Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Ada Roggio

Acconciatrice, nato giovedì 29 giugno 1961 a Floersheim am Main (Germania)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Indovinelli, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Ada Roggio

Errore

Vittime di ciarlatani, imbroglioni, lestofanti, audaci predatori.
La legge è fatta a immagine e somiglianza per tutti loro.
Il plagio però esiste.
Come esistono i plagiati.
Per queste vittime, per la loro mente, per la loro dignità, perché tornino a vivere, perché possano tornare a sorridere, uno spiraglio di luce per favore, affinché non si sentano più un errore.
Ada Roggio
Composta giovedì 10 giugno 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Ada Roggio

    Non dire ti amo, se non sai amare

    Non dire ti amo, se non sai amare
    Non dire mi manchi, se non ti manco
    Non dire sei l'unica donna per me, perché hai un'altra
    Non dire sempre bugie, le leggo sul viso
    Non dire torno presto, se vai da lei
    Non dire sono stanco, se hai riso insieme con lei
    Non dire sei monotona, se non mi dai la giusta parola.
    Non dire questo pranzo non mi piace, non ho più voglia di cucinare
    Non mi dire dove sono i calzini, vatteli a cercare
    Non mi dire non hai lavato le camice, lavatele
    Non mi dire sei vecchia, mi hai fatto invecchiare tu
    Non mi dire non mi diverti, mi hai spento il sorriso
    Non mi dire sei grassa, tanto a te non importa
    Non mi dire ciò che devo fare, non ti ascolto più.
    Amore non sento più, fremere il cuore
    La storia è finita, come un disco rotto, sentivo da tempo le graffiature.
    Come un vaso rotto raccolgo i cocci di ciò che è rimasto, poco e niente
    Porto con me la dignità di donna come valore della vita
    Continuo a camminare su questo sentiero sola
    Resterò sola.
    Lo preferisco
    Meglio vivere senza amore, che vivere con un falso amore
    Il mio cuore lo getterò lontano
    Non voglio mai più innamorarmi.
    Ada Roggio
    Composta giovedì 3 giugno 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Ada Roggio

      La vita senza amore è...

      La vita senza amore è, aspettare che passi un altro giorno
      La vita senza amore è, non avere più sole
      La vita senza amore è, fingere al mondo di essere felici
      La vita senza amore è, la solitudine tua padrona
      La vita senza amore è, non avere nessuno al tuo fianco
      La vita senza amore è, nascondersi sotto le coperte abbracciasi al cuscino e piangere la solitudine
      La vita senza amore è, la completa solitudine
      La vita senza amore è, infilarsi la maschera della felicità
      La vita senza amore è, dire al mondo che va tutto bene
      La vita senza amore è, non avere più carezze, baci, abbracci
      La vita senza amore è, la completa disperazione dell'essere umano
      La vita senza amore è, cercare rifugio su di un foglio e scriverci i tuoi pensieri
      La vita senza amore è, aspettare l'ultimo respiro
      La vita senza amore è, sentirsi un morto che cammina
      La vita senza amore è la consapevolezza di aver vissuto cercando invano l'amore rubato dal tempo.
      Ada Roggio
      Composta lunedì 31 maggio 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Ada Roggio

        Figlio non rinnegare tua madre

        Lacrime.
        Lacrime di una madre.
        Figlio non rinnegare tua madre.
        Non rinnegare il tuo stesso sangue.
        Lei che ti ha donato la vita a costo della sua stessa vita
        Non rinnegare l'amore che ti ha donato
        Rinnegando lei, rinneghi te stesso
        Lei madre di chi lo ha rinnegato
        Non sarà così liberata la tua anima
        Rinnegando lei, rinneghi la tua stessa vita
        Ama tua madre come lui ama la sua
        Non rinnegare tua madre, lei che ti ha insegnato a camminare a vivere bene
        Rinnegare tua madre, una menzogna sulle tue labbra
        Il Comandamento "Onora tuo padre e tua madre"
        Figlio non rinnegare tua madre
        Tu che vorresti ritornare nel suo grembo e nascere una seconda volta
        Non rinnegare quanto tu hai vissuto, le tue paure, le tue gioie.
        Tua madre è li che aspetta, non si potrà mai arrendere a questo immenso dolore
        Non aspettare che lei un giorno muoia, per gettare le braccia intorno al collo, e gridarle il tuo amore
        Figlio ama tua madre.
        Ada Roggio
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Ada Roggio

          Figli di genitori separati, quasi sempre schierati

          Figli di genitori separati, quasi sempre schierati
          Con la convinzione di riportare l'unione
          Inconsapevoli dell'errore che porta il loro schieramento
          Dell'inabissarsi di chi viene messo in disparte
          Della maledetta solitudine
          Della morte del cuore dell'anima
          Figli di genitori separati, quasi sempre schierati
          Difficile per loro capire, non fanno altro che soffrire
          Come faranno a capire, non capiranno mai!.
          Figli di genitori separati.
          Amate entrambi i genitori non create altri dolori, nei vostri cuori
          La separazione è un tormento, affligge tutti per un lungo tempo
          Figli di genitori separati, entrambi i genitori se saranno amati
          dal vostro amore può riaffiorare tra loro l'amore
          Spalancate a entrambi le braccia al collo
          Figli di genitori separati, non sentitevi abbandonati
          l'amore resta indissolubile, indivisibile
          Sempre.
          Ada Roggio
          Composta venerdì 28 maggio 2010
          Vota la poesia: Commenta