Questo sito contribuisce alla audience di

Sorgive lievi bollicine corporee
sorgono e sorprendono
nella silente comunicazione:
immersi nella natura, un'opera d'arte,
una musica, una danza, un canto,
la pelle col desio di sfiorare,
un tenero bacio,
il mistero sfocia nell'abbraccio.

Eros,
veste sacrale della corporeità umana
libero nell'orientamento, svela l'essenza,
vivida linfa nell'incontro sensuale.

Universale fluire orgasmico.
Libero Ciapparelli
Vota la poesia: Commenta
    25 Aprile 1945
    È la giornata della liberazione dal nazifascismo,
    o meglio da qualsiasi forma di governo totalitario
    che precluda non rispettando gli altri
    confrontandosi democraticamente:
    sia con i partiti della maggioranza
    sia con i partiti dell'opposizione.

    Liberazione fortemente desiderata e voluta
    dall'umanità, di buona volontà, proveniente
    da qualsiasi pensiero politico che riconosca
    la libertà del singolo cittadino di esprimere,
    nel rispetto della costituzione,
    il suo libero pensiero.

    25 Aprile 2021
    Siamo all'alba di eventi fortemente desiderati,
    voluti dall'umanità di buona volontà proveniente
    da qualsiasi forma governativa, culturale,
    politica o confessione religiosa, che
    ravvisa il malessere arrecato alla Madre Terra
    dall'intelligenza in conflitto con gli eco sistemi
    inseguendo effimere soluzioni energetiche
    che soffocano la vera ricchezza, la Salute.

    L'Umanità nell'assumersi universalmente con umiltà
    le responsabilità, riconosca che qualsiasi forma energetica
    dovrà essere in sintonia con modelli di consapevolezza che
    liberano la Madre Terra, da inquinamenti insostenibili
    nel rispetto del Creato con tutte le sue Creature.
    Libero Ciapparelli
    Composta domenica 25 aprile 2021
    Vota la poesia: Commenta
      Il pellegrino penitente nel percorso
      verso la culla della propria fede e delle
      varie confessioni religiose nate da Abramo
      semina fiducia... concordia nelle diversità.

      Unanimi valori di convivenza
      nei quali esser pari nel sociale.

      Ridesta sintonia di fratellanza
      condividendo gioia e tenerezza
      diffusa da cuori concordi fra loro.

      Nella concordia del reciproco rispetto
      alle diversità liturgiche sulle singole fedi
      non predomina la volontà di proselitismo
      ma risveglio dell'Universale Cuore... Anima.
      Libero Ciapparelli
      Vota la poesia: Commenta
        L'esperienza di vivere
        l'amore con reciprocità
        nasce nell'atmosfera
        creata da vitale rapporto.

        Liberi da calcoli personali,
        di dipendenza l'uno dall'altro
        e atteggiamento di possesso.

        Amore che suscita benevolenza
        nella purezza senza secondi fini.

        Cosciente... coltiva relazioni
        che irradiano luce nel distacco:
        dalle cose materiali-dalle persone
        dalle reciproche cristallizzate idee.

        Consapevoli nell'esser in piedi da soli
        ci riconosciamo viventi ~ nella reciproca
        interdipendenza su un ponte a doppia corsia
        dove andare e tornare liberi con vivido respiro.
        Libero Ciapparelli
        Vota la poesia: Commenta
          Tramonta l'anno 2020, porta con se
          la luce alle tenebre della pandemia
          il vaccino per l'immunità di gregge

          Auspico che il 2021 sia soprattutto
          l'anno della coscienza consapevole
          sull'incuria condotta all'ambiente.

          Cresca sempre più
          nell'intima percezione
          d'ogni singolo essere umano
          il desio d'attraversare una mutazione
          trasformazione evolutiva della coscienza.

          Dalla convinzione d'esser dominatore
          destabilizzante degl'equilibri ambientali
          all'ispirazione suggerita negli ecosistemi
          generati dalla Roccia Vivente.

          Librarsi in volo sulle ali della responsabilità
          convivere condividendo consapevolmente
          con rinnovata coscienza d'esser figli e
          rispettosi fratelli del e nel Creato.
          Libero Ciapparelli
          Vota la poesia: Commenta
            Natale 2020
            Metafora della Natività di Gesù

            Germoglia come nuda essenza nell'umile mangiatoia
            Nutre ~ risveglia ~ irradia ~ amore innocente.

            L'umanità è rappresentata da tre Re magi
            diversi nell'etnie, età, storicità - hanno onori
            nell'arte, religione, cultura, scienza, conoscenza
            Guidati nel cielo anima dalla luminosa cometa
            s'inchinano offrendo i loro pregi al servizio
            dell'umile vivida radiosa luce.

            L'anno 2020 ottenebrato dal covid
            Natale porta in dono il vaccino
            luce nelle tenebre della pandemia

            Il vaccino rappresenta la soluzione
            allo squilibrio arrecato all'organismo.

            La pandemia imprime la paura d'esistere
            con l'invisibile mutazione del corona virus
            mettendoci di fronte alle singole responsabilità
            sulla vera causa originata da pensieri e condotte irrispettose:
            verso l'ambiente e la lealtà fra umani.

            Gli uomini di buona volontà orientano la coscienza verso l'ascolto della vivida luce
            nel cielo ~ anima,
            percependo sempre più d'esser responsabili
            con le condotte verso: l'Umanità, il Creato.

            Umilmente, vivificare la coscienza
            d'esser doni~figli della roccia vivente
            differenti nelle: etnie, religione, cultura.

            La roccia genitrice, pregna del radioso nucleo,
            (pulsante luce stellare), nel suo percorso evolutivo
            ci affida un raggiante cuore~anima, rendendoci uguali
            nel riflettere sul respiro vivifico, radioso della Natività.
            Libero Ciapparelli
            Vota la poesia: Commenta

              Abbracci

              Nelle relazioni umane
              sorgono scambievoli abbracci
              risanano tensioni, ostili rancori.
              Comunicano più di tante parole
              il senso della riconciliazione.
              Ben vengano se pervasi
              da oneste intenzioni.

              Nell'animus umano
              spontanei... abbracci
              germogliano~fioriscono
              col bonario sorriso~humus
              sorto nel giardino profumato
              da reciproche tenere intenzioni
              spogli da qualsiasi altro proposito.
              Libero Ciapparelli
              Vota la poesia: Commenta

                Il valore dell’essere umano

                Chiesero al grande matematico Al-Khawarizmi
                sul valore dell’essere umano
                così rispose:

                Se ha etica (motivata dall’ascolto ed il rispetto dell’altro) il suo valore è 1.
                Se in più è avveduto e intelligente aggiungete uno zero e il suo valore sarà 10.
                Se possiede proprietà ed è ricco aggiungete un altro zero e il suo valore sarà 100.
                Se è un leader o ha una professione aggiungete un altro zero e il suo valore sarà 1000.
                Se oltre tutto ciò è una bella persona aggiungete un altro zero e il suo valore sarà 10.000.

                Ma se la sua condotta e i suoi pensieri non sono ispirati dall'Etica perde “1”
                e con esso perderà tutto il suo valore, perché gli rimarranno solo gli zeri.

                Senza il valore dell’Etica ne principi solidi,
                (paradigma ai valori universali umani
                e se, nell'esser un leader o ha una professione con elevata responsabilità non si conforma con rispetto alle norme deontologiche),
                non rimane nulla.
                Rimangono solo delinquenti, corrotti,
                truffatori, manipolatori e cattive persone.

                Senza valori e principi non valiamo niente
                prima di calpestarli per irresponsabile egoismo e cattiveria,
                ricordiamoci che senza quel “1” svaniscono i nostri pregi.
                Soffochiamo l’altrui e la propria dignità
                procurando sofferenza nell'umanità.
                Libero Ciapparelli
                Vota la poesia: Commenta