Post di Marta Emme

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Umorismo, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritto da: Marta Emme
Il male che mi porto addosso* (2017)
è dato dal tortuoso percorso tra
problemi a più non posso in questo
anno appena trascorso. Son di questo
strano mondo e mi han segnato nel
profondo, più delle gioie a tutto tondo.
Or me ne libero volentieri, che son
vecchie le piante dei miei piedi e le
cedo al nuovo anno* (2018), il mio è
finito ieri, tenendomi sempre stretto
nello scialle che fa tanto freddo nella
valle* (nella mente dell'uomo). Che
risolvere i problemi sia più giusto di
fronte agli anatemi e anche il migliore
dei sistemi. Con gioia, per ben
seminare nella storia. Infine che sia
un anno fortunato, quello che oggi è
appena nato, col sostegno del Signore,
senza far tanto clamore.
Marta Emme
Composto lunedì 1 gennaio 2018
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Marta Emme
    Mio caro, fervente studioso* (professor Giorgio M.-Università di Palermo), dall'ingegno luminoso, anche per quel progetto curioso di ricavare energia dall'acqua del mare, da poter sfruttare, tanto che l'uomo possa utilizzare. Idea che in team avete saputo molto bene sviluppare e nel concreto realizzare. Come voi, ci credo e accanto a voi ora mi siedo, idealmente, immeritatamente, spudoratamente, e un pensiero porgo che subito vi espongo: al vostro progetto vedo utile accostare un dissalatore, che potrebbe render possibile ottenere un progresso scientifico ancora maggiore: due impianti tra loro complementari e due sfide magnifiche e esemplari di come risolvere i tanti e tanti guai* (energia rinnovabile, desertificazione...). Così, per dissalare, l'energia ottenuta dalla dialisi inversa viene resa disponibile, e, anche fare la elettrodialisi inversa, coi gradienti salini, è in loco possibile. E tutto in modo sostenibile. Forse sarò un po' infantile, ma l'idea è buona, lasciatemelo dire. È urgente risolvere i problemi della gente che, per vivere, l'acqua dal cielo invano attende, in ogni continente. Se tutto questo possibile riuscirà grande merito e onore vi darà. Dunque un auspicio formidabile per un binomio a cui pensare: energia rinnovabile e acqua potabile dal mare, come più si confà al vostro vulcanico operare. Ma, se sono stata inopportuna, è pur vero che la notte è meno buia quando in alto c'è la Luna, perciò se ora vi sembro un po' lunatica* (strana) è a fin di bene quello che intanto si sostiene. E or mi scuso se del vostro prezioso tempo e gentilezza ho fatto abuso e più in specie se il mio pensiero si dimostra, come dir... ottuso e perciò senza meritar futuro.
    Marta Emme
    Composto venerdì 29 dicembre 2017
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Marta Emme
      Che l'anno nuovo sia propizio
      a spalancar le porte dell'ospizio
      a chi non dà voce all'onestà in
      tutto quel che fa, e che il suo
      tempo, perciò, ha fatto già; dato
      che nel veder proprio, è prassi
      normale gabbare il prossimo per
      potersi affermare. E allor, per
      pensieri così bui, val bene congedare
      chi la pensa come lui, alfin che nel
      riposo la mente possa trovar
      ristoro (senso). E ci sian sempre,
      a tirare la carretta, quelli che per
      affermarsi son disposti a fare la
      gavetta. Si merita infatti, la
      collettività, persone che han sagge
      e temprate qualità.
      Marta Emme
      Composto venerdì 8 dicembre 2017
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Marta Emme
        Mio caro, della Terra instancabile studioso e anche divulgatore generoso* (geologo Mario Tozzi); così geniale, di intelletto certo sopraffino, ascoltami solo per un pochino, ti prego, onorami solo di un breve trattino* (della tua vita): è climatico e strutturale, oramai, come in Italia manchi acqua un casino, specie in estate coll'aria rovente, dell'inquinamento effetto evidente. Così, prima di ritrovarci nei guai* (desertificazione), e non sia mai, subito rendi urgente ai nostri capoccioni* (governanti), costruire, affinché irrorar si possano le terre e le coltivazioni, i dissalatori, che son degli uomini e le bestie i moderni abbeveratoi. E per farli funzionare, se necessario, siano da affiancare impianti energetici basati sull'acqua del mare* (elettrodialisi inversa-Palermo). Tutto ciò è subitamente da veder di realizzare. Sarà per noi* (italiani) un fatto epocale, di sicuro degno del più illustre e scientifico giornale. Se opererai com'è tuo stile sempre, con mente suprema e pertinente, allor tanto ti meriterai che un santino* (riconoscimento notevole) tutto tuo avrai. E chiedo a quei presidenti* (di regione) di intelligenza vivace di non farci cuocere come sulla brace, dando avvio alla stagione che della siccità decreti l'archiviazione. Vi ringrazierò dal profondo perché per tutti noi* (italiani) sarà l'opera* (dissalatori) più bella del mondo, e allor dalla gioia mi metterò a girare in tondo per aver visto esaudito più che un sogno e sarà come la danza della pioggia questo sciocco movimento che a mò si sfoggia. E or direte: che impertinente e pur saccente e irriverente, assurda e supponente questa donna decadente* (con più di qualche anno); ma che volete, sono, comunque, di questa Terra uno spirito vivo e combattente! E non mi scoraggia neanche essere del mondo poco più di niente.
        Marta Emme
        Composto lunedì 31 luglio 2017
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Marta Emme
          Se si vuol fare una trasmissione di successo* (Report 17-04-2017), non sia mai che la ricerca di verità sia messa nel cesso. Così se c'è una eccezione a una consolidata regola* (vaccinazione) discutiamone prima di metterle l'aureola. Prende pei coglioni che fa apparir veritieri dei seri sapientoni* (chi si oppone ai vaccini). Invece tutte le voci devono andare in onda, "sì che la testa possa poi far la somma, perché la verità è profonda. E in RAI su ogni tema è la gente che va in scena* (canone). Dunque, se questo il conduttore non sa, si chiuda pure la faccenda, ma che faccia pubblica ammenda; caro Beppe, non è con niente che si prende per il culo la gente. Ma siamo in Italia e il popolo qui si ammalia. Quel che ha imparato a far bene anche il nostro Papa che vuol spremere sangue da una rapa* (Italia su immigrazione) giacché i poteri forti* (Europa) non stanno più alle sue corti. E non me ne voglia il Padreterno, ma io vedo il mondo dall'interno ed è per migliorare che dico quel che penso. E poi sono solo un puntino nell'universo, ch'è così immenso!
          Marta Emme
          Composto giovedì 27 aprile 2017
          Vota il post: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di