Poesie di Ada Roggio

Acconciatrice, nato giovedì 29 giugno 1961 a Floersheim am Main (Germania)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Indovinelli, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Ada Roggio

Aspettando il Natale

Aspettando il Natale
Manca ancora un po', eppure.
Eppure nell'aria si sente odore di festa.
La festa più magica che c'è.
Festa ricca di addobbi, e suoni,
dove tutti promettiamo di diventare più buoni.
La crisi ci ha cambiato,
un passo indietro al passato abbiamo conquistato.
Non ci sono più soldi per acquistare,
ma il Natale doverosamente dobbiamo addobbare.
Ognuno di noi si cimenta con l'arte del riciclare.
Un presepe di cartone, addobbi da confezionare,
sentiamo più vivo questo Natale.
Una preghiera tutte le sere.
Signore ci auguriamo la salute che non venga mai a mancare,
e il lavoro a tutti per continuare a campare.
Viva il Natale.
Ada Roggio
Composta martedì 4 novembre 2014
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Ada Roggio

    Sentinella

    Sentinella mezza sera
    Questa vita è una galera
    Sentinella mezzanotte.
    Le stelle sono assorte.
    Sentinella innamorata.
    La tua vita è una frittata.
    Sentinella più non posso.
    Il tuo amore al primo posto.
    Sentinella colorata.
    Ti sei tutta abbozzolata.
    Sentinella punto e basta.
    Aspettare cosa costa.
    Sentinella sorridente.
    La tua vita è effervescente.
    Sentinella spazientita.
    Non morderti le dita.
    Sentinella, sentinella.
    Specchiati con la luna, e le stelle nel mare e lasciati amare.
    Ada Roggio
    Composta venerdì 24 ottobre 2014
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Ada Roggio

      Per me donna

      Per me donna,
      diventare mamma
      è stata l'emozione più bella che abbia potuto avere dalla vita.
      Ma c'è una emozione nuova che non è da meno,
      quella che sento oggi, la gioia che provo,
      fischia come un treno.
      Divento nonna,
      mamma di una mamma.
      Mamma di mia figlia,
      nonna del suo bambino.
      Rivivo tutte le straordinarie emozioni che mi ha regalato la maternità.
      Ripenso ai momenti vissuti,
      all'immensa gioia.
      Mi auguro che tutto vada bene.
      Non vedo l'ora di tenere in braccio il mio nipotino.
      Ringrazio Dio, per quanto straordinaria sia la vita.
      Aspetto con ansia, la nonna.
      Ada Roggio
      Composta sabato 18 ottobre 2014
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di