Questo sito contribuisce alla audience di

Post di Antonio Cuomo

Commerciante, nato venerdì 4 febbraio 1966 a Salerno (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione, in Proverbi e in Preghiere.

Scritto da: Antonio Cuomo
Abbiamo perduto il calore di un abbraccio, la bellezza di una stretta di mano, ma rimane comunque nel cuore, il nostro incancellabile bene, negli occhi viviamo quei momenti vissuti, attraversando ancora quelle emozioni. Ciò che questo tempo ci ha negato è ben vivo nei nostri cuori, dobbiamo solo avere la pazienza di sopportare ancora questa quarantena, per poter ritornare domani più forti di prima.
Antonio Cuomo
Composto martedì 7 aprile 2020
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Antonio Cuomo
    È iniziata ieri con la celebrazione della Domenica delle Palme, la Settimana Santa. Gesù mio, è l'inizio della tua passione ed io ti seguo con infinita commozione. Entro anch'io nel tuo mistero, caro Gesù, vengo con Te per donarti il mio umile conforto. A testimoniare come si possa diffamare un essere che è senza peccato. Sono al tuo fianco, vicino alla colonna della flagellazione, per lenirti lo strazio, o mite figlio di Dio; accompagnerò i tuoi passi e ti solleverò dalle tue cadute, togliendoti dal capo quella corona di spine che ti fa tanto male e posandoci una corona di fiori che si addice ad un vero Re. Se mi fosse permesso, vorrei portare sulle mie spalle il peso atroce di quella Tua Croce, per sentire in fondo al mio cuore ogni tua sofferenza, o mio Signore. Insieme alla Santissima Madre Maria, voglio piangere la tua morte, pulendo con le delicate mani di figlio la Tua Salma insanguinata. Ti aspetterò silenzioso accanto al Tuo Sepolcro, attendendo trepidante il tuo risorgere Glorioso.
    Antonio Cuomo
    Composto domenica 5 aprile 2020
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Antonio Cuomo
      Questa settimana di passione vive nel mio cuore, nella mente, nelle ossa, un atroce momento vissuto intensamente. Inizia con la Domenica delle Palme, la settimana Santa del mio Signore Gesù, un uomo che dapprima è stato osannato, poi tradito e alla fine condannato e inchiodato crudelmente ad un misero legno. Uno dei dodici, un certo Giuda lo ha venduto per trenta denari. Oggi noi andremo su questa strada dell'umiliazione di Gesù. Non è cambiato niente, lo continuiamo a rinnegare, lo abbiamo tolto dalle nostre scuole, ma la cosa più onerosa è che lo abbiamo scacciato da nostri cuori. Una nazione dove ha sede il Vaticano, ha permesso a degli estranei di costruire chiese pagane e moschee, calpestando così non solo l'uomo, ma anche il simbolo della nostra fede, cancellando per sempre il cammino più bello che possedevamo. Adesso con l'arrivo di questo male tutti hanno fatto un passo indietro, ci siamo ricordati di Lui, tutti a pregarlo a chiedere la grazia. Questo ci deve far riflettere, non solo oggi, ma soprattutto in tutti i domani, che verranno, perché domani non dobbiamo ancora lasciare la Sua mano, tutti abbiamo il dovere di farci accompagnare da Lui, perché con Lui al nostro fianco la strada di qualsiasi meta diventa meno gravosa e nello stesso tempo meravigliosa. In questa Settimana Santa il Signore Gesù rinnoverà il dono più grande che si possa immaginare: ci donerà la sua vita, il suo corpo e il suo sangue, il suo amore. La folla comunque sceglierà Barabba e ci sarà sempre un Pilato che se ne laverà le mani. La tua Croce è indelebile dal mio cuore e lo Spirito Santo rende bellezza alla mia Anima. Ti Amo sopra ogni cosa Mio Gesù.
      Antonio Cuomo
      Composto sabato 4 aprile 2020
      Vota il post: Commenta