Scritto da: Aurora Cantini
in Racconti (Narrativo)

Il Carnevale antico di Valtorta

A Valtorta le maschere medievali del mondo contadino di montagna

c'è un paese rannicchiato tra le montagne dell'Alta Valle Brembana, Orobie Bergamasche, dove il mondo contadino rimane aggrappato tenacemente ai vissuti della storia seppur in quest'epoca tecnologica e globale, dove i personaggi... [continua a leggere »]
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Edmea
    in Racconti (Narrativo)

    Piede sbagliato

    Siamo partiti con il piede sbagliato. Il Cagliari, a casa dell'Udinese non c'è con la testa e la massima che i piedi non debbano mai essere scollegati sembra un lontano ricordo. I padroni di casa, con cinque punti in meno del Cagliari, stanno dettando le regole e noi a subire, senza neanche... [continua a leggere »]
    Composto sabato 29 dicembre 2018
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Edmea
      in Racconti (Narrativo)

      Sospiro di sollievo

      Non ci ricordiamo da quanto tempo la serie a non scendesse in campo il ventisei dicembre, giorno di Santo Stefano, immediatamente successivo al Santo Natale. Non è stato un bel Natale per la squadra di Mister Maran, perché sotto l'albero ha trovato, o si è procurato un triste 3 a 1 contro la... [continua a leggere »]
      Composto mercoledì 26 dicembre 2018
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: M. Gamba
        in Racconti (Narrativo)

        Prologo

        Capitolo: 1
        Il mare schiuma sulla spiaggetta, rabbioso per essersi imprigionato nell'insenatura del borghetto ligure. Sferzato dal libeccio, scuro e tumultuoso, si scaglia contro il piccolo molo, ultima e pervicace difesa dell'inerme e ciottoloso lido.
        La diga sembra essere sopraffatta dai cavalloni che... [continua a leggere »]
        Composto sabato 21 ottobre 2017
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Martina Boselli
          in Racconti (Narrativo)

          Lei

          Lei era bella. Non di quella bellezza che ti fa girare lo sguardo più e più volte se la incroci per strada. O di quella bellezza mozzafiato che ti fa prendere coraggio per alzarti e andare da lei e chiederle come si chiama, anche perché una come lei nemmeno ti risponde se lo fai, o peggio ti... [continua a leggere »]
          Vota il racconto: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di