Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Marco Bartiromo

Artista, nato martedì 15 dicembre 1959 a Portici(NA) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Marco Bartiromo

Noi due

Nuvole vagano nel cielo indispettito,
son scampoli di luce le montagne,
il cuore torna a navigare
sul promontorio prospiciente il mare.

Cerco la luce nel cielo dell'estate,
volubile e strana al pari di una donna,
ed ascolto il frinire di cicale
immemore del tempo, ladro esemplare.

Ti ritrovo in cima al mio pensiero,
sincera amica che non teme usura,
conforto nell'umana mia avventura,
alla ricerca di un'isola gioiosa.

Intreccio le mie dita con le tue
a far catena per renderci tenaci,
tentando di cambiar la nostra sorte
posata sulle ali del destino.

E cercheremo lidi nuovi
ove non giunga la bufera,
tra cirri rosati che ci fanno festa
noi due abbracciati sfideremo la tempesta.
Marco Bartiromo
Composta domenica 8 novembre 2015
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Marco Bartiromo

    Una stella che muore

    Nella scia luminosa di una stella
    ho sempre aperto il cuore alla speranza,
    con la coscienza netta
    di chi del male non ravvisa l'esistenza,
    ho sempre letto quel messaggio
    come il richiamo di una voce amica,
    l'auspicio più sincero
    da chi dall'alto vede, e si addolora.
    Quando una stella muore
    è una lacrima sfinita,
    che lascia un buco nero nel futuro,
    un vuoto enorme
    che nemmeno il sole può colmare
    illuminando anime deluse,
    o riscaldando il mondo
    con la luce dell'amore.
    Marco Bartiromo
    Composta giovedì 19 febbraio 2015
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Marco Bartiromo

      Mente stremata

      Cammino silente al centro del dilemma,
      sulla linea che studia dialoghi animati,
      tra una mente irata e un cuore tormentato.
      Un disaccordo che scanserà ogni fine,
      uno scambio di pensieri non distinti,
      da sempre ostili, e lontani dall'intesa.
      Spine dolorose che trafiggono parole,
      e scavano irritate, limando l'udito.
      Le idee sfrecciano decise
      ma sfibrano le maglie del sentire,
      e se l'amore segue regole precise
      la passione brucia le teorie.
      Nel dubbio proverò a seguire il cuore,
      perché la mente si è distesa al sole.
      Marco Bartiromo
      Composta lunedì 20 ottobre 2014
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Marco Bartiromo

        Alleria (Allegria)

        L'aria è 'ddoce,
        prufuma 'e primmavera
        ca'pur'e ciure
        se 'mbriacano 'e st' addore
        e l'auciell'
        parlan' d'ammore,
        vulann' sguaiatament'
        miez' 'e fronne
        ca' tremmano...
        pe' ll'alleria.


        L'aria è dolce,
        profuma di primavera
        tanto da ubriacare i fiori
        di questo odore
        e gli uccelli
        parlano d'amore,
        volando spensieratamente
        tra le foglie
        che tremano
        per l'allegria.
        Marco Bartiromo
        Composta giovedì 15 marzo 2012
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Marco Bartiromo

          Solo per te

          Solo per te
          ho conosciuto
          i mille volti della Luna.
          Afferrando la sua mano
          ho seguito l'orbita della pazienza,
          completamente immerso
          nel cielo della vita.
          Frammenti di stelle
          hanno illuminato i pensieri,
          conducendomi,
          in un deserto di silenzi...
          Solo per te,
          rallentando i passi,
          ho combattuto la ragione,
          affannando nel cammino.
          Mi sono nascosto,
          dall'eclissi del cuore,
          alternando i battiti,
          tra ansie e paure.
          Ho aperto le ali,
          riparando le piume
          e volo...
          solo per te.
          Marco Bartiromo
          Composta martedì 10 gennaio 2012
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Marco Bartiromo

            Ci sono

            Ci sono,
            dovunque tu pensi io sia
            Nelle mani, sul tuo corpo,
            negli occhi vellutati di poesia
            Un alito di vento
            che sfiora la tua pelle
            bruciando con il fuoco
            la carne,
            che arde d'amore.
            Emozioni tempestose
            ferme,
            alla diga dei miei occhi,
            che si fondono,
            come cera,
            in attesa del calore,
            sino a sciogliersi
            e scivolare... in questa poesia.
            Marco Bartiromo
            Composta mercoledì 11 gennaio 2012
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Marco Bartiromo

              Per vincere il tempo

              Sono nato
              per amarti
              e ti amo
              così sto vivendo per amarti
              e amandoti
              ti porterò
              in quel mondo di piacere
              dove tu sei la mia Dea
              ed io
              il tuo schiavo d'amore.
              sul tuo corpo
              le mie mani sono sciolte
              danzano...
              come il mare nella bufera
              e come rami
              si radicano nel cielo
              e si nutrono di te
              le mie labbra
              si dissetano
              del tuo fiume sinuoso
              ed il mio cuore
              batte forte
              per vincere il tempo
              che passa veloce.
              Marco Bartiromo
              Composta domenica 11 dicembre 2011
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Marco Bartiromo

                La musica del cuore

                C'è una cosa che non sai
                e che non so se potrò spiegarti mai
                è nascosta nella mente
                tra migliaia di pensieri
                che traducono il concetto
                in un eros di pazzia
                è una dolce sensazione
                che fa strada sulla pelle
                percorrendo ogni angolo
                del mio corpo in festa
                è l'idillio dell'ardore
                travestito da fantasma
                che ti copre di carezze
                e di baci vellutati
                ti circonda del respiro
                provocandoti l'ebbrezza
                di chi sogna l'armonia
                ma non sente melodie
                di un'orchestra spazientita
                pronta a spargere le note
                di una dolce sinfonia.
                È la musica del cuore
                sottofondo perfetto
                alle parole del mio amore.
                Marco Bartiromo
                Composta domenica 11 dicembre 2011
                Vota la poesia: Commenta