Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Luigi Berti

Santa Claus

Le luci che si accendono,
sul profilo del mio albero,
sono sogni di un bambino,
abbracciato al suo cuscino.

La neve fuori scende
e ricopre le montagne,
c'è la slitta di Natale,
nel cielo a volteggiare.

Con le renne e con il sacco,
dei regali che mi aspetto,
sotto l'albero nella notte,
Santa Claus me li mette.

C'è chi dice che è un sogno
e Santa Claus non esiste,
la mattina poi mi sveglio
e il Natale è già alle porte.
Luigi Berti
Composta domenica 13 dicembre 2015
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Luigi Berti

    Un'altra alba

    Costringiamo la notte a venire fuori,
    liberiamo il mondo da questi orrori,
    che la pioggia scenda e lavi il sangue,
    versato innocente da chi non c'entra niente.

    Che i fiori nascano cullati dal vento
    e il plagio nascosto sparisca dal mondo,
    che un'arma comune svanisca per sempre,
    e un fanciullo sbocci senza saperne niente.

    Un'altra alba dobbiamo vedere
    e non un kamikaze che si fa saltare,
    per una religione che è solo conveniente,
    urlata al vento e non compresa sempre.

    Un'altra alba sorgerà ancora,
    su questa terra e sull'aurora,
    un altro giorno un altro sole,
    riscalderà il cuore delle persone.
    Luigi Berti
    Composta venerdì 4 dicembre 2015
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Luigi Berti

      Il bruco e la farfalla

      Non c'è inganno maggiore,
      dalla bellezza esteriore,
      come una foglia d'autunno,
      fa il suo tempo e poi cade,
      offuscata dagli occhi rimane,
      la grazia nascosta interiore.

      Mi accontento di questo,
      nel ricordo di un tempo,
      dove sogni e speranze,
      le portavo dentro,
      rimembro e sospiro,
      ogni attimo che vivo.

      Sotto forma di larva,
      ora il bruco si trasforma,
      vola sulle fantasie,
      nate prima delle idee,
      e si posa sul tuo petto,
      la farfalla che ho dentro.
      Luigi Berti
      Composta mercoledì 26 agosto 2015
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Luigi Berti

        Riflesso

        Io non sarò come voi,
        lascerò che il tempo passi,
        nell'indifferenza di tutti,
        troverò la strada nascosta,
        dalla paranoia ingiusta,
        sotto ogni forma.

        Su un pianeta di folli,
        consacrati alla menzogna,
        separati dall'onestà,
        tutte facce uniche,
        che senza uno specchio,
        non si riflettono.

        Scavalcherò questi tempi,
        con il trascorrere degli anni,
        circondato da ricordi belli,
        sullo stesso specchio,
        metterò il mio aspetto,
        riflesso unico di un volto.
        Luigi Berti
        Composta venerdì 17 luglio 2015
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Luigi Berti

          L'estate

          Il caldo l'estate la spiaggia la sabbia,
          la luna che guarda lo sdraio che culla,
          le stelle che brillano di luce la notte,
          il mare che sbatte le onde sul ponte.

          Le voci portate lontano dal vento,
          il sole nascosto da un raggio di luna,
          la mano accarezza e nasconde l'ora,
          la sete che indugia sulla pelle scura.

          Il tempo sospeso per un momento,
          le labbra salate danno il consenso,
          anche le stelle son ferme a guardare,
          mentre le onde accarezzano il cuore.

          L'estate di notte apre le sue porte,
          tracima la passione celata dal sole,
          con sentimento e un po' di magia,
          la mente è in un sogno e vola via.
          Luigi Berti
          Composta domenica 5 luglio 2015
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Luigi Berti

            Lacrima

            Avevi sete hai bevuto,
            avevi fame hai mangiato,
            avevi voglia di un sorriso,
            ma nessuno te l'ha dato.

            C'è una goccia di rugiada,
            sopra il viso di una fata,
            che cammina fra la gente,
            non si vede e non si sente.

            Solo gli occhi di un bambino,
            leggono il volto di chi è puro,
            cogliendo dal suo sguardo,
            quella lacrima di rimpianto.
            Luigi Berti
            Composta domenica 28 giugno 2015
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Luigi Berti

              Nel cuore

              Amor che tutto vedi,
              nel cuor dei miei pensieri,
              può il tuo sguardo solo,
              far tremare la mia mano,
              che ti scrive in tutta fretta,
              con il cuore che gli detta.

              Sono note o son poesie,
              che nel detto senza fare,
              me le trovo dentro il cuore,
              e si uniscono in un foglio,
              che dal bianco tuo candore,
              si colora del mio amore.
              Luigi Berti
              Composta giovedì 28 maggio 2015
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Luigi Berti

                Pensieri

                Il tempo rimasto per pensare,
                avvolge la solitudine e fa male,
                le ferite rimaste sono aperte,
                il pensiero nascosto le percorre,
                ricordi di una vita disperata,
                con il cuore che batte senza casa.

                La notte accende la mia mente,
                le stelle mi portano lontano,
                le osservo e sfioro con la mano,
                la luce che conforta il dolore,
                nella mente vorrebbe restare,
                ma il silenzio nel buio rimane.

                Vorrei spegnere la mente adesso,
                e ascoltare la notte nel silenzio,
                dove tutto sospeso rimane,
                dai pensieri poter scappare,
                se nel buio non trovo la via,
                seguo le stelle e la loro scia.
                Luigi Berti
                Composta martedì 26 maggio 2015
                Vota la poesia: Commenta
                  Scritta da: Luigi Berti

                  Duro come un sasso

                  Sento ogni momento le parole,
                  dette dallo stolto che ha ragione,
                  frasi senza avere un sentimento,
                  immerse nelle pagine del tempo.

                  Mi perdo in quello che sostieni,
                  le ragioni sono sempre un torto,
                  lambite senza nessun controllo,
                  al sasso che nasconde il segno.

                  Aspetto il giorno della vendetta,
                  quando il sasso gettato si rivolta,
                  lasciando un graffio sulla tua faccia,
                  dove anche il più piccolo pennello
                  indelebile avrà lasciato il suo segno.
                  Luigi Berti
                  Composta domenica 26 aprile 2015
                  Vota la poesia: Commenta
                    Scritta da: Luigi Berti

                    Il pescatore

                    Viene la sera e mi trovo a passeggiare,
                    lungo il pontile di questo amato mare,
                    una dolce brezza fugace mi accarezza,
                    scaldato dal sole che si intinge nel mare.

                    Le canne sul ponte sono pronte a lottare,
                    c'è sempre l'attesa silenziosa e compresa,
                    la canna si piega sotto il peso della preda,
                    è una lotta fugace combattuta tenace.

                    L'incanto è nel vedere sguazzare,
                    un pesce enorme fuori dal mare,
                    esprime la forza e il desiderio,
                    del pescatore che ne va fiero.

                    La brezza la senti di nuovo addosso,
                    si espande nell'aria su chi è commosso,
                    e guarda invidioso con occhi da un bambino,
                    la preda enorme del proprio vicino.
                    Luigi Berti
                    Composta giovedì 16 aprile 2015
                    Vota la poesia: Commenta