Questo sito contribuisce alla audience di

22 Aprile 2020

Auspico all'umanità smarrita,
(nell'affrontare questa pandemia),
il Passaggio consapevole del conscio
che ha in sé: Il rispetto degli ecosistemi
sanificare l'equilibrio nella Roccia Vivente
godersi il respiro risanato nella Creazione –
L'intimo desio dell'umano cuore a manifestare
tenerezza e rispetto reciproco senza distinzioni
di appartenenza (razza, cultura, religione, ecc.)
Come la generosità d'animo di Medici-Infermieri
che mettono a repentaglio la propria salute/vita
nell'accudire umani infettati senza i distinguo.

Rinnovando l'auspicio del consapevole
Passaggio cosciente nell'Umanità verso la Madre Terra
Vivificante Pasqua della Roccia Vivente.
Libero Ciapparelli
Vota la poesia: Commenta
    Oggi 17 dicembre 2019
    è l'anniversario della nascita
    di Papa Francesco
    Buon Compleanno a un Uomo
    con l'intimo desio di dialogare e
    far dialogare fra loro
    qualsiasi confessione religiosa,
    è ispirato dal linguaggio universale
    che permea gli uomini di buona volontà.

    Con questa attitudine
    e quella di far sorgere innovazioni
    alla luce di nuove consapevolezze
    sui rapporti umani e sociali,
    spuntano aspri denigratori
    che fomentano ed operano
    nel crocifiggere quel percorso
    all'interno dell'espressione di fede.

    Preghiere e vicinanza vivida d'animo
    sono viatici per la sua missione umana.
    Libero Ciapparelli
    Vota la poesia: Commenta
      Nell'anniversario della Natività di Gesù
      auspico che l'uomo con empatia
      riviva quel suggestivo momento.
      Quando nel sorgere alla vita
      con la sua nuda essenza
      senza abiti mentali,
      è accolto nell'aspettativa d'intima letizia.

      Risuona il vagito congiunto al primo respiro
      la dove le ricchezze e sicurezze mondane s'inchinano
      di fronte al prezioso vivido
      mistero della Natività
      d'un bocciolo umano.

      Nell'ispirate premure fioriscono
      di tanto in tanto teneri baci.

      Non sono monete di scambio
      ma manifestazioni dell'Anima
      nella consapevolezza del Vivido Natale.
      Libero Ciapparelli
      Vota la poesia: Commenta

        Evoluzione dell'umana coscienza

        Stanno maturando i tempi nei quali
        ogni individuo o meglio essere umano
        nella sua intima personale percezione è
        chiamato ad un sostanziale cambiamento.

        Dovrà percorrere una trasformazione,
        una mutazione evolutiva della coscienza
        paragonabile alla metamorfosi di un bruco
        che perfora le proprie convinzioni bozzolo-mentali
        nate dalle molteplici crisalidi di appartenenza a:
        culture, confessioni religiose, nazionali, politiche, ecc.

        Per librarsi come farfalla in un dialogo rispettoso
        con le variegate fioriture dei valori umani universali:
        sia nelle confessioni religiose,
        come nei valori storici culturali,
        ispirate dal e nell'Ascolto del cuore-anima
        che coesistono negli uomini di buona volontà.

        Con una rinnovata coscienza d'esser figli
        e rispettosi fratelli nel e del Creato.
        Libero Ciapparelli
        Vota la poesia: Commenta
          Per dimostrare a noi stessi di esistere
          desideriamo scrivere
          il nostro nome in ogni dove
          anche in cielo.

          C'è un modo tangibile reale
          nell'esser consapevole di esistere
          indirizzando l'attenzione
          all'ascolto del proprio respiro.

          Se poi condividiamo all'unisono
          questo consapevole ondisono pulsare
          fra le amichevole braccia
          di un altro respiro
          la percezione dell'esistere
          sfocia nel presenteterno.
          Libero Ciapparelli
          Vota la poesia: Commenta
            Spiace vederti annaspare
            naufragando nelle tue paturnie mentali.

            Spero che sbocci in te la consapevolezza
            dell'innocenza del tuo corpo,
            come fiore glorioso e gaudioso
            sprigionando profumo d'amore.

            Donandosi allo sguardo carezzevole e gentile
            di chi ti sa apprezzare
            con emozioni di tenera bellezza.
            Libero Ciapparelli
            Vota la poesia: Commenta

              Come un cigno

              Nuotare ~ galleggiare ~ immergere la testa
              spruzzando giocoso l'acqua sul mio corpo
              per ritrovarmi con vibrazione corporea
              asciutto come un cigno.
              Questa è
              l'aspirazione
              dll'anima mia
              nell'esser immersa
              fra relazioni umane.
              Intuire
              in consapevole
              vibrante ascolto interiore
              quell'"esistente essere asciutto"
              prima dell'immersione.
              Libero Ciapparelli
              Composta mercoledì 10 giugno 1987
              dal libro "Fluire" di Libero Ciapparelli
              Vota la poesia: Commenta