Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Ada Roggio

Acconciatrice, nato giovedì 29 giugno 1961 a Floersheim am Main (Germania)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Indovinelli, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Ada Roggio

Si consuma la candela della vita

Ah, se i muri potessero parlare.
Ah, se il mondo potesse cambiare.
Ah, se vedessimo tutti i giorni i colori dell'arcobaleno.
Dopo una tempesta tornerebbe il sereno.
Ma, ahimè, la vita non è quella che tutti vorremmo.
Ci riserva ogni giorno sorprese.
Parli, parlano, parlate, parliamo, parlo.
Parole, paroline, parolacce.
Ma i muri hanno orecchi.
Le persiane chiuse, ma chi c'è dietro e ascolta?
Gente, gente,
guarda, osserva, ascolta, non sa niente,
non ha visto, non ha sentito,
C'è il muro del silenzio;
piano, piano, si consuma la candela della vita.
Ada Roggio
Composta domenica 27 febbraio 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Ada Roggio

    Dall'albero della vita

    Dall'albero della Vita
    spuntasti tu, piccolo germoglio.
    Man mano tu crescevi ed io ti ammiravo.
    Col sorriso nascosto.
    Col pensiero rivolto al sole.
    Con la speranza di vederti grande,
    passava il tempo.
    Correvano le lancette dell'orologio,
    in agguato l'ombra ti portò via
    Ora ti vedo lontano
    uomo.
    Ada Roggio
    Composta domenica 1 marzo 2009
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Ada Roggio

      L'amore

      L'amore.
      Non va ottenuto.
      Va coltivato.
      Ma a volte qualcuno in agguato ti toglie persino il fiato.
      Perché colto dalla gelosia,
      quella è una brutta malattia.
      Tu piano, piano riconquista con l'amore
      quel cuore lontano.
      Abbi fede verrà piano, piano.
      All'amore non ci sono barriere.
      Non darti pene.
      Saluta il giorno, saluta il sole.
      Saluta la sera, saluta la notte.
      Vai a letto.
      Torni a pregare.
      Dio è con te.
      Lui ti potrà aiutare.
      Ada Roggio
      Composta venerdì 30 novembre 2007
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Ada Roggio

        Giudichi

        Giudichi.
        Chi sei tu
        che ti permetti di giudicare!
        Troppo facile.
        Vuoi giudicare in base alla gravità!
        E no...
        ognuno fa degli errori gravi e meno gravi
        ma sono pur sempre errori.
        I tuoi errori
        li hai ben nascosti.
        Prima o poi vengono fuori,
        non ti voglio giudicare,
        e nemmeno condannare.
        Non puntare il dito,
        non sei pulito.
        Ada Roggio
        Composta mercoledì 3 settembre 2014
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Ada Roggio

          Pensieri

          Pensieri, pensieri liberi.
          Pensieri, saltano, corrono, si rincorrono, scivolano, si annebbiano.
          s'inebriano.
          Pensieri ombrosi, tormentoni, pensieri.
          Pensieri offuscati da vecchi ricordi.
          Vecchi ricordi che tornano, tornano.
          Irrompono, sfrecciano come lampi ricchi di energia dolorante.
          Lampi in un cielo apparentemente sereno, ma pur sempre offuscato.
          Sono frecce incandescenti, riescono a lascare schegge di ricordi dolorosi.
          Pensieri, pensieri liberi di una mente non più libera, si depositano nel container del nostro cuore intrappolandoli senza dar loro possibilità di via d'uscita.
          Ma qualcosa resta.
          Resta, un cuore ricco di dolore.
          Ada Roggio
          Composta martedì 26 agosto 2014
          Vota la poesia: Commenta