Poesie di Francesca Genna

Impiegata, nato venerdì 26 maggio 1967 a Trapani (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Fragolosa67

Calura estiva

Deserto, arida sabbia sotto la calura.
Afa che sfianca per l'arsura.
Poi, fresca acqua!
Papille ghiacciate, ugola inondata.

Immersa in un miraggio
godo i piaceri della natura.
Chiudo gli occhi per svegliare i sensi:
Sento e mi disseto.

Bagnati ho volto e capelli,
gambe affondate nel gelido mare.
Non ho più caldo,
il sole mi bacia e mi ambra.

Improvviso è il venticello
che ninna e asciuga
piccole gocce d'acqua
di pelle affondata nella tiepida rina.

Sono qui, sdraiata sulla spiaggia
sino a quando l'ultimo ombrellone chiude
e il sole cola a picco tracciando
una strada arancio che conduce fino a me.
Francesca Genna
Composta martedì 2 luglio 2013
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Fragolosa67

    La vecchia via

    Due campi di fronte e il fiume nel mezzo
    piccola strada molto sterrata:
    Un desiderio o sogno che par veritiero?

    Rispecchia il sole con i suoi raggi
    galleggia leggero un ramoscello
    vita sommersa nasconde un segreto.

    Ruota di carro scivola forte
    e nel fondale trova altra sorte.
    Gioco di pesci, casa di alghe ma mai più rotante.

    Il pezzo di legno sognava di andare
    per strade asfaltate
    ma casca e lì giace!

    Leonardo ti prego, è giusta la storia?
    Si rompe la pietra e cade la ruota?

    Si infrangono i sogni e dopo si scopre
    che avevi fortuna ancor prima di ora.

    Quanto una pietra sognava il terreno di fronte
    e nel rotolar sotto il carro si sporca e si rompe.

    Cade nell'acqua e non trova mai il prato
    resta nell'ombra e non conosce altra alcova.

    Leonardo carissimo è giusta stavolta?
    Povero sasso, rimpiange il suo campo!
    E povera ruota che sogna il suo carro!

    Leonardo da Vinci non essere triste!
    mi sembra corretta l'ho pure riletta.
    Va bene ho capito:
    Scrivo altro, non è affar mio!
    Francesca Genna
    Composta giovedì 20 giugno 2013
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Fragolosa67

      Tributo a Iseo Ilari

      Piccolo papillon adorna un pagliaccio col doppio petto.
      Mi correggo: non è un pagliaccio ma un gran maestro!
      Visse di canto come un menestrello.
      Portò il cappello e tanto tanto genio.

      Sol la si do che gran temperamento!
      affascinò il mondo e
      fa dimenticar odio e tormento.

      Vinse la guerra a colpi di voce
      e, da buon tenore cantò in ogni situazione.
      Conobbe il mondo e tutte le persone.

      Non ha confini ma in cuor l'Italia e Roma porta
      e ogni gente abbraccia sui palchi e nelle piazze.
      Infatti si sentono scroscii ma non piove
      son tanti applausi per un gran signore.
      Francesca Genna
      Composta mercoledì 19 giugno 2013
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Fragolosa67

        Dove ci porta il cuore

        Soffio,
        respiro dolce.
        Sguardo ammiccante,
        umide labbra.

        Un bacio che unisce
        ed è primavera in un cuore
        che ama come prima,
        quando sbocciavano i fiori
        e dalle crisalidi spuntavano bianche ali.

        Volo lontano,
        al confine del sogno
        che romba in groppa ad una moto
        per sfrecciare insieme a lui
        dove ci porta il cuore.
        Francesca Genna
        Composta martedì 18 giugno 2013
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di