Le migliori poesie di Klara Erzsebet Bujtor

Nato a Keszthely (Ungheria)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Senzatetto

Ho cambiato casa
perché così voleva il destino
per una più grande
da terra a cielo
senza porta e finestra,
con una magnifica soffitta
che la notte si illumina
di stelle.
Il salotto è sempre pieno di gente,
vanno e vengono
con fretta rumorosa,
solo i cani si fermano,
e lì offro le mie pene,
che bagnano le mura
e scodinzolando si allontanano.
Il letto è sempre da rifare,
dormire è la cosa migliore,
quando la fame e la dignità
fanno della realtà cruente
sogni meravigliosi.
Klara Erzsebet Bujtor
Composta mercoledì 3 agosto 2016
Vota la poesia: Commenta

    Infinito

    Abbandonata alla riflessione contemplo il mirabile cielo,
    che azzureggia nell'aria tranquilla,
    così vicino a me, che dalla cima del cipresso potrei toccarlo.
    Una colomba si posa sopra,
    attende,
    scruta l'orizzonte
    e vola via ancor più in alto,
    e ancor più in alto scorre la scia d'un aereo passante.
    Quanto è profondo il cielo,
    nessuno ha mai conosciuto la misura,
    pazzesco quell'infinito,
    che nessuno mai ha percorso.
    Perché tutto questo spazio misterioso?
    Gli astri deserti, le stelle, la Terra che fanno
    un grande Universo,
    che ci sono altri ed altri ancora,
    quanti,
    nessuno lo sa.
    Mi spaventa tutta questa grandezza,
    dove gli spazi sono milioni e milioni di anni luce
    dove il Tempo è eterno,
    e tutto questo immenso mistero,
    una breve vita umana
    non si accorge,
    sono certa.
    Klara Erzsebet Bujtor
    Vota la poesia: Commenta

      L'amore tanto amato

      Ormai l'amore è un lontano ricordo, che non ha lasciato nessun segno sul volto
      ove mille rughe mostrano gli anni passati faticosamente in ricerca della felicità
      e negli occhi non brilla più la passione d'innamorati,
      e sono opachi, mesti,
      e lo sguardo è perduto nei labirinti di ricordi,
      e nel cuore non ha mai smesso di ondeggiare,
      come il mare dai palpiti d'amore della terra e cielo
      perché quel dolce sentire,
      l'amore tanto amato
      è l'eternità nella nostra vita.
      Klara Erzsebet Bujtor
      Composta sabato 26 novembre 2011
      Vota la poesia: Commenta

        Portami...

        Portami un fiorellino
        che brilla d'amore nella mia opaca solitudine, e
        accende la passione che da tempo mi è abbandonata.
        Portami la luce dell'immenso azzurro fuggente
        dalla montagna la fragranza della verde natura e
        dal fondo del ruscello sassolini colorati.
        Portami quel gentil sentimento,
        che manca tanto dal mio cuore dolente,
        il dolce amore, poesia della vita,
        basta un soffio tenero pensiero,
        quanto un briciolo di pane al pettirosso d'inverno,
        un chicco di grano al scricciolo che vola basso,
        Un granello di felicità nel mio affanno cuore,
        piccola piccola,
        pura
        sincera.
        Klara Erzsebet Bujtor
        Composta martedì 6 dicembre 2011
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di