

        I vestiti nuovi dell'imperatore.

        C'era una volta un imperatore che amava così tanto la moda da spendere tutto il suo denaro soltanto per vestirsi con eleganza. Non aveva nessuna cura per i suoi soldati, né per il teatro o le passeggiate nei boschi, a meno che non si trattasse di sfoggiare i suoi vestiti nuovi: possedeva un... [continua a leggere »]
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Edoardo Grimoldi

          Il campanello e i ladri

          Il signor Guglielmo abita nei boschi e ha molta paura dei ladri. Non è ricco, ma i ladri come facevano a saperlo? Pensa e ripensa ha deciso di scrivere un cartello: "Si pregano i ladri di suonare il campanello. Saranno lasciati entrare liberamente e potranno vedere che qui non c'è proprio niente... [continua a leggere »]
          Vota il racconto: Commenta
            Scritto da: Edoardo Grimoldi

            Il gallo e la volpe

            Sul ramo di un albero stava in vedetta un vecchio gallo accorto e scaltro.
            - Fratello - disse una volpe facendo la voce dolce - noi non siamo più in guerra. Questa volta abbiamo fatto la pace generale: vengo ad annunziartelo. Scendi che ti voglio abbracciare; fa' presto per piacere, perché debbo... [continua a leggere »]
            Vota il racconto: Commenta
              Scritto da: Edoardo Grimoldi

              Il mantello

              Dopo un'interminabile attesa, quando la speranza già cominciava a morire, Giovanni ritornò alla sua casa. Non erano ancora suonate le due, sua mamma stava sparecchiando, era una giornata grigia di marzo e volavano cornacchie.
              Egli comparve improvvisamente sulla soglia e la mamma gridò: "Oh... [continua a leggere »]
              Vota il racconto: Commenta
                Scritto da: Edoardo Grimoldi

                Il pavone e la gru

                C'era una volta un pavone vanitosissimo. Si gloriava con tutti per le sue belle piume. Quando vedeva una pozzanghera, si fermava a guardare la sua immagine riflessa nell'acqua.
                "Guardate la mia coda" gracchiava. "Ammirate che colori meravigliosi hanno le mie piume. Come sono bello! Sono senz... [continua a leggere »]
                Vota il racconto: Commenta