Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Ada Roggio

Acconciatrice, nato giovedì 29 giugno 1961 a Floersheim am Main (Germania)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Indovinelli, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Ada Roggio

Foglio

Io non so quanto tempo ancora
Il tempo non ha tempo.
Vola via tutto in un momento
Ricordi, sogni, passioni
Amori poi! I ricordi sono milioni
Da tenere in un cassetto
Chiuso stretto, stretto
Nel cassetto del mio cuore
Lì non fa rumore
Amore
Amore che non ha mai fine
Amore che non potrà mai morire
Amore che piange
Amore che ride
Amore che parla
Amore che non vola
Amore che ti consola
Amore che scrive
Per imprimere su di un foglio la Vita
Il ricordo che non scordo
Suggellarlo dove il tempo non potrà fermare.
Foglio.
Ada Roggio
Composta mercoledì 30 giugno 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Ada Roggio

    Non cercare chi non ti cerca

    Non cercare chi non ti cerca
    Non amare chi non ti ama
    Non cambiare mai per nessuno
    Se altri vorrebbero cambiarti, non saresti più tu
    Resta sempre te stesso, amati per quello che sei
    ... Grida forte i tuoi ideali
    Grida forte il tuo amore
    Grida forte lassù qualcuno ti ama.
    Ada Roggio
    Composta giovedì 24 giugno 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Ada Roggio

      Errore

      Vittime di ciarlatani, imbroglioni, lestofanti, audaci predatori.
      La legge è fatta a immagine e somiglianza per tutti loro.
      Il plagio però esiste.
      Come esistono i plagiati.
      Per queste vittime, per la loro mente, per la loro dignità, perché tornino a vivere, perché possano tornare a sorridere, uno spiraglio di luce per favore, affinché non si sentano più un errore.
      Ada Roggio
      Composta giovedì 10 giugno 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Ada Roggio

        Non dire ti amo, se non sai amare

        Non dire ti amo, se non sai amare
        Non dire mi manchi, se non ti manco
        Non dire sei l'unica donna per me, perché hai un'altra
        Non dire sempre bugie, le leggo sul viso
        Non dire torno presto, se vai da lei
        Non dire sono stanco, se hai riso insieme con lei
        Non dire sei monotona, se non mi dai la giusta parola.
        Non dire questo pranzo non mi piace, non ho più voglia di cucinare
        Non mi dire dove sono i calzini, vatteli a cercare
        Non mi dire non hai lavato le camice, lavatele
        Non mi dire sei vecchia, mi hai fatto invecchiare tu
        Non mi dire non mi diverti, mi hai spento il sorriso
        Non mi dire sei grassa, tanto a te non importa
        Non mi dire ciò che devo fare, non ti ascolto più.
        Amore non sento più, fremere il cuore
        La storia è finita, come un disco rotto, sentivo da tempo le graffiature.
        Come un vaso rotto raccolgo i cocci di ciò che è rimasto, poco e niente
        Porto con me la dignità di donna come valore della vita
        Continuo a camminare su questo sentiero sola
        Resterò sola.
        Lo preferisco
        Meglio vivere senza amore, che vivere con un falso amore
        Il mio cuore lo getterò lontano
        Non voglio mai più innamorarmi.
        Ada Roggio
        Composta giovedì 3 giugno 2010
        Vota la poesia: Commenta