Le migliori poesie di Cinzia Coppola

Moglie e mamma a tempo pieno, nato venerdì 10 agosto 1979 a San Severo (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Frasi per ogni occasione, in Proverbi e in Diario.

Scritta da: Syndy Arts
Non ho parole...
non ho parole...
proprio come non ne ho avute
in quel lontano giorno...
lontano...
ma vicino...
molto vicino al nostro cuore...
memorizzato nella nostra mente...
... un modo importante per ricordare quel tragico giorno... una nera poesia per non dimenticare quell'infinito 11 settembre 2001.
Cinzia Coppola
Composta venerdì 11 settembre 2009
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Syndy Arts
    Oggi è un nuovo giorno,
    tutto si dipinge d'Autunno,
    tutto sembra diverso,
    i boschi e i viali si tingono di mille colori...
    Seccano le foglie e assumono splendide sfumature,
    per poi cadere come pezzi di puzzle
    a crearne un magico tappeto ambrato...
    Si respira aria fresca
    che sa di molteplici sapori...
    Sapori che giungono da indefinite brezze frizzanti...
    che si librano nell'aria...
    Quasi a dire:
    È Autunno, l'Inverno è alle porte
    e ormai dell'estate la nostalgia è già forte...
    Ma attenderemo un nuovo inizio,
    perché ci tolga ogni
    altro sfizio.
    Cinzia Coppola
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Syndy Arts

      Il sentiero della vita!

      Si sogna per sperare
      Si vive per cercare
      Si soffre vivendo
      Si incontrano difficoltà lungo il cammino
      Si prendono scorciatoie
      Quando incontri persone speciali
      Che condividono con te il bene e il male
      e tutto diviene più facile
      e tu diventi più forte per affrontare tutto a denti stretti.
      Cinzia Coppola
      Composta lunedì 15 giugno 2009
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Syndy Arts
        Sogno di essere sdraiata su di una foglia
        sospesa nell'aria,
        ma all'improvviso mi sento scuotere
        da un vento impetuoso,
        comincio a minacciare il vento,
        ma la foglia ormai mi butta giù,
        mi lascia cadere nel vuoto,
        me la prendo anche con lei
        per il suo orribile gesto,
        lei se la prende con me
        perché stanca non riesce più a reggermi,
        il vento è minaccioso,
        vuol dirmi qualcosa ma non lo capisco.
        Mi sveglio finalmente,
        ripenso al sogno,
        ripenso a ciò che avrebbe voluto dirmi il vento,
        Ma certo! Ci sono... ecco cosa voleva dirmi...
        Mi sento scossa in questo periodo,
        proprio come lo ero nel sogno
        Ma non avevo capito
        che con la mente si può volare,
        per non cadere dalla foglia,
        spinta da quel pazzo vento...
        ecco però cosa voleva dirmi:
        "Vola, Vola e non cadrai!"
        Cinzia Coppola
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di