Questo sito contribuisce alla audience di
Scritto da: Marta Emme
Il male che mi porto addosso* (2017)
è dato dal tortuoso percorso tra
problemi a più non posso in questo
anno appena trascorso. Son di questo
strano mondo e mi han segnato nel
profondo, più delle gioie a tutto tondo.
Or me ne libero volentieri, che son
vecchie le piante dei miei piedi e le
cedo al nuovo anno* (2018), il mio è
finito ieri, tenendomi sempre stretto
nello scialle che fa tanto freddo nella
valle* (nella mente dell'uomo). Che
risolvere i problemi sia più giusto di
fronte agli anatemi e anche il migliore
dei sistemi. Con gioia, per ben
seminare nella storia. Infine che sia
un anno fortunato, quello che oggi è
appena nato, col sostegno del Signore,
senza far tanto clamore.
Composto lunedì 1 gennaio 2018

Immagini con frasi

    Info

    Scritto da: Marta Emme
    Dedica:
    Al nuovo anno e a tutte le persone di buona volontà a cui auguro anche un pizzico di fortuna nel realizzare i propositi, che quella non guasta mai. Da saper cogliere perché da un senso, essa pure, alle nostre storie.

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:0.00 in 0 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti